Pensare in termini di legame

Titolo Rivista: INTERAZIONI
Autori/Curatori: Anna Maria Nicolò
Anno di pubblicazione: 2016 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 77-89 Dimensione file: 176 KB
DOI: 10.3280/INT2016-002008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Tramite la discussione di un caso clinico, l’Autore analizza il funzionamento della famiglia. Esiste oltre ad un inconscio individuale, anche un mondo fantasmatico complesso e multidimensionale, creato dalla famiglia come gruppo che condivide una storia, uno spazio e un tempo, e dai legami che ciascuno dei membri fin dall’origine della vita co-costruisce con gli altri. Ogni famiglia ha una sua identità e un suo funzionamento condiviso che influenza ogni singolo membro. È questo il motivo per cui, in tutti i casi, l’Autore sostiene l’importanza di focalizzare il lavoro clinico sul rapporto tra l’intrapsichico e l’interpersonale. Una disamina del concetto di legame completa l’articolo, illustrando la ricchezza di questa ottica nel lavoro psicoterapeutico.

  1. Kaës R. (1976). L’Appareil Psychique Groupal. Constructions du Groupe. Paris: Dunod.
  2. Berenstein I. (2000). El vinculo y el otro. Rev. Psicoanal., 58: 677-688.
  3. Freud S. (1914). Introduzione al narcisismo. OSF, vol. 7. Torino: Bollati Boringhieri.
  4. Freud S. (1915). Metapsicologia. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri.
  5. Freud S. (1916-1917). Introduzione alla psicoanalisi. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri.
  6. Freud S. (1919). Il perturbante. OSF, vol. 9. Torino: Bollati Boringhieri.
  7. Freud S. (1921). Psicologia delle masse e analisi dell’Io. OSF, vol. 9. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Freud S. (1938). Risultati, idee, problemi. OSF, 11. Torino: Bollati Boringhieri.
  9. Gallese V., Migone P., Eagle M.N. (2006). La simulazione incarnata: i neuronispecchio, le basi neurofisiologiche dell’intersoggettività ed alcune implicazioni per la psicoanalisi. Psicoterapia e Scienze Umane, XL, 3: 543-580.
  10. Jacobson E. (1967). Psychotic Conflict and Reality. New York: International Universities Press.
  11. Kaës R. (1994). A propos du groupe interne, du groupe, du sujet, du lien et du porte-voix dans l’oeuvre de Pichon Rivière. Revue de Psychothérapie Psychanalytique de Groupe, 22: 181-200.
  12. Kaës R. (2001). Il concetto di legame. Ricerca Psicoanalitica, XII(2): 161-184.
  13. Kaës R. (2009). La réalité psychique du lien. Le divan familial, 22: 109-125.
  14. Nicolò A.M. (1988). La famiglia come matrice del pensiero. Terapia Familiare, 28: 5-16.
  15. Nicolò A.M. (a cura di) (1996). Curare la relazione: saggi sulla psicoanalisi e la coppia. Milano: FrancoAngeli.
  16. Nicolò A.M. (1997). L’importanza diagnostica delle interazioni nella valutazione della famiglia e delle sue difese trans personali. Interazioni, 10: 53-66.
  17. Nicolò A.M. (2000). La memoria nella trasmissione generazionale della famiglia. Psiche, 2: 111-122.
  18. Pichon-Rivière E. (1980). Teoria del vínculo. Buenos Aires, Argentina: Nueva Vision.
  19. Racamier P.-C. (1990). A propos de l’engrénement. Gruppo, 6: 83-95 [Trad. it. A proposito dell’ingranamento. Interazioni, 0, 1992: 61-70].
  20. Ruffiot A. (1990). Le groupe-famille en analyse. L’appareil psychique familial. In: A. Ruffiot, A. Eiguer, D. Litovsky de Eiguer, M.C. Gear, E.C. Liendo, J. Perrot, B.A. Morel (Eds.), La Thérapie Familiale Psychanalytique. Paris: Dunod.
  21. Sandler J., Sandler A. (1987). The Past Unconscious, the Present Unconscious and the Vicissitudes of Guilt. Int. J. Psycho-Anal., 68: 331-341.

  • L'estraneo e il familiare nella clinica psicoanalitica con l'individuo, la coppia e la famiglia. Intervista a Carles Perez-Testor, Philippe Robert, Sonia Kleiman e Andrea Narracci Daniela Lucarelli, Diana Norsa, in INTERAZIONI 1/2021 pp.137
    DOI: 10.3280/INT2021-001011

Anna Maria Nicolò, Pensare in termini di legame in "INTERAZIONI" 2/2016, pp 77-89, DOI: 10.3280/INT2016-002008