La psicoterapia nel servizio pubblico. Ulteriore passo verso l’umanizzazione delle cure o zavorra di cui liberarsi?

Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO
Autori/Curatori: Roberto Rossi
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 16 P. 34-49 Dimensione file: 329 KB
DOI: 10.3280/PSOB2010-003003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo esamina le difficoltà d’integrazione delle esperienze psicoterapeutiche sviluppate nei servizi privati all’interno di un contesto pubblico pesantemente condizionato dalla gestione del disagio psicologico attraverso l’uso predominante degli psicofarmaci. Sono suggerite modalità di gestione dei setting psicoterapeutici che tengano presente le peculiarità del servizio pubblico. Inoltre sono prese in considerazione le influenze comunicative del contesto sui setting. È descritta un’esperienza di presa in carico di un paziente grave attraverso l’accoglimento della sofferenza della sua famiglia di origine.

Roberto Rossi, La psicoterapia nel servizio pubblico. Ulteriore passo verso l’umanizzazione delle cure o zavorra di cui liberarsi? in "PSICOBIETTIVO" 3/2010, pp 34-49, DOI: 10.3280/PSOB2010-003003