Nati per morire, destinati a vivere

A cura di: Francesco Montecchi

Nati per morire, destinati a vivere

Il problema della comunicazione della diagnosi nell'Aids infanto-adolescenziale

Edizione a stampa

23,00

Pagine: 152

ISBN: 9788846440754

Edizione: 1a edizione 2002

Codice editore: 1250.50

Disponibilità: Discreta

Il numero crescente di bambini affetti da HIV, un tempo destinati a morire di AIDS e che oggi, grazie alle risorse terapeutiche, sopravvivono, ci pone di fronte al problema della comunicazione della diagnosi soprattutto agli adolescenti, per prevenire il diffondersi dell'infezione quando questi accedono all'attività sessuale. Nato dalla sinergia tra l'U.O. di Immunoinfettivologia e l'U.O. di Neuropsichiatria dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, realizzato anche con il contributo dei principali centri pediatrici italiani impegnati nei problemi clinici, psicologici e sociali dell'infezione da HIV, questo libro testimonia la necessità di assumere un atteggiamento di accoglienza ed elaborazione delle angosce suscitate dall'infezione da HIV, che permetta la comunicazione della diagnosi e una corretta gestione dei programmi terapeutici, sostenendo in questo difficile percorso i bambini e gli adolescenti malati, le loro famiglie, ma anche gli staff curanti e di supporto. Questo libro intende:

- evidenziare i vissuti della malattia presenti nei bambini e negli adolescenti sieropositivi e nelle loro famiglie;

- rilevare i nodi problematici relativi alla comunicazione della diagnosi;

- riflettere sui risvolti psicologici che accompagnano le complesse terapie farmacologiche.

Un volume essenziale per il lettore che voglia comprendere i molti problemi psicologici e sociali connessi all'infezione da HIV, e per il clinico, sia dell'area medica sia dell'area psicologica, che si confronta con la cura di questi pazienti e con la necessità di una comunicazione della diagnosi e con il dare un senso alle complesse terapie farmacologiche.

Francesco Montecchi , neuropsichiatra, è primario dell'U.O. di Neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Bambino Gesù IRCCS di Roma. Professore a contratto dell'Università La Sapienza di Roma, è analista junghiano, membro didatta dell'AIPA e dell'AISPT. Autore di numerosi saggi scientifici e di testi riguardanti la psichiatria e la psicoterapia infanto-adolescenziale, ha scritto e curato svariati volumi tra cui: Giocando con la sabbia: la psicoterapia con bambini e adolescenti e la "sand play therapy " (Angeli); Il "gioco della sabbia" nella pratica analitica (Angeli); I simboli dell'infanzia: dal pensiero di Jung al lavoro clinico con i bambini (Carocci); Anoressia mentale dell'adolescenza : modelli teorici, diagnostici e terapeutici (Angeli); I maltrattamenti e gli abusi sui bambini: prevenzione ed individuazione precoce (Angeli); Abuso sui bambini: l'intervento a scuola (Angeli).


Francesco Montecchi ,Introduzione
Parte I. Le prospettive della presa in cura
Guido Castelli Gattinara , I bambini con l'HIV: attualità e prospettive di cura
Alfredo Guarino, Vania Giacomet , Aderenza alla terapia antiretrovirale in bambini con HIV
(Terapia antiretrovirale in pediatria e aderenza; Risultati)
Parte II. Il vissuto di malattia nel bambino e nella famiglia
Gabriella Martone , Il bambino reale e il bambino ideale nelle rappresentazioni dei genitori dei bambini e degli adolescenti sieropositivi all'HIV
Isabella Gasperini , L'assetto psicologico dei genitori, dei bambini, dei preadolescenti e degli adolescenti affetti da HIV, attraverso l'utilizzo dei test proiettivi
(La ricerca; I risultati della somministrazione del test al campione dei bambini e degli adolescenti sieropositivi; I risultati della somministrazione del test al campione dei genitori/tutori; Esemplificazioni cliniche)
Catia Bufacchi , Bambini sieropositivi: cosa farne delle loro emozioni?
Francesco Montecchi , Al di là delle parole: immagini di malattia, morte e guarigione attraverso i quadri del gioco della sabbia
(Il ruolo della comunicazione della diagnosi di sieropositività HIV-malattia AIDS pediatrica nel miglioramento delle cure e della qualità della via; Il gioco della sabbia (sand-play therapy) di Dora M. Kalff; Il vissuto corporei nell'esperienza infantile; Il gioco della sabbia nella diagnosi e nella psicoterapia dei bambini sieropositivi o affetti da HIV; Il dovere della chiarezza)
Carlo Fundarò, Nicoletta Figliola Baldieri , Profili psicologici di bambini con infezione da HIV: Prerequisiti per la costruzione di un percorso di diagnosi condivisa (Il vissuto di malattia nei bambini HIV+; Metodologia; Risultati; Analisi dei risultati; La comunicazione della diagnosi)
Parte III. Le problematiche degli operatori
Caterina Cancrini , Il rapporto medico-bambino con HIV: riflessioni e difficoltà
Elena B. Croce , Sensibilizzazione e formazione degli operatori nella condivisione della diagnosi
(La ricerca; Materiali e metodi; Il contesto; La resistenza del gruppo e i meccanismi di difesa; I risultati; Riflessioni e proposte)
Parte IV. La comunicazione della diagnosi
Gianni Biondi, Angela Rossi , La comunicazione della diagnosi nelle malattie croniche infantili a rischio infausto (I modelli di comunicazione della diagnosi; La nostra esperienza)
Stefania Baldassari , Come posso accettare che potrei morire se non sono mai nato?
Ezia Maria Ruga , Le modalità di rilevazione della diagnosi.: buoni propositi e realtà
(I buoni propositi; La realtà)
Marzia Duse, Mara Castagna , Il progetto "Child": la comunicazione della diagnosi al bambino sieropositivo
(Il progetto "Child"; La comunicazione: materiali e metodi; I risultati della comunicazione)
Clara Gabiano, Caterina Riva , La percezione della comunicazione della diagnosi nella famiglia e nei medici curanti
Gian Luigi Lepri, Chiara Cavina , I ragazzi sieropositivi: il diritto di sapere
(Le problematiche degli adolescenti affetti/infetti da HIV; Il lavoro di gruppo)
Stefania Baldassari , I futuri percorsi: dalla comunicazione della diagnosi alla aderenza alle terapie farmacologiche
(Cure fisiche e dimensione emotiva; Dal vissuto di malattia alla comunicazione della diagnosi; Valutazione dei dati emersi; Indicazioni utili per la comunicazione della diagnosi; Prospettive future per garantire una corretta aderenza alle terapie)

Contributi: Stefania Baldassari, Gianni Biondi, Catia Bufacchi, Caterina Cancrini, Mara Castagna, Guido Castelli Gatinara, Chiara Cavina, Elena B. Croce, Marzia Duse, Nicoletta Figliola Baldieri, Carlo Fundarò, Clara Gabiano, Isabella Gasperini, Vania Giacomet, Alfredo Guarino, Gian Luigi Lepri, Gabriella Martone, Caterina Riva, Angela Rossi, Ezia Maria Ruga

Collana: Psicoterapie

Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti