Digitalizzazione industriale

Un'inchiesta sulle condizioni di lavoro e salute

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 300,      1a edizione  2021   (Codice editore 1529.2.152)

Digitalizzazione industriale Un'inchiesta sulle condizioni di lavoro e salute
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Condotta attraverso la partecipazione attiva di lavoratori e delegati sindacali, questa ricerca mette in luce le condizioni di chi quotidianamente opera nei processi 4.0. L’indagine si è mossa all’interno di otto aziende suddivise in sei settori produttivi: agroalimentare, metalmeccanico, della ceramica, biomedicale, logistico, bancario. Da un approccio multi-strumento e interdisciplinare risulta un questionario d’inchiesta che ha visto coinvolti più di mille lavoratori e lavoratrici e ha analizzato le condizioni di lavoro da diversi punti di vista, con un particolare focus sui principali effetti sulla salute.

Utili Link

Il Fatto Quotidiano Lavoro, lo studio sulle conseguenze della digitalizzazione… Vedi...

Presentazione del volume

Negli ultimi anni - e fra i pilastri della progettazione sociale postpandemica - la tecnologia digitale è assurta a nuovo vettore di trasformazione dei sistemi produttivi. Contemporaneamente, il dibattito mediatico sulla digitalizzazione industriale - pur non nascondendo le contraddizioni sulla tenuta occupazionale - tende a tracciare scenari rassicuranti rispetto alla futura qualità del lavoro. In questa cornice la tecnologia viene generalmente intesa come di per sé foriera di emancipazione, mentre rimane opaco il ruolo che i diversi interessi socioeconomici ricoprono nel direzionarne gli sviluppi.
La ricerca esposta nel volume, condotta attraverso la partecipazione attiva di lavoratori e delegati sindacali, mette in luce le condizioni di chi quotidianamente opera nei processi 4.0. L'indagine si è mossa all'interno di otto aziende suddivise in sei settori produttivi: agroalimentare, metalmeccanico, della ceramica, biomedicale, logistico, bancario.
Da un approccio multi-strumento e interdisciplinare risulta un questionario d'inchiesta che ha visto coinvolti più di mille lavoratori e lavoratrici e che ha analizzato le condizioni di lavoro da diversi punti di vista: intensificazione e standardizzazione; spazio di decisionalità; rapporto di autodeterminazione uomo/macchina e controllo aziendale; relazioni socio-organizzative; insicurezza del lavoro; soddisfazione del lavoro; rapporto fra lavoro e salute. Particolare risalto si è inoltre dato ai principali effetti sulla salute: rischio stress-lavoro correlato, salute mentale, disturbi muscolo-scheletrici.
La direzione dello sviluppo tecnologico sembra proiettare i lavoratori verso una produzione estremamente intensificata, escludendoli da forme efficaci di controllo decisionale. Inoltre, nel complesso del rapporto lavoro-salute, emerge una condizione fortemente a rischio e una narrazione consapevole degli effetti negativi che intercorrono al suo interno. Bisognerebbe dunque chiedersi se le attuali politiche di digitalizzazione industriale stiano veramente tracciando un reale orizzonte di benessere collettivo o stiano invece volgendo verso un inasprimento delle condizioni di lavoro.

Dario Fontana è attualmente ricercatore di Sociologia del lavoro presso la Struttura Complessa a Direzione Universitaria "Servizio Sovrazonale di Epidemiologia" di Torino. I suoi principali ambiti di ricerca riguardano il rapporto fra lavoro e salute, l'organizzazione del lavoro, la qualità del lavoro e la salute e sicurezza sul lavoro.

Indice

Introduzione
Digitalizzazione industriale e condizioni di lavoro
(La digitalizzazione industriale come fatto sociale; Due interessi contrastanti: intensificazione del lavoro e spazi di decisionalità; L'inchiesta come approccio epistemologico)
Modelli organizzativi e condizioni di lavoro
(Industria 4.0 e Lean Production; Il cambio di paradigma nella statistica delle malattie professionali; Intensificazione e spazio decisionale: una lettura statistica)
Una metodologia interdisciplinare
(Diagnosi anamnestica dei disturbi muscolo-scheletrici; Valutazione dello stress lavoro-correlato; Strutturazione operativa delle altre dimensioni di analisi)
Analisi delle condizioni di lavoro
(Descrizione delle aziende; Intensificazione e standardizzazione del lavoro; Spazio di decisionalità: complessità, autonomia e controllo; Relazioni socio-organizzative: supporto sociale, giustizia organizzativa e violenza psicologica; Insicurezza del lavoro)
Analisi della salute e soddisfazione del lavoro
(Stress lavoro-correlato e salute mentale; Disturbi muscolo-scheletrici; Percezione del rapporto lavoro-salute; Soddisfazione del lavoro e contraddizioni)
Considerazioni conclusive
Riferimenti bibliografici.