L’apertura della tutela: cause e competenza

Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA
Autori/Curatori: Roberta Dotta
Anno di pubblicazione: 2019 Fascicolo: 4 Lingua: Italiano
Numero pagine: 10 P. 52-61 Dimensione file: 86 KB
DOI: 10.3280/MG2019-004007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nei casi in cui il minore sia privo o rimanga privo di genitori in grado di esercitare la responsabilità genitoriale opera l’istituto della tutela a protezione del minore fino al raggiungimento della maggiore età. Per lunga tradizione è il giudice tutelare presso il tribunale ordinario a nominare il tutore e gestire la tutela. Nelle more della dichiarazione dello stato di adottabilità e per i minori stranieri non accompagnati è invece il giudice tutelare presso il Tribunale per i minorenni.

Roberta Dotta, L’apertura della tutela: cause e competenza in "MINORIGIUSTIZIA" 4/2019, pp 52-61, DOI: 10.3280/MG2019-004007