Lezioni di economia dello sviluppo
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 266,   7a ristampa 2014,    2a edizione, aggiornata  2007   (Codice editore 361.46)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846487834

In breve
Il volume spiega cosa si intende per sviluppo e quali sono le cause del sottosviluppo, tracciando un profilo di come nell’economia politica è stato impostato il problema dello sviluppo capitalistico. Vengono analizzati i fattori che possono determinare il passaggio dal sottosviluppo allo sviluppo, dedicando particolare attenzione al contesto istituzionale, aspetto a lungo trascurato dalle teorie economiche dominanti.


Presentazione del volume

L'economia dello sviluppo, nata come settore specialistico della disciplina economica negli anni del dopoguerra, ha avuto sin dall'inizio come oggetto privilegiato i paesi sottosviluppati, le loro caratteristiche, i fattori e le politiche che ne avrebbero consentito la trasformazione strutturale e la crescita del reddito. Che cosa si debba intendere per sviluppo, quali siano le cause del sottosviluppo, come quello che veniva chiamato "terzo mondo" sia andato cambiando e diversificando nella seconda metà del '900 è l'argomento della prima parte di queste Lezioni.
La continua trasformazione della struttura economica è tuttavia una caratteristica generale del sistema economico capitalistico, e lo studio di questo fenomeno ha un ruolo centrale nel pensiero degli economisti classici e di Marx.
Nella seconda parte, a partire da quegli autori e fino ai moderni teorici della crescita, si traccerà un profilo di come nell'Economia Politica è stato impostato il problema dello sviluppo capitalistico e dei principali orientamenti e progetti di ricerca che si sono contrapposti o succeduti nel tempo su questo tema.
Nella terza parte, verranno analizzati i fattori che possono determinare il passaggio dal sottosviluppo allo sviluppo, dedicando particolare attenzione al contesto istituzionale, aspetto a lungo trascurato dalle teorie economiche dominanti. La trattazione avrà come temi: l'accumulazione del capitale, la crescita demografica, il progresso tecnico, la dotazione di capitale umano, il commercio internazionale, la distribuzione del reddito, e per ciascuno di essi ci si chiederà quali limiti o incentivi diverse istituzioni rappresentino per il loro operare nel senso di una crescita della produzione e di un aumento del benessere.
L'ultimo capitolo si propone di trarre da quanto visto in precedenza qualche conclusione sul rapporto tra sviluppo economico e mutamento istituzionale e sul ruolo che in questi processi dovrebbe avere lo Stato.

Franco Volpi insegna Economia dello sviluppo nell'Università di Firenze. È autore di volumi e saggi di finanza pubblica, politica economica, metodo e storia dell'economia, teoria e politica dello sviluppo. Su questi ultimi temi, per FrancoAngeli, ha curato Debito estero e sviluppo del terzo mondo (1989) e (in collaborazione con B.F. Mersi) Crisi, aggiustamento, sviluppo. Il caso dell'Africa Subsahariana (1993) sempre presso FrancoAngeli ha pubblicato Introduzione all'economia dello sviluppo (1994) e (in collaborazione con M. Biggeri) Teoria e politica dell'aiuto allo sviluppo (2006).

Indice


Prefazione
Parte I. Sviluppo e sottosviluppo
Introduzione
Crescita, sviluppo economico, sviluppo umano
(Definizioni dello sviluppo; Lo sviluppo come crescita del prodotto nazionale; Lo sviluppo come cambiamento strutturale; Sviluppo, benessere e qualità della vita)
Lo sviluppo capitalistico e le sue fasi
(Lo sviluppo come trasformazione strutturale del sistema capitalistico; La trasformazione al capitalismo; Le fasi dello sviluppo capitalistico)
Origini e storia del sottosviluppo
(Arretratezza e sottosviluppo come stato originario; Il sottosviluppo come prodotto della storia; Centro e periferia nella storia del capitalismo: la fase della transizione; Centro e periferia nelle fasi di sviluppo del capitalismo: dalla rivoluzione industriale alla prima guerra mondiale; Dalla prima guerra mondiale all'"età dell'oro" del secondo dopoguerra; Centro, periferia e globalizzazione)
Paesi in via di sviluppo e paesi meno sviluppati
(Caratteri strutturali di un paese sottosviluppato; Il sistema mondiale e la periferia nei primi anni del 2000; Sottosviluppo, povertà,emergenze)
Parte II. Crescita e sviluppo nell'economia politica
Introduzione
Sviluppo economico e istituzioni
(Perché l'economia dello sviluppo richiede lo studio delle istituzioni; Perché l'economia dello sviluppo ha trascurato le istituzioni)
Il problema dello sviluppo nella storia del pensiero economico
(Tra diversi periodi del pensiero economico. Gli economisti classici; Lo sviluppo capitalistico in Marx; L'economia neoclassica, Schumpeter e Keynes)
Teorie della crescita ed economia dello sviluppo
(Le origini; Le teorie della crescita: i modelli keynesiani; I modelli neoclassici; Le nuove teorie della crescita; I limiti dei modelli di crescita; Origini, caratteristiche e requisiti dell'economia dello sviluppo; Paradigmi teorici e orientamenti politici)
Parte III. Dal sottosviluppo allo sviluppo
Introduzione
L'accumulazione del capitale
(L'investimento come fattore della crescita; Risparmio, investimento e industrializzazione; Investimento ed economie esterne; Condizioni e ostacoli istituzionali all'investimento: imprese, diritti di proprietà, contratti; Mercato, piano, cooperazione; La formazione del capitale fisso sociale; Il sistema finanziario e gli investimenti esteri)
La crescita della popolazione
(La variabile demografica e la crescita del reddito; Crescita demografica e sviluppo: il modello della trappola maltusiana; Crescita della popolazione, risparmio e investimento; Crescita demografica, istituzioni e politiche economiche)
Il progresso tecnico
(Progresso tecnico e crescita; Trasferimento e scelta delle tecniche; Adattamento delle tecniche e progresso tecnico endogeno; Il progresso tecnico e le riforme delle istituzioni in agricoltura; Istituzioni, ricerca e sviluppo)
Capitale umano
(Investimento in capitale umano e suo rendimento; L'investimento in capitale umano nelle economie sottosviluppate; Ostacoli alla formazione di capitale umano; Dal capitale umano al capitale sociale)
Il commercio internazionale
(Gli effetti del commercio internazionale sull'efficienza; I vantaggi dinamici del commercio internazionale; I paesi periferici nel mercato mondiale; Effetti negativi del protezionalismo e liberalizzazione degli scambi; I limiti delle teorie liberiste; Globalizzazione, sottosviluppo e istituzioni)
Distribuzione del reddito, crescita e sviluppo
(Distribuzione funzionale e crescita; Distribuzione interpersonale, disuguaglianza e povertà; Effetti della distribuzione sulla crescita e lo sviluppo; Diseguaglianza orizzontale, polarizzazione e conflitti; Distribuzione, sviluppo umano, istituzioni)
Sviluppo economico e mutamento istituzionale
(Istituzioni e sistema istituzionale; Il mutamento istituzionale; Lo Stato e lo sviluppo economico)
Riferimenti bibliografici
Indice dei riquadri.