Riabitare la città

Costruire sopra e dentro l'esistente

Autori e curatori
Contributi
Gabriele Bellingeri
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 234,      1a edizione  2018   (Codice editore 1330.107)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Riabitare la città. Costruire sopra e dentro l'esistente
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891766588
Clicca qui per provare l'e-book

In breve

L’attuale esodo della popolazione verso le periferie, alla ricerca di soluzioni abitative economiche, sta provocando un’espansione del tessuto urbano insostenibile. In tale contesto si fa largo la strategia dell’addizione, una pratica che prevede l’inserimento di volumi prefabbricati “sopra” e “dentro” architetture esistenti. Attraverso tale strategia, le superfici degli edifici esistenti diventano “contenitori” di un altro tipo di architettura, mobile ed evolutiva, che può rispondere alle esigenze di una popolazione ormai in continuo movimento.

Presentazione del volume

Nell'attuale scenario storico, nonostante le città siano frammentate da spazi dismessi, l'esodo della popolazione verso le periferie, alla ricerca di soluzioni abitative economiche, provoca un'ulteriore espansione del tessuto urbano, determinando scenari insostenibili.
In tale contesto si fa largo la strategia dell'addizione. Questa pratica, sperimentata in molti contesti europei, prevede l'inserimento di volumi prefabbricati, autonomi a livello geometrico e funzionale, "sopra" e "dentro" architetture esistenti. Attraverso la strategia dell'addizione, le superfici degli edifici esistenti diventano "contenitori" di un altro tipo di architettura, precaria, mobile ed evolutiva, che può rispondere alle esigenze di una popolazione ormai in continuo movimento, attraverso spazi estremamente organici che istituiscono un rapporto simbiotico con la preesistenza.
La mobilità di queste architetture innestate offre al contesto la possibilità di rigenerarsi continuamente come un organismo vivente, offrendo scenari urbani sempre diversi. Questa pratica risulta un'opportunità per incentivare operazioni di densificazione all'interno della maglia urbana consolidata, ottenere soluzioni abitative economicamente accessibili in città e innescare virtuosi processi a lungo termine di rigenerazione urbana. Questo processo prevede sia l'inclusione di nuove categorie e nuove attività nel territorio, stimolando così la mixité sociale e funzionale, sia la trasformazione della preesistenza, che ne ricava benefici dal punto di vista morfologico, tipologico e climatico, ottenendo un conseguente incremento di valore economico, utile a supportare eventuali successivi interventi di riqualificazione.

Sara Parlato, architetto, dottore di ricerca in Progetto urbano sostenibile, nel 2009 si è specializzata in Habitat, tecnologia e sviluppo presso il Politecnico di Torino. È socio fondatore dell'associazione AK0, Architettura a kilometro zero, con sede a Roma, che opera nel campo della ricerca e diffusione di sistemi costruttivi con impronta ambientale sostenibile.

Indice

Gabriele Bellingeri, Prefazione
La strategia dell'addizione: un'opportunità per la riqualificazione dell'esistente
(L'intervento sul costruito: lo scenario europeo; Il caso francese; La ricerca francese Plus+; Il programma REHA; Il caso olandese; Le trasformazioni dell'housing sociale secondo lo studio van Schagen)
Casi studio
(Hannover House; Rue Delbet; Didden village; Cabane sur le toit; Sopralzo; Loft Cube; Stadthaus Dreiheiligen; Piper Rooftop; Treehouses; Rucksack House; Malvazinky Penthouse; Loggias Bondy; Sopraelevazione; Min.I House; Rue des Haies; Bois le Pretre; Progetto Aler; Complex 50; Progetto Euclide; Via della Sala; Letture trasversali)
Un'opportunità per il panorama italiano contemporaneo
Una strategia possibile
Bibliografia
(Sitografia).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi