Memoria d'Europa.

Riflessioni su dittature, autoritarismo, bonapartismo e svolte democratiche

Autori e curatori
Contributi
Paul Alliés, Stefan Bielanski, George Contogeorgis, Ioan Horga, Ariane Landuyt, Carlos Pacheco Amaral, Rigas Raftopoulos, Denis Rolland, Alina Stoica, Maria Manuela Tavares Ribeiro
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 300,   1a ristampa 2020,    1a edizione  2012   (Codice editore 1792.178)

Memoria d'Europa. Riflessioni su dittature, autoritarismo, bonapartismo e svolte democratiche
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856847048
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 25,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856874723
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume intende riflettere sulla memoria d’Europa, nel tentativo di comprendere i nessi tra le efferatezze terribili prodotte nel nostro continente e la nascita del processo di integrazione europea. Ogni autore ha tentato di analizzare in profondità un tema, talvolta legato al proprio Paese d’origine: la Francia di Vichy e di De Gaulle, la Grecia dei colonnelli, l’Italia fascista, il Portogallo di Salazar, la Romania e la Polonia comuniste.

Presentazione del volume

Possiamo trovare traccia, nella costruzione europea, di una risposta forte a un passato che ha prodotto efferatezze terribili nel nostro continente e poi in tutto il mondo? È per rispondere a questa domanda e per comprendere i nessi tra la tragica memoria delle due guerre mondiali, della Shoah e delle dittature e la nascita del processo di integrazione europea che un gruppo di studiosi ha riflettuto intorno alla memoria d’Europa. Ciascuno di essi ha tentato di analizzare in profondità un tema, talvolta legato al proprio Paese d’origine: la Francia di Vichy e di De Gaulle, la Grecia dei colonnelli, l’Italia fascista, il Portogallo di Salazar, la Romania e la Polonia comuniste. Non tanto per spiegare il fenomeno in sé, quanto per collegarlo alla storia e agli sviluppi della formazione della Comunità europea e al suo complesso processo di integrazione.
Gli elementi che emergono vanno così a ricomporre parti essenziali della memoria del nostro continente.
Il volume non presenta, quindi, testi di ricerca, ma analisi e riflessioni il cui intento, anche di natura didattica, è di oltrepassare i confini nazionali per tessere una storia comune, avvalendosi in Appendice di documenti che “parlano” direttamente al lettore, conducendolo per mano nella profondità delle argomentazioni, aiutandolo a storicizzare e a rendere più esplicito ciò che è avvenuto, e che non sempre è passato.

Giuliana Laschi è docente di Storia delle Relazioni internazionali e Cattedra Jean Monnet ad personam di Storia dell’Integrazione europea, nella Facoltà «Roberto Ruffilli» dell’Università di Bologna, sede di Forlì.


Indice


Giuliana Laschi, Premessa
Georges Contogeorgis,
Il fenomeno autoritario in Europa
Ariane Landuyt,
Fascismo e antifascismo: due visioni dell’Europa a confronto
Maria Manuela Tavares Ribeiro,
Salazar e la sua idea d’Europa: anticomunista e antidemocratica
Carlos Eduardo Pacheco Amaral,
Le Azzorre: dall’isolamento e centralismo fascista all’autonomia
Georges Contogeorgis,
La dittatura militare in Grecia (1967-1974). Questioni di approccio del fenomeno autoritario
Rigas Raftopoulos,
Gli studenti greci durante il regime dei colonnelli. Tra diritti umani violati e tensione europeista (1967-1974)
Stefan Biela?ski,
La Polonia e lo stalinismo
Ioan Horga, Alina Stoica,
Totalitarismo in Europa. Un case-study: la Romania tra dittature di destra e di sinistra (1938-1989)
Denis Rolland,
Sulla storia e la cancellazione della memoria in Europa. Varietà di amnesie e strategie di memoria in Francia dal 1940 al 1944
Paul Allies,
Il Gollismo e la V Repubblica francese: un bonapartismo in Europa
Giuliana Laschi,
Dalla memoria all’Europa
Appendice
Richard Coudenhove-Kalergi, La Pan-Europa
Le mémorandum d’Alexis Léger sur l’organisation d’un régime
d’Union fédérale européenne (1er mai 1930)
Libérer et Fédérer. L’insurgé
Discours d’António de Oliveira Salazar
Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Per un’Europa
libera e unita. Progetto d’un manifesto
La dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950
Relazione presentata a nome della Commissione politica sugli
aspetti politici ed istituzionali dell’adozione e dell’associazione
alla Comunità dall’on. Willi Birkelbach
I criteri di Copenaghen
Gli Autori
Indice dei nomi.





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi