Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Cinquant'anni dell'Università "G. D'Annunzio".

A cura di: Paola Pierucci

Cinquant'anni dell'Università "G. D'Annunzio".

Storia, attualità e prospettive

Oltre a delineare gli avvenimenti storici che hanno preceduto la nascita, nel 1965, della “Libera Università Abruzzese degli Studi ‘Gabriele d’Annunzio’”, il volume analizza le implicazioni di carattere economico, sociale, culturale e urbanistico della presenza dell’Ateneo sul territorio abruzzese nel corso dei suoi cinquant’anni di vita.

Edizione a stampa

19,50

Pagine: 150

ISBN: 9788891744210

Edizione: 1a edizione 2017

Codice editore: 2000.1458

Disponibilità: Discreta

Pagine: 150

ISBN: 9788891757142

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 2000.1458

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 150

ISBN: 9788891757159

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 2000.1458

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Il volume racconta la storia di una "giovane" università che dal momento della sua istituzione ha avuto un impatto notevole sulla realtà sociale ed economica dell'Abruzzo.
L'Università "G. d'Annunzio" risponde, negli anni Sessanta, alla duplice esigenza del congestionamento delle università storiche del Paese, ma soprattutto alla domanda di istruzione universitaria in una realtà caratterizzata, in quegli anni, da un rapido sviluppo industriale.
Il legame vitale tra crescita economica e crescita culturale fu percepito appieno dalla classe politica locale, tanto che il dibattito circa le diverse formule da adottare vide scendere in campo i più importanti uomini politici della regione.
L'avvio dei corsi fu preceduto, infatti, da una lunga e complessa fase preparatoria che si avviò agli inizi degli anni Quaranta del XX secolo e si concluse nel 1965 con la nascita della Libera Università Abruzzese degli Studi "G. d'Annunzio".
Sin dai primi momenti sviluppo economico e università rappresentarono un binomio inscindibile nella realtà abruzzese e meridionale.

Paola Pierucci è professore ordinario di Storia Economica presso l'Università degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti. I suoi interessi scientifici hanno avuto per oggetto principalmente lo studio dell'economia dell'Abruzzo moderno e contemporaneo. Si è interessata inoltre di storia monetaria e attualmente si occupa di storia della ragioneria e in particolare dell'evoluzione delle teorie e delle tecniche contabili in Europa.

Nicola Mattoscio, Introduzione
Paola Pierucci, Università e realtà locale
(Introduzione; Le università abruzzesi; Le università marchigiane; Conclusioni)
Paola Nardone, La fase preparatoria dell'Università in Abruzzo
(Introduzione; Le prime iniziative della Regione; La "soluzione intermedia" e la mobilitazione politica; La soluzione della libera Università; L'iniziativa di Giovanni Jannucci; La nascita della libera Università degli studi Gabriele d'Annunzio)
Marcello Benegiamo, Natascia Ridolfi, Università e sviluppo economico (1945-1965)
(Introduzione; Università e stato sociale; Alcuni progetti autonomi; Un bilancio negativo; La Casmez nella riflessione di Giuseppe Spataro; L'università nella prima fase della Casmez; Il ruolo dell'Isveimer: i timori degli imprenditori locali; La svolta delle istituzioni: università e consorzi industriali. Un binomio vincente; Conclusioni)
Uberto Crescenti, Cronaca dello sviluppo edilizio dell'Università "G. d'Annunzio"
(Introduzione; Il polo di Pescara; I poli di Chieti; La Facoltà di Lettere e filosofia e la palestra polifunzionale; Il polo di Teramo; Il ministro Remo Gaspari; Conclusioni)
Eide Spedicato Iengo, Una nota in margine agli effetti sociali e culturali di un ateneo di provincia. L'Università "G. d'Annunzio" di Chieti e Pescara
(Una premessa necessaria; Chiarimenti di contesto; Per entrare in argomento; Università e territorio: le risposte più usuali, le domande emergenti; Ma Chieti e Pescara apprezzano la loro università?)
Stefano Trinchese, Nel cinquantenario della "G. d'Annunzio". L'apporto della cultura umanistica
(Introduzione)
Antonello De Berardinis, Cinquant'anni di attività dell'Università "G. d'Annunzio" e dell'Archivio di Stato di Chieti. Forme, mutazioni e sopravvivenze dell'idea e della precisione di una documentazione pubblica
(Definizione tradizionale di archivio; Gli archivi in rete tra evoluzione e slittamento semantico; Tutela e conservazione o fruizione e valorizzazione; Prospettive per l'Archivio di Stato di Chieti)
Carmine Di Ilio, Considerazioni conclusive. L'Università "G. d'Annunzio": attualità e prospettive.

Contributi: Marcello Benegiamo, Uberto Crescenti, Antonello De Berardinis, Carmine Di Ilio, Nicola Mattoscio, Paola Nardone, Natascia Ridolfi, Eide Spedicato Iengo, Stefano Trinchese

Collana: Varie

Argomenti: Storia dell'istruzione e dell'educazione

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche