La resilienza come risposta al trauma. Alcune considerazioni dalla prospettiva junghiana

Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO
Autori/Curatori: Luisa Zoppi
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 52-60 Dimensione file: 422 KB
DOI: 10.3280/PSOB2012-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo propone una riflessione sulla resilienza nei termini della psicologia analitica, ambito teorico dove, peraltro, tale concetto non trova una collocazione di rilievo. Vengono considerate le acquisizioni dell’etolgia e delle neuroscienze come supporto empirico alle ipotesi junghiane sul funzionamento psichico degli individui. Più in particolare, si fa riferimento al principio di autoregolazione ed ai processi di compensazione dei sistemi viventi. Per lo specifico della psicologia analitica, viene preso in considerazione il contributo di Donald Kalsched con il suo studio accurato delle conseguenze psicologiche del trauma.

Luisa Zoppi, La resilienza come risposta al trauma. Alcune considerazioni dalla prospettiva junghiana in "PSICOBIETTIVO" 3/2012, pp 52-60, DOI: 10.3280/PSOB2012-003004