I gruppi multifamiliari in una comunità terapeutica: l’esercizio della mente ampliada

Titolo Rivista: INTERAZIONI
Autori/Curatori:
Anno di pubblicazione: 2022 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 82-94 Dimensione file: 164 KB
DOI: 10.3280/INT2022-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Gli autori trattano di una esperienza svolta in comunità terapeutiche e tentano di comprendere il funzionamento della mente ampliada all’interno del gruppo psicoanalitico multifamiliare (GMF). Propongono i motivi della scelta di questo modello metodologico, rifacendosi alle esperienze antiistituzionali e alle caratteristiche specifiche della terapia di gruppo. Evidenziano poi quali sono i fattori terapeutici classici e quelli particolari del GMF, nonché quelli insiti nel trattamento comunitario. Propongono poi alcune vignette cliniche dalle quali evincono una ipotesi teorica che riguarda lo sviluppo di una fantasia di cura precedentemente assente che coinvolge tutti i membri del gruppo attraverso lo sviluppo di una mente ampliada. Si descrive il meccanismo ipotetico di cambiamento dei legami tra i membri del gruppo e nella gruppalità interna dei singoli. Si conclude descrivendo le caratteristiche significative dell’utilizzo del gruppo multifamiliare all’interno di una comunità terapeutica.

  1. Badaracco J.G. (1997). La comunità terapeutica psicoanalitica di struttura multifamiliare. Milano: FrancoAngeli.
  2. Badaracco J.G. (2004). Psicoanalisi multifamiliare. Torino: Bollati Boringhieri.
  3. Badaracco J.G., Narracci A. (2011). La Psicoanalisi Multifamiliare in Italia. Torino: Antigone.
  4. Basaglia F. (2017). Scritti 1953-1980. Milano: Il Saggiatore.
  5. Bleger J. (2010). Simbiosi e ambiguità. Uno studio psicoanalitico. Roma: Armando.
  6. Breccia M. (2011). Exilium. Oltre la psicosi. Milano: FrancoAngeli.
  7. Correale A. (2006). Area traumatica e campo istituzionale. Roma: Borla.
  8. Ferruta A., Foresti G., Vigorelli M. (a cura di) (2012). Le comunità terapeutiche. Milano: Cortina.
  9. Kaës R. (2007). Un singolare plurale. Roma: Borla.
  10. Narracci A. (2020). https://centropsicoanaliticodiroma.it/psicoanalisi-e-servizi/psicoanalisi-multifamiliare
  11. Pichon Rivière E. (1985). Il processo gruppale. Dalla psicoanalisi alla psicologia sociale. Loreto: Libreria Editrice Lauretana.
  12. Yalom I.D. (1974). Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo. Torino: Bollati Boringhieri

, I gruppi multifamiliari in una comunità terapeutica: l’esercizio della mente ampliada in "INTERAZIONI" 1/2022, pp 82-94, DOI: 10.3280/INT2022-001010