Il Mi'at 'Amil Fi An-Nahw Di 'Abd Al-Qahir Al-Gurgani. Un trattato didattico sugli operanti grammaticali in arabo
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 178,      1a edizione  2018   (Codice editore 1095.77)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891769275
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891774033
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il Mi’at ‘āmil fī an-naḥw (Cento operanti grammaticali) di ‘Abd al-Qāhir al-Ǧurǧānī è un breve trattato didattico dell’XI secolo che ha come fine quello di fornire una classificazione degli operanti grammaticali. Un testo che è considerato uno dei primi trattati della «fase pedagogica» della tradizione grammaticale araba, e che risulta essere tra i più commentati dai grammatici successivi.
Presentazione del volume

La cosiddetta teoria degli operanti grammaticali costituisce uno dei capisaldi della tradizione grammaticale araba, un capitolo fondamentale nei trattati di epoca classica e dei secoli successivi. Per suo tramite i grammatici hanno spiegato ciò che ai loro occhi appariva come il tratto distintivo del proprio modello di lingua, cioè la flessione desinenziale di nomi e verbi.
Il Mi'at 'amil fi an-nahw (Cento operanti grammaticali) di 'Abd al-Qahir al-Gurgani è un breve trattato didattico dell'XI secolo che ha come fine quello di fornire una classificazione di tali operanti, arricchita da qualche puntualizzazione di natura semantica. È considerato uno dei primi trattati della "fase pedagogica" della tradizione grammaticale araba e fu tra i piú commentati dai grammatici successivi. Dal punto di vista linguistico, l'interesse dell'opera emerge se la si integra con gli altri trattati grammaticali dello stesso autore. In questo modo, è possibile cogliere l'impostazione teorica che viene data alla questione dell'operatività, quindi seguire la riflessione sul rapporto tra sintassi e significato, la cui piena formulazione si sarebbe manifestata nella teoria del discorso contenuta nei trattati di semantica e retorica, per i quali oggi al-Gurgani è soprattutto noto.

Maurizio Bagatin ha studiato presso le Università di Torino, dove si è laureato in Lingua e letteratura araba, e Pisa, dove ha conseguito il dottorato in Storia e Orientalistica. In qualità di professore a contratto, ha tenuto corsi di lingua e letteratura araba presso le Università di Torino ed Enna. Attualmente insegna presso l'Università di Bergamo. I suoi interessi di ricerca riguardano l'evoluzione del pensiero linguistico arabo e il rapporto tra lingua e identità, in particolare a cavallo tra età classica e medioevo.

Indice
Introduzione
I manoscritti del Fondo Kahle e la produzione di trattati didattici nella tradizione grammaticale araba
(Caratteristiche dei trattati grammaticali a scopo didattico; Istituzioni e luoghi d'insegnamento; Circolazione e fruizione dei trattati grammaticali; Trattati indipendenti e di commento; Classificazione dei trattati grammaticali; Metodi di raggruppamento dei manoscritti)
Manoscritti ed edizioni del Mi'at 'amil fi an-nahw di 'Abd al-Qahir al-Gurgani
(La fissazione del matn)
La teoria del 'amal nei trattati grammaticali di 'Abd al-Qahir al-Gurgani
(Riflessioni sulla traducibilità della terminologia grammaticale araba; Una diversa suddivisione degli ambiti di pertinenza; Un secondo trattato di al-Gurgani sugli operanti grammaticali: il Kitab al-gumal; Struttura e contenuti del Kitab al-gumal; Le nozioni di variabilità e invariabilità alla base della teoria del 'amal; Il vocativo e la negazione di genere; Diversi livelli di operatività; Criteri di classificazione e di esposizione degli operanti)
Mi'at 'amil fi an-nahw (traduzione del testo arabo)
(Linee guida seguite nella traduzione; Cento operanti grammaticali)
Mi'at 'amil fi an-nahw (edizione del testo arabo)
(Convenzioni adottate per l'edizione del testo arabo e per l'apparato critico; Mi'at 'amil fi an-nahw)
Bibliografia
Indice dei termini arabi.