WELFARE E ERGONOMIA


Peer Reviewed Journal



Submit a paper
WELFARE E ERGONOMIA
2 issues per year , ISSN 2421-3691 , ISSNe 2531-9817
Printed issue price (also old issues): € 30,50
E-book issue price (also old issues): € 24,50

Subscription fees 2020
Institutional subscriber, companies:
Print (VAT included): Italy € 59,00;Other countries € 83,50;
Online only (VAT excluded):  € 59,00;

Info about  print subscription     Info about  online licence

Universities:
online (current + back issue, perpetual access, plus licence )
Info online licence

Personal subscriber:
Print: € 45,00 (Italy); Print: € 63,00 (Other countries); Online only: € 38,00 ; 
Info about subscription  

Subscribe here


Welfare and Ergonomics are two terms concerning man and his well-being. Welfare in its various meanings is the body of social policies aimed at affirming the right to citizenship, although in recent decades some changes have modified the original system, calling into question the fairness between generations and genders, between those who have and do not have work and between professional categories. Ergonomics as a method is linked to the development of technology, although over time it has broadened its scope of interest and, through a methodology of participatory design, has dealt with culture, reception, integration and professional awareness, while remaining an operational tool for health and safety at work. The two terms were born in the same context: welfare with the introduction of laws on compulsory insurance against risks arising from work done; ergonomics with the design of spaces, of the tools and production processes according to the specific skills of the workers. Modern welfare and modern ergonomics, going through various phases and involving an increasing number of areas of study/intervention, have come to take care, with different variations, of the man in the interaction with the environment. Both stressed the importance of maintaining psycho-physical and relational well-being. The magazine, combining these two terms, aims to develop a new way of studying citizens' welfare and safety problems by mixing established knowledge in social policy with the multidisciplinary approach and ergonomics methods. Integration between welfare policies and ergonomics makes it possible to look at social issues in different interpretative ways in an attempt to find more effective and sustainable solutions.

Associate editors: Mara Tognetti (Università degli Studi di Napoli Federico II), Antonella Ciocia (IRPPS-CNR)
Scientific board: Maria Carmela Agodi (Università degli Studi di Napoli Federico II), Maurizio Ambrosini (Università La statale di Milano), Sveva Avveduto (IRPPS-CNR), Ignazia Bartholini (Università di Palermo), Stefano Boffo (IRPPS-CNR), Corrado Bonifazi (IRPPS-CNR), Maurizio Bonolis (Sapienza Università di Roma), Paola Borgna (Università di Torino), Maria Girolama Caruso (IRPPS-CNR), Francesca Coin (Lancaster University), Enzo Colombo (Università La statale di Milano), Teresa Consoli (Università di Catania), Fiorenza Deriu (Sapienza università di Roma), Paola Devivo (Università Federico II di Napoli), Fabio Folgheraiter (Università Cattolica di Milano), Mercedes Gori (IFC-CNR), Ivetta Ivaldi (IRPPS-CNR), Daniela Luzi (IRPPS-CNR), Antonio Maturo (Università di Bologna), Carla Moretti (Università Politecnica delle Marche), Stefano Neri (Università La Statale di Milano), Oscar Nicolaus (IRPPS-CNR), Giampaolo Nuvolati (Università di Milano-Bicocca), Fabrizio Pecoraro (IRPPS-CNR), Annalisa Pitino (IFC-CNR), Sandra Potestà (Invited expert evaluator – UE), Paolo Ricci (Università degli Studi di Napoli Federico II), Silvana Salerno (Enea - Sapienza università di Roma), Makoto Sekimura (Université de la ville de Hiroshima, Giappone), Jean-Pierre Tabin (Haute école de travail et de la santé EESP, Lausanne), Marco Terraneo (Università di Milano-Bicocca), Stefano Tomelleri (Università di Bergamo), Tommaso Vitale (SciencesPo, Paris), Darja Zavirsek (Univerza v Ljubljani, SI).
Editorial team manager: Antonietta Bellisari
Editorial staff: Maria Giovanna Felici
Open Journal System-OJS Responsible Cristiana Crescimbene
Translation revision manager: Sandra Potestà

Contacts: Maria Giovanna Felici, IRPPS-CNR, via Palestro, 32 - 00185 Roma; tel. 06492724210; welfare.ergonomia@irpps.cnr.it

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.



Articolo gratuito Free PDF Articolo a pagamento Pay per view access Acquista il fascicolo in e-book Issue available as e-book


Issue 2/2015 
Buy the issue as e-book


Antonella Ciocia, Essere donna nel III millennio: un’introduzione (Being a woman in the third millennium: an introduction)
Silvana Salerno, Il genere in ergonomia e l’ergonomia di genere (The gender in ergonomic and the ergonomic of gender)
Roberta Messina, Pari opportunità e genere nella programmazione europea (Equal opportunities in the European programming)
Sandra Potestà, Traditional versus modern women: the semantics of guilt
Antonella Ciocia, Il genere insegnato. Intervista a Maria Laura Corradi (The taught gender. Interview with Maria Laura Corradi)
Antonella Ciocia, Le donne immigrate in Italia. Intervista a Mara Tognetti Bordogna (Migrant women in Italy. Interview with Mara Tognetti Bordogna)
Maria Girolama Caruso, L’occupazione e le professioni nel mondo femminile (Occupation and professions in the female world)
Adele Menniti, Le donne nel mercato del lavoro: i numeri di un percorso di luci e ombre (Women in the labor market: the numbers of a path of lights and shadows)
Emanuela Abbatecola, Donna Faber. Lavori maschili, stereotipi e strategie di resistenza (Donna faber. Male jobs, stereotypes and strategies of resistance)
Carla Moretti, Welfare, professioni sociali e dimensione di genere: l’assistente sociale (Welfare, social professions and the gender dimension: the social worker)
Lucio Pisacane, In tandem: essere coppia nel lavoro scientifico (In Tandem: Being a couple in the scientific world of work)
Ilaria Di Tullio, Donne negli enti pubblici di ricerca (Women in public research institutions)
Sveva Avveduto, Carriere, empowerment e partecipazione delle donne nella ricerca (Careers, empowerment and women’s involvement in research)
Pietro Demurtas, La quotidianità in famiglia, tra riproduzione e superamento delle differenze di genere (Every day family life, between reproduction and reduction of gender differences)
Gloria Chianese, La sfera pubblica delle donne: il caso del sindacato (The public sphere of women: the case of the Trade Unions)
Roberta Messina, L’esperienza di una segretaria generale regionale della CGIL e di una assessora. Intervista a Giovanna Marano (The experience of woman, CGIL regional general secretary and Council Member. Interview with Giovanna Marano)
Antonietta Bellisari, Le pari opportunità nella normativa italiana. Intervista a Monica Parrella (Interview with Monica Parrella, Coordinator of the Office: Interventions for Equality and Equal Opportunities)
Blazenka Pane, La storia si ripete nel cambio della scenografia (History repeats itself, in the change of the scenography)
Maura Misiti, Lo sapevano tutti (Everybody knew it)
Maria Grazia Ruggerini, Come nasce la violenza (How violence comes about)
Alida Castelli, Tabula Rosa (The Pink tabula)
Fiorenza Deriu, Percorsi di capacitazione di donne vittime di violenza (Capability building paths of women victims of violence)
Ignazia Bartholini, Rappresentazioni mediterranee e violenze punitive su corpi femminili (Mediterranean representations and punitive violence on female bodies)
Alessandra Campani, Angela Romanin, I centri antiviolenza: luoghi di donne per le donne (Centre Anti-violence Centres: women's places for women)


Issue 1/2015 
Buy the issue as e-book


Antonella Ciocia, Parte prima. La politica abitativa pubblica
Il disagio abitativo e il mutamento sociale
Fiorenza Deriu, Le politiche abitative in Italia: ricostruzione storica e note critiche
Valerio Lastrico, La rivendicazione del diritto dell’abitare: il caso della Spagna
Fiorenza Deriu, Parte seconda. Risposte al disagio abitativo tra la politica della casa e l’occupazione: casi studio
Rizzini Chiara Lodi, La ricerca dell’integrazione nelle politiche abitative attraverso alcune esperienze di social housing
Cinzia Pietramala, Maria Carla Sicilia, Il diritto all’abitare fra istituzioni e cittadini: il movimento di lotta per la casa a Roma
Cinzia Pietramala, Maria Carla Sicilia, Organizzazione e dinamiche di integrazione nelle occupazioni a scopo abitativo: il caso del Porto Fluviale a Roma
Carla Moretti, Parte terza. La mediazione sociale come strumento di integrazione
Micol Bronzini, Carla Moretti, La gestione della diversità e del conflitto nell’edilizia pubblica: un intervento di mediazione sociale abitativa
Marta Bonetti, Simona Carbone, Maurizia Guerrini, Fedele Ruggeri, Servizio sociale di prossimità ed empowerment degli abitanti in un quartiere di edilizia pubblica
Stella Volturo, La mediazione sociale abitativa in ambito urbano. Analisi e riflessioni a partire dal caso lionese
Roberta Teresa Di Rosa, Mediazione e convivenza: cura delle relazioni nel Quartiere Vista Alegre di Castelldefels (Catalogna)
Maria Girolama Caruso, Parte quarta. Progettare le politiche abitative
Paolo Dell'Olmo, L’osservatorio per le politiche abitative: la progettazione
Vincenzo Romania, La valutazione dei servizi di mediazione abitativa
Marco Bertoluzzo, Viola Poggi, La gestione dei conflitti nel quartiere: elementi di valutazione dell’esperienza
Maria Girolama Caruso, Il patrimonio abitativo: ricostruzione intercensuaria


Table of contents

2019   2018   2017   2016   2015