Risultati ricerca

La ricerca ha estratto dal catalogo 27 titoli

Giovanni A. Fava

Come sospendere i farmaci antidepressivi

La gestione personalizzata delle sindromi da astinenza

Giovanni Fava affronta quello che altri ricercatori hanno finora preferito evitare. Il libro descrive le strategie di valutazione e gestione personalizzata delle problematiche legate ai farmaci antidepressivi, attingendo dalla letteratura disponibile e dalla vasta esperienza personale dell’autore. Il testo propone molti casi clinici ed esemplificazioni che aiutano a capire i complessi meccanismi legati alle sindromi da astinenza. Questo approccio altamente specialistico aiuta la persona a superare il periodo critico con uso limitato dei farmaci e a crescere in autonomia e benessere psicologico.

cod. 1143.32

Roberto Bernorio, Milena Passigato

Il piacere al femminile

Miti e realtà della funzione orgasmica nella donna

L’orgasmo, per motivi culturali ma anche per una oggettiva difficoltà di studio, rimane ancora oggi uno degli aspetti meno esplorati e meno conosciuti della sessualità femminile. Il volume analizza i risultati di un’indagine condotta su un campione di oltre 1200 donne italiane in età fertile con l’obiettivo di capire come vivono oggi la loro sessualità. Superando miti e stereotipi il testo accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta dei delicati meccanismi che modulano il piacere femminile.

cod. 1241.16

Stefano Callipo

Il suicidio

Eziopatologia, valutazione del rischio e prevenzione

Il suicidio miete nel mondo ogni anno oltre 800 mila vittime. Questo libro nasce dall’esigenza di comprendere meglio un fenomeno ancora troppo sconosciuto, di avere un supporto nello svolgere una valutazione del rischio suicidario oltre che una corretta e mirata azione preventiva. Uno strumento utile per conoscere i processi cognitivi coinvolti nella mente suicida e per riconoscere, in tempo, i segnali di allarme.

cod. 1305.270

Maria Gabriella Pediconi, Carla Urbinati

Non ci sono

Autismo: orientamenti di guarigione con la psicoanalisi

Di chi parliamo quando parliamo di autismo? Certamente di chi ne è affetto, di chi è etichettato precocemente con questa diagnosi, di chi, allarmato, chiede di spiegare sintomi incomprensibili. Infine, parliamo di chi si occupa di autismo. Dopo un secolo di elaborazioni teoriche, riteniamo che la psicoanalisi abbia ancora molto da offrire alla comprensione e al trattamento del pensiero dei soggetti autistici e possa favorire la costruzione di orientamenti alla guarigione, utili a chi come genitore, docente, educatore o terapeuta non voglia rinunciare a incontrarli.

cod. 1422.1.6

Ilaria Martelli Venturi

Trattamento dei disturbi emotivi comuni.

Guida pratica per la conduzione di gruppi

Pensato come un vero e proprio manuale, il volume è rivolto ai professionisti della salute mentale che vogliono attivare gruppi, sia in ambito pubblico che privato, con pazienti che presentano disturbi ascrivibili ai cosiddetti “disturbi emotivi comuni”, quali disturbi d’ansia, stati depressivi, attacchi di panico, disturbi del sonno, ossessioni, fobie, disturbi somatoformi, condizioni di disagio esistenziale.

cod. 1250.302

Nicola Ghezzani

Relazioni crudeli.

Narcisismo, sadismo e dipendenza affettiva

Egoismo, narcisismo, crudeltà e i loro caratteri complementari, ossia masochismo e dipendenza affettiva, sono parti costitutive della natura umana? O piuttosto sono una deformazione di tratti psicologici che avrebbero potuto avere un miglior destino? L’Autore risponde a questa domanda attraverso avvincenti storie cliniche e psicobiografie di icone della cultura come Ingmar Bergman (“un egoista”, secondo la sua stessa definizione) e il fondatore del sadismo, il marchese De Sade.

cod. 1250.297

Viktor E. Frankl, Eugenio Fizzotti

Ciò che non è scritto nei miei libri.

Appunti autobiografici sulla vita come compito

Un testo ormai classico. Un’autobiografia che è il manifesto di una visione positiva dell’esistenza umana. Racconti, flash, sentimenti, aneddoti: la straordinaria esperienza che il fondatore della logoterapia e analisi esistenziale, Viktor Emil Frankl, fece dal 1942 al 1945 in quattro campi di concentramento nazisti.

cod. 1400.4

Nicola Ghezzani

La vita è un sogno

Derealizzazione, depersonalizzazione e attacchi di panico

Nonostante sia ancora in parte misconosciuto, il disturbo da depersonalizzazione e derealizzazione si avvia a essere uno dei più diffusi del mondo contemporaneo, afflitto da ansia nei rapporti umani, abuso di droghe e psicofarmaci e da vite sempre più isolate e virtuali. Scritto da un ex derealizzato, guarito con la psicoterapia e divenuto egli stesso psicoterapeuta, il libro è un’occasione preziosa per identificare il disturbo e delineare un efficace percorso terapeutico.

cod. 1250.284

Michele Novellino

I pronipoti di Adamo.

Le radici dell'amore ambivalente dell'uomo per la donna

Le radici più profonde del rapporto uomo-donna sono rinvenibili sin dall’alba narrativa dell’umanità occidentale, e il racconto biblico della Creazione di Adamo ed Eva fornisce il terreno ideale per sviluppare la tesi della profondità archetipica del complesso di inferiorità dell’uomo verso la donna. Numerosi autori, da commentatori biblici laici a psicoanalisti a romanzieri, aiutano il lettore a seguire “dal vivo” lo sviluppo della tesi del libro.

cod. 2000.1489

Viktor E. Frankl

L'uomo in cerca di senso

Uno psicologo nei lager e altri scritti inediti

“Ognuno di noi può trovare in questo libro un riflesso di sé: non necessariamente di ciò che è stato, ma di ciò che può diventare nonostante gli ‘urti’ della vita, opponendosi al proprio destino e dominandolo dall’interno. Leggere Frankl è un’esperienza di rivelazione: ci induce a scoprire i lati migliori di noi” (dalla Presentazione di Moni Ovadia). Un libro che ha influenzato la vita di un numero enorme di persone. Tradotto in 42 lingue, ha venduto più di dieci milioni di copie.

cod. 1400.1

Girolamo Lo Verso

La mafia in psicoterapia

Basato sul racconto di casi clinici concreti seguiti sia nel privato che nel pubblico e narrati con piacevole fluidità, il lavoro entra nel mondo dello psichismo mafioso e spiega il fenomeno “mafia” da un punto di vista antropo-psichico. Un contributo di grande attualità in un momento in cui il dramma “mafie” è dilagato anche al nord squassando il nostro paese.

cod. 1250.207

Willy Pasini, Giuseppe Mori

Nuove armi per superare l'infertilità.

Aspetti medici, psicologici, sessuologici e legislativi nel mondo e in Italia

Un contributo alla discussione sulla fecondazione eterologa in Italia, applicata finora solo nell’Ospedale Careggi di Firenze e in programmazione solo in alcune regioni. Il testo pone l’accento sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA) e descrive vantaggi, svantaggi e rischi delle differenti procedure dal punto di vista psicologico e sessuologico. Tratta poi temi come la PMA e l’adozione nelle coppie lesbiche, nei gay e nei single, e la gravidanza surrogata.

cod. 1241.15

Roberto Zapperi

Freud e Mussolini.

La psicoanalisi in Italia durante il regime fascista

Perché Sigmund Freud decise di firmare una dedica molto compromettente a Mussolini, il capo del fascismo italiano, il dittatore che non esitava a eliminare i suoi oppositori, ricorrendo in qualche caso alla misura estrema dell’omicidio? Questo libro ricostruisce la vera storia di questo rapporto, come e perché nacque e soprattutto perché comunque non sia valso a preservare la psicoanalisi dalle persecuzioni.

cod. 1950.1.18

Mauro Pini

Febbre d'azzardo.

Antropologia di una presunta malattia

Il saggio intende problematizzare la figura del giocatore patologico, sottraendola sia alla sua naturalizzazione, sia agli approcci riduzionisti che tendono a considerarla una mera espressione delle contraddizioni della società dei consumi, per stimolarne una rappresentazione più complessa e articolata: basti pensare alla presenza di ludopatie in epoche preindustriali o in popolazioni indigene precoloniali e, nel contempo, alla loro assenza in diverse aree del pianeta.

cod. 1420.186

Marco Zanasi, Anna Maria Amore

Remando tra i sogni.

Dialogo sul sogno e la sua funzione attraverso l'inconscio di personaggi celebri

Perché sogniamo? I sogni hanno un significato? servono a qualcosa? Questo saggio, in forma di dialogo tra una giornalista e uno psichiatra, risponde in maniera originale, prendendo spunto da sogni celebri e universalmente noti. Il testo presenta i risultati degli studi più recenti che hanno profondamente modificato il quadro delle nostre conoscenze sull’origine e il significato del sogno.

cod. 1420.1.117

Pia De Silvestris, Adamo Vergine

Dio l'inconscio l'evoluzione

I due autori propongono una sintesi della loro lunga esperienza di psicoanalisti, facendo una vasta riflessione sul pensiero e le sue modalità di costruirsi in forme diverse. Il percorso nasce da un interrogativo sul pensiero religioso che gli autori considerano, alla stregua di qualsiasi pensiero, una funzione particolare della mente umana.

cod. 1950.1.14

Franco De Masi

Trauma, deumanizzazione e distruttività

Il caso del terrorismo suicida

Un saggio che cerca di inquadrare lo sconvolgente fenomeno del terrorismo suicida, studiando il rapporto tra trauma emotivo, deumanizzazione e sviluppo di distruttività omicida.

cod. 1215.4.7

Emilia Costa, Dianella Viola

Il matrimonio.

Una rivoluzione evolutiva per la struttura sociale umana

Nella storia dell’evoluzione, sostengono le autrici, il matrimonio è stato strumento fondamentale di controllo del gruppo per contenere l’aggressività competitiva del maschio e la sessualità della donna. Ma cosa sta accadendo oggi nella società in cui i fenomeni complessi allargano i confini individuali e di gruppo oltre misura, in un tentativo di globalizzazione quasi universale?

cod. 1420.1.92

Antonio Maria Ferro, Cinzia Parodi

Forme del male

Esperienze umane e psicopatologia

Partendo dal presupposto che le forme del male sono un problema centrale non solo nella vita emotiva di ogni individuo ma anche nella riflessione di ogni società su se stessa, il testo riflette sugli aspetti “malefici” delle relazioni umane: analisi letteraria, filosofica, psicoanalitica, sociologica e psichiatrica si integrano offrendo una lettura molteplice del “male”, o meglio delle forme dei “mali”.

cod. 1217.3.5