Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
La forza della consuetudine

Paolo Slongo

La forza della consuetudine

Costumi, costituzione, governo in Montaigne e Montesquieu

I temi intorno ai quali ruota la lettura di questi due classici del pensiero politico moderno sono le leggi, i costumi, le maniere di vivere, sempre al plurale, per Montaigne come per Montesquieu, e poi la costituzione e il governo. Pensare insieme Montaigne e Montesquieu fa emergere l’attualità di una linea genealogica di regolazione e di istituzionalizzazione delle pratiche sociali irriducibile al formalismo e all’astrazione delle moderne categorie del diritto e della sovranità.

Edizione a stampa

30,00

Pagine: 236

ISBN: 9788891791573

Edizione: 1a edizione 2020

Codice editore: 499.33

Disponibilità: Limitata

Pagine: 236

ISBN: 9788835101451

Edizione:1a edizione 2020

Codice editore: 499.33

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 236

ISBN: 9788835101468

Edizione:1a edizione 2020

Codice editore: 499.33

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

I temi intorno ai quali ruota la lettura di questi due classici del pensiero politico moderno sono le leggi, i costumi, le maniere di vivere, sempre al plurale, per Montaigne come per Montesquieu, e poi la costituzione e il governo. Le leggi sono stabilite, dice Montesquieu, esse sono istituzioni particolari, mentre i costumi hanno a che fare con l'esprit generale di una nazione, sono gli usi acquisiti, quelle usanze che per Montaigne sono le briglie necessarie dell'esprit, esteriori ma non istituite dalle leggi o dalla volontà del legislatore. Pratiche sociali collettive nelle quali l'individuo assume una certa piega nella rete dei rapporti in cui è preso. Negli intrichi della composizione sociale si mescolano una quantità di cose sottili e impenetrabili che producono un tessuto di rapporti grazie ai quali esso si tiene insieme. L'ordine più profondo, quello che per Montaigne è espresso dalla forza della consuetudine, è fatto anche per Montesquieu di relazioni plurali, di modi di fare e di essere che compongono nel tempo della lunga durata la costituzione di una società, lo 'spirito' delle sue leggi e il principio del governo. Così, pensare insieme Montaigne e Montesquieu fa emergere l'attualità di una linea genealogica di regolazione e di istituzionalizzazione delle pratiche sociali irriducibile al formalismo e all'astrazione delle moderne categorie del diritto e della sovranità.

Paolo Slongo è membro del Centro interuniversitario di ricerca sul lessico politico e giuridico europeo e del Laboratoire interdisciplinaire d'études sur les réflexivités - Fonds Yan Thomas all'EHESS di Parigi. È autore di saggi apparsi in riviste come "Politica & Società", "Filosofia politica", "Scienza & Politica". Di lui FrancoAngeli ha pubblicato: Governo della vita e ordine politico in Montaigne (2010) e Il movimento delle leggi. L'ordine dei costumi in Montesquieu (2015).

Introduzione
Genealogie della consuetudine
(Tempo immemorabile; Consuetudo; Il diritto antico e originale dei Francesi; "Moeurs & humeurs"; Una sola legge; La forza della consuetudine)
Montaigne e il problema della costituzione
(La civiltà della legge; La costituzione; Anatomie politiche; Habitus)
Consuetudine e servitù
(Servitù volontaria; "L'empire de la coutume"; Consuetudine e ragione; Le briglie dello spirito; La regola delle regole; "Pratique des hommes")
La vita del diritto e la ragione dei costumi
(Il tono di una società; Usanze che le leggi non hanno stabilito; Ordo juris; Una storia naturale delle leggi; Lo spirito delle leggi "barbariche")
Montesquieu e l'ordine dei rapporti
(L'infinita diversità di leggi e costumi; Le leggi-rapporto; Il desiderio di vivere in società; Il piano di realtà delle leggi positive; Diritto politico e governo)
Natura umana e modi di vita in Montesquieu
(Natura umana; Stato di natura; "Tout est extrêmement lié"; Socializzazione e istituzione; Cristalli delle pratiche)
Montesquieu, leggi e regolazione
(Una potenza limitata; Regolazione; L'azione delle norme; Costume agonistico e costume giudiziario; Aggiustamento e composizione delle leggi)
Spirito delle leggi e filosofia del diritto. Hegel in dialogo con Montesquieu
(Das Sittliche; La connessione di tutti i rapporti; "Doux commerce"; Objectiver Geist; Fare un codice; "Il profondo sguardo di Montesquieu")
Appendice - Foucault, Montaigne e il governo della vita
Indice dei nomi.

Potrebbero interessarti anche