Dodicesimo Rapporto sulla comunicazione.

Censis, U.C.S.I.

Dodicesimo Rapporto sulla comunicazione.

L'economia della disintermediazione digitale

Il Rapporto sulla comunicazione prosegue il monitoraggio dei consumi dei media, misurati nella loro evoluzione dall’inizio degli anni 2000, e presenta un’analisi delle trasformazioni avvenute nelle diete mediatiche degli italiani, che hanno portato l’utente al centro del sistema.

Edizione a stampa

23,00

Pagine: 176

ISBN: 9788891713209

Edizione: 1a edizione 2015

Codice editore: 2000.1428

Disponibilità: Buona

Pagine: 176

ISBN: 9788891722355

Edizione:1a edizione 2015

Codice editore: 2000.1428

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

La dodicesima edizione del Rapporto sulla comunicazione prosegue il monitoraggio dei consumi dei media, misurati nella loro evoluzione dall'inizio degli anni 2000, e l'analisi delle trasformazioni avvenute nelle diete mediatiche degli italiani.
Ricostruendo la mappa e la fenomenologia dei consumi, il Rapporto descrive la grande trasformazione che ha posto l'io-utente al centro del sistema, approfondendo i processi di costruzione multimediale dell'informazione personalizzata, la credibilità e la reputazione dei diversi mezzi, i valori simbolici associati ai nuovi device tecnologici, l'avvio del nuovo ciclo dell'economia della disintermediazione digitale.
Massimiliano Valerii, Settimio Marcelli, Introduzione. I media dopo la grande trasformazione: l'economia della disintermediazione digitale
I media dopo la grande trasformazione
(Una mappa di consumi mediatici sempre più smart; L'evoluzione selettiva dei media nella crisi; Una mutazione antropologica compiuta; C'era una volta il palinsesto tv; Il declino dei lettori; La rete anticiclica)
Strumenti e processi dei consumi mediatici degli italiani al 2015
(La televisione; La radio; I quotidiani; I settimanali e i mensili; I libri e gli e-book; Il telefono cellulare; Internet; Gli e-reader e i tablet; Le app; I social network)
L'evoluzione delle diete mediatiche degli italiani
(La marginalità mediatica del cultural divide; Il superamento del digital divide e l'ampliamento del press divide)
Il crescente primato dell'informazione personalizzata
(La nuova gerarchia delle fonti di informazione; Il diverso appeal dei diversi media)
Credibilità e reputazione dei media
(La flessione di credibilità dei media tradizionali; I media emergenti; La ricetta della credibilità, i fattori di una buona reputazione)
Il villaggio digitale
(La città virtuale coincide con quella reale; L'identikit degli abitanti della città digitale; La disintermediazione digitale: servizi, formazione, lavoro; La disintermediazione digitale: consumi culturali, vita civile e politica, acquisti; Gli effetti discriminanti della disintermediazione digitale: chi vince e chi perde)
Il valore extramediale dei media
(La società digitale oltre la comunicazione; Dall'informazione allo shopping online: la topografia dei comportamenti in rete; Valori d'uso e valori simbolici dei media digitali; L'e-commerce tra voglia di risparmio e diffidenza).

Contributi: Settimio Marcelli, Massimiliano Valerii

Collana: Varie

Argomenti: Radio e televisione - Rapporti Censis

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche