Custodire il fuoco. Saggi di filosofia del diritto
Autori e curatori
Contributi
Francesco Cavalla, Stefano Fuselli, Paolo Moro, Claudio Sarra, Paolo Sommaggio
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2013   (Codice editore 503.16)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33.00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820479114
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891703439
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Una raccolta di saggi di Filosofia del diritto, opera di alcuni studiosi formatisi grazie al magistero di Francesco Cavalla. Gli autori dei testi hanno cercato di realizzare un’armonia che testimoniasse il tratto costitutivo dell’insegnamento del loro Maestro: rispettare le differenze di interessi e di prospettive promuovendo nel contempo un incessante confronto dialettico fra le stesse.
Presentazione del volume

"Custodire il fuoco, senza adorare le ceneri": questo è l'intento che si sono proposti con la pubblicazione alcuni studiosi, formatisi grazie al magistero di Francesco Cavalla.
La metafora del fuoco è sembrata fondamentale sotto due profili. Innanzitutto, il custodire il fuoco richiama il dovere di "far ardere" il Logos, il fuoco eracliteo, per consentire il "dire collegando" grazie alla riflessione critica su alcuni aspetti della tradizione e della attualità occidentale nei quali la vita intellettuale rischia di perdersi, facendosi mera cenere. In secondo luogo, il richiamo al noto aforisma di Gustav Mahler risulta particolarmente suggestivo poiché gli autori dei saggi qui contenuti hanno cercato di realizzare un'armonia che testimoniasse il tratto costitutivo dell'insegnamento del loro Maestro: rispettare le differenze di interessi e di prospettive promuovendo nel contempo un incessante confronto dialettico fra le stesse. In questo modo, una riflessione sulla dimensione paradossale di alcuni valori celebrati nella cultura moderna (F. Zanuso), una indagine sulla giustizia che coinvolge i rapporti tra neuroscienze e filosofia del diritto (S. Fuselli), uno studio sul concetto di libertà indisponibile e sulle sue cadute in ambito giuridico (P. Moro), un approfondimento del tema dell'eticità pensata come non prescrittività (P. Sommaggio) e, infine, una analisi della giustizia distributiva nell'era della positività pluritipica (C. Sarra) confidano di dialogare in armonia.

Francesca Zanuso, professore ordinario di Filosofia del Diritto nell'Università degli Studi di Verona, è autrice di numerose monografie dedicate ai presupposti antropologici e culturali della controversia giuridica nella modernità, a tematiche bio-giuridiche e filosofico-penalistiche. Per i nostri tipi ha contributo con un saggio nei seguenti volumi: Retorica Processo Verità (2007) di F. Cavalla; La dignità oltre alla cura (2009) a cura di G.L. Cetto; Positività e giurisprudenza. Teoria e prassi della formazione giudiziale del diritto (2012) a cura di P. Moro e C. Sarra. Ha, inoltre, curato sempre per FrancoAngeli il volume Il filo delle Parche. Opinioni comuni e valori condivisi nel dibattito biogiuridico (2009) e, insieme con S. Fuselli, Il lascito di Atena. Funzioni strumenti ed esiti della controversia (2011).

Indice


Francesco Cavalla, Prefazione. Il "custodire il fuoco"
Francesca Zanuso, Autonomia, uguaglianza, utilità. Tre paradossi del razionalismo moderno
Stefano Fuselli, Sulle radici antropologiche della giustizia. Spunti per un dialogo fra neuroscienze e filosofi a del diritto
Paolo Moro, Libertà indisponibile. Un percorso critico
Paolo Sommaggio, Tetica I. Riflessioni preliminari
Claudio Sarra, L'imposizione nell'era della positività pluritipica: la giustizia tributaria e la Filosofia del diritto contemporanea.