La controriforma della giustizia del lavoro
Contributi
Giovanni Cannella, Linda D'Ancona, Fabrizia Garri, Margherita Leone, Graziella Mascarello, Fausto Nisticò, Carla Ponterio, Roberto Riverso, Rita Sanlorenzo, Roberto Santoro, Anna Luisa Terzi, Amelia Torrice
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2011   (Codice editore 1297.28)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26.50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856837179

In breve
Attraverso i contributi di magistrati del lavoro di lunga esperienza, il volume offre un primo strumento di conoscenza e valutazione della legge n. 183 del 2010 in materia di diritto del lavoro, nonché una disamina del contrasto di molte sue parti con i principi della Carta del 1948, e fornisce ipotesi di interpretazione costituzionalmente orientata delle norme più ambigue o controvertibili.
Presentazione del volume

La politica del diritto del lavoro e delle relazioni industriali del centro-destra è stata caratterizzata, nell’ultimo decennio, dal tentativo di ridurre l’ambito della giurisdizione, di indebolire le organizzazioni sindacali non disposte ad abbandonare un ruolo conflittuale e di erodere l’argine rappresentato dalla inderogabilità delle norme di legge e dei contratti collettivi.
In questo percorso si colloca ora la legge n. 183 del 2010, summa culturale e politica di una risalente scelta restauratrice. Le sue disposizioni non si limitano a modificare profondamente la disciplina del processo del lavoro ma incidono anche, in maniera trasversale, sui diritti sostanziali dei lavoratori. La reazione, pur tardiva, della Cgil e il rinvio alle Camere, da parte del Presidente della Repubblica, del primo testo approvato hanno indotto il Parlamento a qualche aggiustamento che non ne ha scalfito il carattere regressivo. Di fronte a tale svolta legislativa sarà molto importante l’opera della giurisprudenza anche perché alcune delle nuove disposizioni, come quella sulle certificazioni dei contratti di lavoro, sembrano votate a un destino di ineffettività e altre, per esempio in tema di contratti a termine, ben difficilmente potranno superare il vaglio di compatibilità con la Costituzione e con il diritto europeo, “chiave di lettura” obbligata anche per la giurisdizione del lavoro italiana.
Attraverso i contributi di magistrati del lavoro di lunga esperienza questo volume offre un primo strumento di conoscenza e valutazione del testo legislativo, nonché una disamina del contrasto di molte sue parti con i principi della Carta del 1948, e fornisce ipotesi di interpretazione costituzionalmente orientata delle norme più ambigue o controvertibili.

Fabrizio Amato, magistrato, è presidente del Tribunale di Pistoia, dopo essere stato, per oltre trent’anni, giudice del lavoro in primo grado ed in appello. Coordinatore del “gruppo lavoro” di Magistratura democratica è autore di numerose pubblicazioni in materia lavoristica e collabora con diverse riviste tra cui Questione giustizia e D&L Rivista critica di diritto del lavoro.
Sergio Mattone, è stato fino al 2009 presidente della Sezione lavoro della Corte di cassazione e, nel quadriennio 1998-2002, membro del Consiglio superiore della magistratura. Collabora con giornali e riviste ed è componente del comitato direttivo di Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale e di D&L Rivista critica di diritto del lavoro nonché del comitato scientifico di Questione giustizia.

Indice
Introduzione
Fabrizio Amato, Sergio Mattone, Il “collegato lavoro”: ancora una legge per la riduzione dei diritti
Saggi
Rita Sanlorenzo, I limiti al controllo del giudice in materia di lavoro
Roberto Riverso, La certificazione dei contratti e l’arbitrato: vecchi arnesi, nuove ambiguità
Carla Ponterio, Le motivazioni poste a base del licenziamento
Roberto Santoro, L’impugnazione dei licenziamenti
Fausto Nisticò, I contratti di lavoro a termine: profili sostanziali
Graziella Mascarello, I contratti di lavoro a termine: profili procedurali
Giovanni Cannella, Tutela giudiziaria ed estensione delle ipotesi di decadenza
Linda D’Ancona, Il contratto a progetto e la sua sanatoria
Margherita Leone, Amelia Torrice, Il tentativo di conciliazione
Fabrizia Garri, L’udienza di discussione: il ruolo del giudice “conciliatore” e il novum della proposta transattiva
Anna Luisa Terzi, La nuova disciplina delle spese processuali
Appendice
Legge 4 novembre 2010 n. 183 (articoli 30, 31, 32 e 50)
Messaggio del Capo dello Stato 31 marzo 2010 (rinvio alle Camere della legge delega in materia di lavoro)
Tribunale Trani, sezione lavoro – 20 dicembre 2010, Gianfranco contro Poste Italiane Spa, giud. La Notte Chirone
Tribunale Napoli, sezione lavoro – 21 dicembre 2010, Mattera contro Caremar, giud. Coppola
Corte appello Roma, sezione lavoro – 30 novembre 2010, Aquilanti contro Poste Italiane Spa, pres. Est. Cannella
Gli autori