Massimo D'Antona: l'attualità di un pensiero

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2009   (Codice editore 300.63)

Massimo D'Antona: l'attualità di un pensiero
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856808797
Clicca qui per provare l'e-book

In breve

La rilettura di alcuni dei saggi più significativi del giuslavorista Massimo D’Antona, a dieci anni dal suo assassinio in un attentato terroristico. Le riletture, pubblicate sul numero 1/2009 del Giornale di diritto del lavoro e di relazioni industriali, sono state presentate in un ciclo di seminari organizzato dall’Associazione “Su & Giù”, a cui aderiscono i giuslavoristi di Siena, Urbino e Cassino.

Presentazione del volume

Questo volume raccoglie le riletture di alcuni dei saggi più significativi di Massimo D'Antona, il giuslavorista ucciso nel 1999 in un attentato terroristico. Le riletture, pubblicate sul fascicolo n. 1 del 2009 del Giornale di diritto del lavoro e di relazioni industriali, sono state presentate in un ciclo di seminari organizzato nel 2007/2008 dall'Associazione "Su & Giù", a cui aderiscono i giuslavoristi di Siena, Urbino e Cassino: Lorenzo Gaeta, Franca Borgogelli, Piera Campanella, Paolo Pascucci ed Edoardo Ales.
Il ciclo di riletture si è articolato in quattro tappe: Urbino, con gli interventi di Franco Carinci e Bruno Caruso; Cassino, con Roberto Romei e Arturo Maresca; Siena, con Mario Rusciano e Francesco Liso; Pontignano, con Silvana Sciarra e Raffaele De Luca Tamajo. Insieme alle riletture sono pubblicati due ricordi di Massimo D'Antona di due colleghi stranieri, Karl Klare e Antonio Baylos.
Con la pubblicazione di questo e-book l'Associazione "Su & Giù" e il Giornale di diritto del lavoro e di relazioni industriali intendono diffondere il proprio omaggio scientifico, dieci anni dopo la sua drammatica scomparsa, ad uno studioso che è stato fra i più lucidi interpreti del diritto sindacale e del lavoro.

Paolo Pascucci è professore ordinario di Diritto del Lavoro nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Urbino "Carlo Bo". È redattore del Giornale di diritto del lavoro e di relazioni industriali e di Diritti lavori mercati; è membro del Comitato scientifico della Rivista del diritto della sicurezza sociale e del Comitato di direzione de Il lavoro nelle pubbliche amministrazioni. È autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto sindacale e del lavoro, tra cui le monografie Tecniche regolative dello sciopero nei servizi essenziali (Torino, 1999), Stage e lavoro. La disciplina dei tirocini formativi e di orientamento (Torino, 2008), Dopo la legge n. 123 del 2007. Prime osservazioni sul Titolo I del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (Pesaro, 2008). È presidente del Comitato tecnicoscientifico di "Olympus", Osservatorio per il monitoraggio permanente della legislazione e giurisprudenza sulla sicurezza del lavoro istituito presso l'ateneo urbinate.

Indice


Indice


Paolo Pascucci, Prefazione: le riletture delle opere di Massimo D'Antona
Karl Klare, Un giuslavorista americano ricorda Massimo D'Antona
Antonio Baylos Grau, Queremos tanto a Massimo
Franco Carinci, Massimo D'Antona e la "contrattualizzazione" del pubblico impiego: un tecnico al servizio di un'utopia
Bruno Caruso, Nella bottega del maestro: "Il quarto comma dell'art. 39 della Costituzione, oggi (sapere, tecnica e intuizione nellacostruzione di un saggio
Roberto Romei, Tra politica e diritto: rileggendo "Limiti costituzionali alla disponibilità del tipo contrattuale nel diritto del lavoro
Arturo Maresca, Autonomia e diritti individuali nel contratto di lavoro (rileggendo "L'autonomia individuale e le fonti del diritto del lavoro")
Mario Rusciano, Legge sullo sciopero e modello neo-istituzionale
Francesco Liso, Il diritto al lavoro
Silvana Sciarra, Post positivista e pre globale. Ancora sull'anomalia del diritto del lavoro italiano
Raffaele De Luca Tamajo, Massimo D'Antona, esperto "strutturista": l'erosione dei pilastri storici del diritto del lavoro
Notizie sugli autori