Ruolo e poteri del giudice tutelare in materia di protezione delle fasce deboli e dei minori

Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA
Autori/Curatori: Fabio Pilato
Anno di pubblicazione: 2019 Fascicolo: 4 Lingua: Italiano
Numero pagine: 6 P. 27-32 Dimensione file: 66 KB
DOI: 10.3280/MG2019-004004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’introduzione dell’amministrazione di sostegno nel nostro ordinamento ha reso palese il "ruolo sociale" del giudice tutelare nel recepimento delle esigenze e delle istanze di protezione invocate dalla società postmoderna ed ha contrassegnato definitivamente il superamento dell’approccio formalistico alle fragilità in cambio di un nuovo modello di chiara marca giusnaturalistica.

Fabio Pilato, Ruolo e poteri del giudice tutelare in materia di protezione delle fasce deboli e dei minori in "MINORIGIUSTIZIA" 4/2019, pp 27-32, DOI: 10.3280/MG2019-004004