Distretti e reti di imprese

Evoluzione organizzativa, finanza innovativa, valutazione mediante rating

Autori e curatori
Contributi
Patrizia Pastore, Antonio Ricciardi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 210,      1a edizione  2009   (Codice editore 365.757)

Distretti e reti di imprese. Evoluzione organizzativa, finanza innovativa, valutazione mediante rating
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856816174

In breve

Il volume esamina il contributo che l’appartenenza a un distretto e/o a una rete offre allo sviluppo competitivo delle piccole e medie imprese. Il testo evidenzia come distretti e reti caratterizzati da una governance condivisa riescano più efficacemente a pianificare il proprio sviluppo, garantendo diffusione di best practice, know-how e innovazione. L’attenzione si focalizza poi sui vantaggi (accesso a fonti di finanziamento innovative e miglioramento dei rapporti banca-impresa) che queste imprese possono conseguire con l’introduzione di Basilea 2.

Presentazione del volume

Il tessuto produttivo italiano è caratterizzato dalla diffusione dei distretti industriali e delle reti di imprese. Queste forme di organizzazione interaziendale, fondate sulla collaborazione con fornitori, concorrenti, clienti, hanno consentito a un sistema industriale frammentato come è quello italiano (il 95% delle imprese ha meno di dieci dipendenti) di realizzare comunque buone performance. Restano, tuttavia, diverse criticità derivanti in gran parte dalla ridotta dimensione (innovazione, export, gestione finanziaria) che occorre superare affinché le Pmi conseguano adeguati livelli di competitività. Obiettivo di questo lavoro è esaminare il contributo che l'appartenenza a un distretto e/o ad una rete può offrire allo sviluppo competitivo delle piccole e medie imprese.
La prima parte del lavoro è dedicata al sistema di governo delle relazioni, evidenziando come distretti e reti caratterizzati da una governance condivisa riescano più efficacemente a pianificare il proprio sviluppo e a darsi una strategia progettuale migliorando l'efficacia degli interventi, alimentando scambi di informazioni e garantendo diffusione di best practice, know-how e innovazione.
Nella seconda parte, l'attenzione si focalizza sui vantaggi che le imprese distrettuali e reticolari possono conseguire in termini di accesso a fonti di finanziamento innovative e di miglioramento dei rapporti banca-impresa alla luce dell'introduzione di Basilea 2. Al riguardo, l'ultimo capitolo contiene una proposta metodologica di elaborazione di rating per i distretti e le reti finalizzata a valutarne l'affidabilità non solo attraverso le tradizionali fonti informative ma anche mediante la valutazione del sistema relazionale. In questa prospettiva, l'assegnazione di un rating a distretti e reti potrebbe trasformare in un'opportunità l'applicazione di Basilea 2 e stimolare il ricorso congiunto a forme di finanziamento alternative come i bond di distretto.

Silvia Tommaso ha conseguito il dottorato di ricerca in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche. Attualmente è docente a contratto di Analisi e Contabilità dei Costi presso la Facoltà di Economia dell'Università della Calabria. I suoi temi di ricerca riguardano le Pmi, i distretti industriali e le reti di imprese con particolare riguardo alla gestione finanziaria e alle implicazioni di Basilea 2.

Indice



Antonio Ricciardi, Presentazione
Prefazione
I distretti industriali: caratteristiche ed evoluzione organizzativa
(Caratteristiche della struttura produttiva italiana; I distretti industriali: aspetti introduttivi e profili teorici; Il "valore" dei distretti industriali in Italia; I vantaggi competitivi; L'organizzazione della produzione: una verifica empirica; L'evoluzione organizzativa dei distretti; L'Osservatorio Nazionale dei Distretti Italiani: la banca dati ufficiale dei distretti)
Le reti di imprese
(Le reti di imprese: aspetti introduttivi e profili teorici; Configurazioni delle reti di imprese; Vantaggi e rischi delle reti di imprese)
La normativa in materia di distretti e reti di imprese
(La normativa nazionale in materia di riconoscimento dei distretti; La normativa regionale; Recenti provvedimenti legislativi in tema di distretti; La normativa in tema di reti di imprese; Conclusioni)
Patrizia Pastore, Modelli e strutture di governance nei distretti industriali e nelle reti di imprese
(La governance dei distretti produttivi: il caso Federazione Distretti Italiani; Le strutture della governance distrettuale; La governance dei distretti veneti: una best practice; La governance dei distretti industriali: un'ipotesi di classificazione; La governance delle reti di imprese; Conclusioni)
La finanza dei distretti e delle reti di imprese in prospettiva di Basilea 2
(Premessa; Il finanziamento delle piccole e medie imprese italiane: caratteristiche peculiari; Gli strumenti per il rafforzamento patrimoniale delle reti e dei distretti; Uno strumento di diversificazione delle fonti di finanziamento: il bond di distretto e di rete; Basilea 2: i rischi e le opportunità per le reti e i distretti)
Il rating dei distretti e delle reti: una proposta metodologica
(La determinazione del rating da parte delle banche; Il rating della rete e il rating del distretto: motivazioni e obiettivi)
Conclusioni
Bibliografia.