Il marchio d'impresa

Valore e funzioni nell'economicità dell'azienda moderna

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Testi advanced per professional
Dati
pp. 176,      1a edizione  2006   (Codice editore 309.6)

Il marchio d'impresa. Valore e funzioni nell'economicità dell'azienda moderna
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846477934

Presentazione del volume

La crescente importanza attribuita al marchio nell’economia d’azienda trova fondamento nella constatazione che il vero oggetto di un processo d’acquisto non risulta essere il prodotto in sé quanto piuttosto il segno distintivo ivi apposto, in virtù della capacità di quest’ultimo di indurre la clientela al consumo sulla base dei messaggi e dei richiami in esso contenuti.
Il marchio, in altre parole, non ottempera soltanto alla funzione di identificazione del prodotto e di orientamento dei consumatori, rendendo riconoscibile un certo bene e garantendo l’affidabilità della transazione, ma soprattutto assolve ad una funzione di personalizzazione dell’atto d’acquisto vero e proprio che, in tale accezione, non è più considerato come la mera e limitata soddisfazione di un bisogno fisico ma piuttosto sfocia nell’appagamento di un desiderio emotivo, per il fatto di relazionare l’individuo con un insieme di valori e aspettative condivise da un certo gruppo sociale in un dato periodo storico.
L’obiettivo che il volume si propone è quello di fornire un contributo allo studio della funzione economica del marchio e del ruolo dal medesimo assunto nel “sistema di valori” dell’impresa moderna, avendo particolare riguardo degli aspetti giuridici, economici e contabili derivanti dalla sua presenza nel patrimonio aziendale.
In particolare, dapprima, si affronteranno le problematiche connesse alla stima del valore economico del segno distintivo, analizzando criticamente i tratti salienti delle principali metodologie valutative individuate dalla migliore dottrina; successivamente, si procederà all’individuazione dei più corretti criteri logico-contabili per l’iscrizione in bilancio del marchio d’impresa, analizzando le disposizioni previste dalla normativa interna nonché i principi statuiti dalla prassi contabile (Ias n. 38) e nordamericana (Fas n. 142):

Massimiliano Celli è Dottore Commercialista ed assegnista di ricerca in Economia aziendale presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tre.

Indice



Introduzione
Il ruolo delle risorse immateriali nell’economia d’azienda
(Caratteristiche dei beni immateriali; Specificità del marchio quale risorsa immateriale; Valore e funzioni del marchio d’impresa)
Riferimenti giuridici in tema di marchio
(Requisiti di validità e cause di decadenza; Tipologie di marchio; Ipotesi di cessione del segno distintivo)
La stima del valore economico del marchio
(Premessa; Criteri di valutazione “indiretti”; Criteri di valutazione “diretti”; Alcune riflessioni)
L’iscrizione in bilancio del marchio d’impresa
(Premessa; L’iscrizione in bilancio delle immobilizzazioni immateriali; L’iscrizione in bilancio del marchio; Alcune osservazioni; La valutazione del marchio secondo lo Ias n. 38; La valutazione del marchio secondo il Fas n. 142)
Bibliografia.