La scienza delle finanze in Italia. Una prospettiva storica siciliana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 170,      1a edizione  2017   (Codice editore 363.111)

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891757029
Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume ripercorre il processo formativo iniziale tanto della scienza delle finanze quanto dell’avvio teorico delle "assicurazioni sociali obbligatorie" che costituiscono la prima fase storica dell’attuale sistema di "sicurezza sociale". Focalizzandosi sul periodo dalla seconda metà del XIX secolo all’ascesa del fascismo, il testo prende in considerazione alcune figure emergenti di economisti siciliani che hanno rappresentato la novità teorica del tempo, derivata dal dibattito sulla "questione sociale".
Presentazione del volume

Si ripercorre il processo formativo iniziale tanto della scienza delle finanze quanto dell'avvio teorico delle "assicurazioni sociali obbligatorie" che costituiscono la prima fase storica dell'attuale sistema di "sicurezza sociale".
Del periodo posto sotto osservazione, dalla seconda metà del XIX secolo all'ascesa del fascismo, si prendono in considerazione alcune figure emergenti di economisti siciliani, Vito Cusumano, Fabrizio Natoli, Giuseppe e Paolo Ricca Salerno, Giovanni De Francisci Gerbino, che hanno rappresentato la novità teorica del tempo, derivata dal dibattito sulla "questione sociale".
La scienza delle finanze è una scienza in evoluzione che si è andata modificando nel tempo al fine di rispondere alle esigenze economiche dei diversi periodi storici e rispecchiando in ciascuna fase il diverso ruolo svolto dallo Stato.
Dal confronto tra storia del pensiero economico e storia del pensiero finanziario si rileva la necessità di ricomporre in sede storiografica quella totalità che è evidenziata nella Wealth of Nations di Adam Smith, ma è sottointesa nell'origine istituzionale e scientifica della scienza delle finanze e della politica economica.

Anna Li Donni è professore di Storia del pensiero economico al Dipartimento di Cultura e Società dell'Università di Palermo. I suoi interessi riguardano l'evoluzione delle dottrine economiche e finanziarie in Italia, la natura epistemologica moderna della scienza economica e gli studi dei problemi territoriali ed urbani. È autore di articoli scientifici e monografie pubblicate da case editrici nazionali.

Paolo Li Donni è professore di Scienza delle finanze al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche dell'Università di Palermo. Conduce ricerche sul tema dei sistemi assicurativi pubblici e privati, sulle determinanti della spesa del settore pubblico e sulla misurazione delle ineguaglianze e della povertà. È autore di numerosi articoli scientifici su riviste di rilevanza internazionale.

Indice
Premessa
Le prime dottrine di "Scienza delle finanze" in Italia
(L'emergere dell'interesse per la finanza pubblica; La stasi della storiografia del pensiero "finanziario" in Italia; Ricomposizione storiografica delle dottrine economiche e finanziarie; La storia delle istituzioni finanziarie; Lo "Stato monopolistico" di A. De Viti De Marco; Contratto sociale e modello di finanza pubblica "liberal borghese"; Dal dibattito sulla "questione sociale" al modello di finanza pubblica "democratica")
Vito Cusumano: dal socialismo della cattedra alla scienza delle finanze
(Vito Cusumano e la diffusione del socialismo della cattedra; La cultura economica in Sicilia nella prima metà dell'Ottocento; La prima formazione culturale di Vito Cusumano; La questione epistemologica nella scuola del socialismo della cattedra; Il ruolo dello Stato e delle imprese pubbliche; Teoria generale del sistema tributario e del debito pubblico; La Prolusione del 5 febbraio 1878; Le Lezioni dell'a.a. 1904-1905)
Giuseppe Ricca Salerno e la Tradizione Finanziaria Italiana
(I fondamenti della nascita della scienza delle finanze in Italia; La "situazione classica" della scienza delle finanze in Italia; L'avvio della "Tradizione Finanziaria Italiana"; Giuseppe Ricca Salerno; La Prolusione del 25 gennaio 1878 e il manoscritto "Lezioni di Scienza delle finanze"; Il metodo; La teoria marginalista nella dottrina finanziaria; Il trattato Scienza delle finanze)
Il sistema delle assicurazioni sociali
(Il contesto storico della genesi del sistema di "assicurazione sociale"; Giuseppe Ricca Salerno nella costituzione del sistema delle "assicurazioni sociali"; Vito Cusumano e la nascita dello stato sociale in Italia; Fabrizio Natoli e il sistema delle assicurazioni sociali; Antonio Salandra e la critica al "Socialismo di Stato"; L'avvio del sistema di "assicurazione sociale" nel pensiero degli economisti)
Dal Marginalismo alla "Tradizione Finanziaria Italiana"
(Fabrizio Natoli; De Francisci Gerbino docente di scienza delle finanze; Paolo Ricca Salerno e i suoi scritti di finanza pubblica)
Bibliografia generale
Indice dei nomi
Appendice. Lettere di Vito Cusumano a Fedele Lampertico.