Sessant'anni nello sport

Autori e curatori
Contributi
Enrico Prandi
Collana
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   figg. 16,     1a edizione  2011   (Codice editore 2000.1322)

Sessant'anni nello sport
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856864878
Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Riprendendo le fila di un discorso affrontato in occasione dei 40 anni del Panathlon, il volume si pone come prosieguo di quella narrazione, indagando la storia degli ultimi venti anni del Club. Come la società sia cambiata e come lo sport sia cambiato in questo lasso di tempo è materia di continuo approfondimento e ricordo per molti panathleti.

Presentazione del volume

Vivere il presente senza considerare il passato, conoscerlo, sottoporlo a critica, è un atteggiamento miope e poco lungimirante. La memoria in qualsiasi vicenda umana dà senso al presente ed aiuta a progettare il futuro. Interrogarsi dunque e ripercorrere la storia è un dovere. Non si tratta di riandare al passato con nostalgia o per riproporre modelli che il tempo ha superato, ma di seguire l'evoluzione che i fatti hanno avuto fino a condurci al presente. Il Panathlon, come movimento culturale, compie 60 anni. Come la società sia cambiata e come lo sport sia cambiato in questo lasso di tempo è materia di continuo approfondimento e ricordo per molti panathleti. La conoscenza e la comprensione tuttavia non sono scontati e se un'idea deve camminare è necessario che i giovani ne apprendano gli aspetti più significativi.
L'antropologo Marc Augè sosteneva "la necessità di reimpostarci a sentire il tempo per riprendere coscienza della Storia e per credere alla storia", in quella storia in cui devono credere soprattutto i Club che sono stati, sono e saranno sempre i protagonisti di questa avventura. Per questo specifico motivo fu riservata particolare cura agli adempimenti per la pubblicazione della storia dei primi 40 anni del Panathlon per la quale i Club avevano fornito il loro unanime parere favorevole. Ciò avrebbe consentito di non disperdere la memoria dei "padri fondatori" sul principio basilare già espresso che "qualsiasi organismo è mutilato se non custodisce la memoria delle proprie ragioni originarie". Come oggi anche allora fu incaricato per tale compito che apparve, fin da subito gravoso, implicando enormi responsabilità, il consigliere centrale Carlo Alberto Magi che, dopo un accurato e intenso lavoro di ricerca di vecchi documenti, compose la storia pubblicata nel volume 40 anni nello sport.
La storia dei primi quaranta anni finì così, con l'affermazione che gli avvenimenti degli ultimi mesi dovevano essere considerati "cronaca". Ed è questo principio, questa sottile linea di confine fra "storia" e "cronaca" che viene ripreso e più approfonditamente rivisitato in questo volume, prosieguo della narrazione della storia degli ultimi venti anni del Panathlon.

Carlo Alberto Magi è stato presidente del Club di Arezzo dal 1978 al 1981, Governatore dell'ex VI Distretto, ora Area 6, dal 1983 al 1987, Consigliere centrale del Panathlon International dal 1988 al 1991. Relatore su argomenti vari presso Club e Istituzioni Sportive, è autore di articoli riguardanti la storia delle Olimpiadi dell'Antica Grecia pubblicati su riviste specializzate e del volume 40 anni nello sport (Ed. Bonechi). Nel 2003 è stato eletto Presidente onorario del Panathlon Club Arezzo.

Indice

Enrico Prandi, Prefazione
Introduzione
I primi quaranta anni
(Nascita di un'idea; La prima espansione; La conquista dell'internazionalità; Le caratteristiche dei primi Club; I rapporti con il Comitato Internazionale Olimpico (CIO); Le presidenze Giulini e Balestra; L'espansione in America Latina; I sei mesi di Favre e l'avvento di Cappabianca alla Presidenza; L'avvento di Antonio Spallino)
Gli ultimi venti anni
(Premessa; La Storia; Il Quarantennale; Assemblea elettiva di Bologna; Il Congresso di Avignone; Assemblea Generale Elettiva di Rapallo 1996; Fondazione culturale "Panathlon International - Domenico Chiesa"; Il Congresso di Vienna; La scomparsa di Sisto Favre; Il Congresso di Palermo)
Gli anni "Duemila
(Il Congresso di Venezia; Il Flambeau d'Or; La "Prima" della Fondazione Chiesa; Assemblea di Rapallo; Il Congresso di Basilea; 41esima Assemblea Generale; Dichiarazione sull'etica dello Sport Giovanile; Il Congresso di Parma; La costituzione dei Panathlon Junior; Il nuovo Statuto; Il Congresso di Anversa; Assemblea di Sanremo; L'VIII Congresso Panamericano; Prandi all'Accademia Olimpica e il Flambeau d'Or; L'Osservatorio; Le tre giornate di Stresa; Il XVII Congresso; I Giochi Olimpici della Gioventù)
Conclusione
Appendici
(Lettera di Domenico Chiesa a Carlo Magi; Avignone: Raccomandazioni finali X Congresso; Da Avignone a Gand, di Vic De Donder; Vienna: Dichiarazione XI Congresso; Palermo: Dichiarazione XII Congresso; Venezia: Risoluzione finale XIII Congresso; Basilea: Risoluzione finale XIV Congresso; Dichiarazione del Panathlon International sull'Etica nello Sport Giovanile; Parma: Risoluzione finale XV Congresso; Anversa: Risoluzione finale del XVI Congresso; Ilaria Bertolla; Stresa: Raccomandazioni Finali del XVII Congresso; Distretto Svizzera; Relazione al Panathlon Club Arezzo di Antonio Spallino)
Consigli degli ultimi venti anni