Il distretto della pesca di Mazara del Vallo

Una buona pratica di cooperazione tra aziende internazionali

Contributi
Roberto Di Mauro, Angelo di Stasi, Francesco Paolo La Mantia, Giuseppe Pernice, Antonio Ricciardi, Gianfranco Rizzo, Alessandro Spadaro, Valter Taranzano, Adolfo Urso, Federica Vazzana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,      1a edizione  2008   (Codice editore 365.688)

Il distretto della pesca di Mazara del Vallo. Una buona pratica di cooperazione tra aziende internazionali
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856813593
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856809824
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

L’evento più significativo nella vita del Distretto della Pesca è innegabilmente il Medi District, frutto dei lavori dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo. La cooperazione scientifica e culturale fra i Paesi del Mediterraneo centrale è il presupposto ineludibile per la realizzazione del principale obiettivo del Medi District: l’esportazione nei Paesi Rivieraschi del modello industriale e produttivo italiano, il Distretto.

Presentazione del volume

Il risultato più significativo nella vita del Distretto della Pesca è il Medi District, frutto dei lavori dell'Osservatorio della Pesca del Mediterraneo.
Al centro dell'iniziativa, che vede coinvolti i Paesi del Mediterraneo ed oltre, c'è la cooperazione scientifica e culturale quale presupposto per la realizzazione del principale obiettivo del Distretto Mediterraneo: l'esportazione del modello di sviluppo distrettuale, caratteristico del Sistema Italia.
L'obiettivo è stato perseguito grazie al fondamentale supporto dell'ICE (Istituto per il commercio con l'Estero) e delle Ambasciate d'Italia al Cairo, Tripoli e Tunisi, Amman, Beirut, attraverso la creazione di una rete transnazionale di relazioni fondata sulla collaborazione con i Paesi del Nord Africa.
Il Distretto Mediterraneo si fonda infatti sulla condivisione tra le imprese e le istituzioni di servizi, beni e saperi, unita alla collaborazione ed all'integrazione sociale e culturale tra i Paesi della Riva Sud del Mediterraneo.
L'intensa opera di mediazione messa in atto attraverso il Distretto Mediterraneo contribuisce altresì a distendere i rapporti con i Paesi della Sponda Sud nel settore ittico, anche al fine di superare le ben note controversie.
Il lavoro dell'Osservatorio a supporto del Distretto è una vera innovazione di metodo: "mettere insieme" mondi spesso distanti fra di loro, quali imprese, sindacati, banche, istituzioni, università di diverse nazioni mediterranee in un comune laboratorio culturale concorre a guidare il Sistema Pesca Sicilia verso le giuste frontiere dell'innovazione, dell'internazionalizzazione e della convivenza pacifica.

Vincenzo Fazio, è ordinario di Economia presso l'Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Economia, della quale presiede il SEAF, Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Finanziarie.
Antonio Ricciardi è ordinario di Economia aziendale presso la Facoltà di Economia dell'Università della Calabria dove insegna Analisi di bilancio, Economia dei gruppi e Strategia e politica aziendale. È Coordinatore dell'Osservatorio dei Distretti Italiani realizzato da Federazione dei Distretti Italiani, Confindustria e Unioncamere.

Indice



Valter Taranzano, Introduzione. A Mazara del Vallo un distretto attivo che si sviluppa pensando al futuro
Adolfo Urso, Presentazione. Il Distretto della Pesca di Mazara del Vallo. Una buona pratica di cooperazione tra aziende internazionali
Antonio Ricciardi, I distretti industriali in Italia: un fenomeno in evoluzione
(Introduzione; Le caratteristiche delle imprese distrettuali; I vantaggi competitivi dei distretti; Il ciclo di vita dei distretti; La nuova classificazione dei distretti; Patrizia Pastore, Santa Croce sull'Arno: un esempio di distretto dinamico; Patrizia Pastore, La governance: fattore determinante per lo sviluppo e il consolidamento dei distretti; Dai distretti industriale alle reti di imprese: un modello organizzativo in evoluzione; Conclusioni; Bibliografia)
Vincenzo Fazio, Il ruolo della pesca in Sicilia: criticità e potenzialità del Distretto Produttivo della Pesca di Ma zara del Vallo
(Premessa; La logica distrettuale e il 1° programma nazionale della pesca 2007-2009; Il settore della pesca in Sicilia nel contesto internazionale e nazionale; Gli strumenti di intervento del programma nazionale e la strategia del Distretto di Mazara del Vallo)
Giuseppe Pernice, L'"Osservatorio della Pesca Mediterranea": strumento di supporto alla governance del Distretto Produttivo della Pesca
Alessandro Spadaro, Le caratteristiche del distretto: un'esperienza empirica di ricerca
(Risultati check-up imprese del distretto pesca; Metodologie e strumenti della ricerca sulle caratteristiche individuali delle imprese: il questionario; Strutturazione e caratteristiche delle aziende campione; Percorso metodologico; I risultati della ricerca per aree di indagine; Attività di formazione; Rapporti con distretto; Breve iter dell'indagine statistica per aree di intervento; Conclusioni)
Angelo di Stasi, Antonio Ricciardi, Francesco Paolo La Mantia, Gianfranco Rizzo, Le strategie del Distretto di Mazara del Vallo
(Internazionalizzazione: le politiche del Ministero dello Sviluppo Economico; La gestione finanziaria; Innovazione tecnologica nel Distretto Produttivo della Pesca di Mazara del Vallo; Bibliografia)
Roberto Di Mauro, Conclusioni
Federica Vazzana, Francesco Mezzapelle, Appendice 1. Il cammino del Distretto della Pesca
Federica Bazzana, Appendice 2. L'attività del Distretto: dalla nascita a oggi
Appendice 3. Programma di cooperazione italo-libico nella filiera ittico-industriale
Appendice 4. Memorandum of Understanding in esecuzione degli accordi bilaterali fra Egitto e Italia nel settore della pesca
Appendice 5. Cooperazione italo-tunisina nel settore ittico
Appendice fotografica.