Learning and living.

Abitare lo Student Housing

Contributi
Daniela Benelli, Giovanni Zannoni
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2015   (Codice editore 1330.93)

Learning and living. Abitare lo Student Housing
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 22,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 22,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Le residenze universitarie rappresentano un’attrezzatura in grado di unire società, cultura e servizi. L’evidente carenza di offerta, e la scarsa disponibilità di risorse da impiegare per la loro realizzazione, costituisce oggi un gap che mette in difficoltà molti Paesi, tra cui il nostro. Il volume affronta il tema della residenza temporanea per studenti, prendendo in esame le differenti variabili che entrano in gioco nel processo di progettazione, costruzione e gestione di queste importanti strutture.

Presentazione del volume

"Learning city, learning town, learning community e learning region" sono alcuni dei termini oggi utilizzati per descrivere un fenomeno che contraddistingue molte delle più importanti città del mondo occidentale e che traduce la consapevolezza che il nostro futuro dipende sempre più dallo sviluppo del capitale umano e sociale disponibile. La possibilità di attrarre e formare questo tipo di risorsa si gioca molto sulla capacità di costruire quelle che vengono chiamate "comunità dell'apprendimento": società adeguatamente attrezzate ed organizzate per autodeterminare il proprio sviluppo.
Formare individui capaci di convivere in un mondo che ha sempre più bisogno di relazioni umane e conoscenze richiede precondizioni che, per essere garantite, impongono la messa a disposizione di specifiche attrezzature ed infrastrutture. In questo contesto, svolgono un ruolo prioritario quelle che favoriscono l'accesso alla formazione universitaria e creano le migliori condizioni per incentivarne lo sviluppo. Esse non riguardano solamente il sistema dell'apprendimento, ma anche tutto quanto lo sostiene, supporta e incentiva. Diventa quindi indispensabile investire in quelle facilities a servizio delle comunità del sapere che permettono di supportare e favorire l'accesso all'istruzione di più alto livello. Tra queste, le residenze universitarie per studenti fuori sede rappresentano una attrezzatura in grado di unire società, cultura e servizi. L'evidente carenza di offerta e la scarsa disponibilità di risorse da impiegare per la loro realizzazione, costituisce oggi un gap che mette in difficoltà molti Paesi, tra cui il nostro. Per questo anche in Italia si sta sviluppando un'area di interesse che può rappresentare un concreto obiettivo non solo formativo, ma anche economico, per operatori privati e fondi immobiliari in grado di offrire risposte concrete a questo potenziale mercato, in cambio di risultati accettabili in termini di ritorno economico.
Alla luce di tutto ciò la pubblicazione affronta - secondo quell'approccio sistemico proprio della disciplina della tecnologia dell'architettura - il tema della residenza temporanea per studenti, prendendo in esame le differenti variabili che entrano in gioco nel processo di progettazione, costruzione e gestione di queste importanti strutture. Oltre a restituire lo scenario di riferimento dell'offerta residenziale studentesca nazionale, sullo sfondo del panorama internazionale, il testo indaga la natura di questa specifica forma abitativa dal punto di vista morfo-tipologico e ne analizza - anche alla luce dei recenti dispositivi normativi varati dal nostro Paese - i requisiti tecnologici e prestazionali del sistema edificio-impianti, per chiudere con la presentazione di alcuni modelli economico-finanziari che definiscono le diverse ipotesi di fattibilità economica in relazione ai possibili operatori coinvolti nel processo edilizio.

Gli autori sono docenti presso il Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito (Dipartimento ABC - Architecture, Built Environment and Construction Engineering), dove svolgono attività di formazione, ricerca e consulenza nell'ambito del settore scientifico disciplinare ICAR 12 - Tecnologia dell'architettura.

Indice

Giovanni Zannoni, Presentazione
Daniela Benelli, Introduzione
Nota, a cura degli Autori
Maria Luisa Del Gatto, Riflessioni per una progettazione consapevole dell'housing universitario
(Housing universitario tra passato e futuro; L'housing universitario in Italia: lo scenario di riferimento; La normativa: la Legge n. 338/2000; Abitare l'housing universitario: le esigenze degli utenti)
Oscar Eugenio Bellini, Il progetto dell'housing universitario
(Ri-abitare da studenti: le ragioni di una formula di abitativa; La dimensione spaziale e organizzativa dell'housing universitario; I modelli insediativi e le strutture formali; I modelli esigenziali e le aree funzionali; I modelli esigenziali; Le aree funzionali della residenza universitaria; I nuovi paradigmi di progetto dell'housing universitario)
Stefano Bellintani, Requisiti tecnologici e prestazioni del sistema edificioimpianti
(Comfort e prestazioni degli impianti tecnologici; Servizi agli spazi comuni e servizi agli alloggi: predisposizioni impiantistiche; Qualità e prestazioni dell'edificio)
Andrea Ciaramella, Analisi di fattibilità progettuale, economica e gestionale per iniziative di housing universitario
(Le residenze universitarie: un prodotto edilizio particolare; Tre scenari differenti: privato, pubblico e collaborative; Considerazioni sui diversi scenari analizzati; Come valutare la fattibilità delle iniziative di housing universitario; Un modello di fattibilità economica, gestionale e progettuale; Analisi di sensitività; Considerazioni finali)
Riferimenti bibliografici.