La Legge n. 40 del 2004 ancora a giudizio. La parola alla Corte Costituzionale
Contributi
Gianni Baldini, Sandrine Chamayou, Massimo Clara, Maria Paola Costantini, Filomena Gallo, Antonino Guglielmino, Rosaria Iardino, Claudia Livi, Costanza Nardocci, Alessandra Osti, Sebastiano Papandrea, Guido Ragni, Alessandra Riccaboni, Monica Soldano, Alessandra Vucetich
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2012   (Codice editore 320.62)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36.50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820404017

In breve
Alcuni contributi di natura giuridica e medica sulla legge n. 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita. Il testo affronta i due aspetti maggiormente problematici della legge: il divieto di fecondazione con donazione di gameti esterni alla coppia e la diagnosi genetica preimpianto.
Presentazione del volume

Il volume intende affrontare i due aspetti maggiormente problematici relativi alla legge n. 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita: da un lato, il divieto di fecondazione con donazione di gameti esterni alla coppia, sulla cui legittimità costituzionale, a seguito della decisione definitiva resa contro l'Austria da parte della Corte EDU, è chiamato a pronunciarsi il Giudice delle Leggi; dall'altro, la diagnosi genetica preimpianto, la cui legittimità è stata ancora messa in discussione, pur a fronte della nota sentenza n. 151 del 2009 della Corte Costituzionale.
Il volume, accanto ai contributi giuridici, raccoglie il punto di vista medico, che si presenta particolarmente importante in una materia, quale quella della procreazione medicalmente assistita, soggetta all'evoluzione scientifica.

Marilisa D'Amico, avvocato cassazionista, professore ordinario di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano, direttore della Sezione di Diritto costituzionale del Dipartimento di Diritto pubblico, processuale civile, internazionale ed europeo della medesima Facoltà. Ha fatto parte del collegio nazionale di avvocati che ha difeso le coppie davanti alla Corte Costituzionale nel giudizio che ha portato alla sentenza n. 151 del 2009. Fa parte del collegio di difesa nell'ambito del nuovo giudizio instaurato davanti alla Corte sulla legittimità costituzionale del divieto di procreazione assistita di tipo eterologo. È componente del Comitato Pari Opportunità dell'Università, dell'Ordine degli avvocati di Milano e della Provincia di Milano. Per i nostri tipi ha pubblicato: I diritti contesi (2008); Laicità per tutti , con Anna Puccio (2009); I diritti delle coppie infertili. Il limite dei tre embrioni e la sentenza della Corte costituzionale , con Irene Pellizzone (2010); Il divieto di donazione dei gameti. Fra Corte Costituzionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo , con Benedetta Liberali (2011).
Benedetta Liberali , avvocato del Foro di Milano e dottore di ricerca in Diritto costituzionale presso il Dipartimento di Diritto pubblico, processuale civile, internazionale ed europeo della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano. È autrice di saggi relativi alla materia della procreazione medicalmente assistita e ai diritti costituzionali sottesi. Per i nostri tipi, ha pubblicato Il divieto di donazione dei gameti. Fra Corte Costituzionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo , con M. D'Amico (2011); Il reato di atti persecutori. Profili costituzionali, applicativi e comparati (2012).

Indice


Marilisa D'Amico, Introduzione. La fecondazione artificiale fra Legislatore, Giudice costituzionale e Giudici comuni
Parte I. La fecondazione medicalmente assistita con donazione di gameti. La prospettiva italiana
Massimo Clara, I nemici della fecondazione eterologa e il loro convitato di pietra
Maria Paola Costantini, Tutele e garanzie nella donazione dei gameti: le possibili risposte dell'ordinamento italiano
Filomena Gallo, Divieto di applicazione di tecniche di fecondazione medicalmente assistita con gameti di terzo esterno alla coppia (tecniche eterologhe): passato, presente e futuro
Rosaria Iardino, Legge n. 40 del 2004 ancora a giudizio
Monica Soldano, Fecondazione con donazione: la storia e le ragioni di un divietoda ridiscutere
Parte II. La fecondazione medicalmente assistita con donazione di gameti. La prospettiva europea
Gianni Baldini, Procreazione assistita eterologa e diritti della persona tra principi costituzionali e pronunce della Corte EDU
Benedetta Liberali, Il margine di apprezzamento riservato agli Stati e il cosiddetto time factor. Osservazioni a margine della decisione della Grande Camera resa contro l'Austria
Costanza Nardocci, La centralità dei Parlamenti nazionali e un giudice europeo lontano dal ruolo di garante dei diritti fondamentali. A commento della sentenza della Grande Camera S. H. e altri vs Austria
Alessandra Osti, Interpretazione evolutiva, margine di apprezzamento e dottrina del consenso: il bilanciamento di tali strumenti nella sentenza della Grande Camera in materia di fecondazione eterologa in vitro
Sebastiano Papandrea, La Corte EDU il margine di apprezzamento e il divieto di "eterologa"
Parte III. La diagnosi genetica preimpianto
Gianni Baldini, Considerazioni sulla diagnosi genetica pre impianto nell'evoluzione normativo-giurisprudenziale intervenuta
Maria Paola Costantini , Sandrine Chamayou, Antonino Guglielmino, La diagnosi genetica di pre-impianto
Parte IV. I contributi del mondo medico-scientifico
Claudia Livi, La diagnosi pre-impianto: considerazioni e brevi note tecniche
Alessandra Riccaboni, Guido Ragni, Donazione dei gameti
Alessandra Vucetich, La diagnosi genetica preimpianto: nuove prospettive dopo la sentenza n. 151 del 2009
Appendice. La sentenza della Grande Camera
Nota sugli autori
Ringraziamenti.