Per la Macroregione del Mediterraneo occidentale
Contributi
Salvo Andò, Gaetano Armao, Francesco Attaguile, Francisco Balaguer Callejon, Giuseppe Barone, Anna Maria Citrigno, Silvio Gambino, Pierangelo Grimaudo, Elina Gugliuzzo, Giovanni Guzzetta, Roberto Louvin, Giuseppe Martorana, Antonio Matasso, Josè Antonio Montilla Martos, Olga Nassisi, Vasco Pereira da Silva, Ian Refalo, Rosario Sapienza, Alexandre Viala
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 294,      1a edizione  2018   (Codice editore 1263.13)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891774576
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891774873
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Frutto di un importante Convegno internazionale svoltosi a Palermo nel 2017, il volume vuole lanciare l’idea della costituzione della Macroregione del Mediterraneo occidentale, collocandosi, dunque, nel quadro di quella «Strategia macro-regionale» che, nell’ambito del più generale obiettivo della cooperazione territoriale, rappresenta un laboratorio sperimentale dell’integrazione europea.
Utili Link
Ildenaro.it Le ragioni di una strategia macroregionale…(di Andrea Piraino)… Vedi...
Le Monde Diplomatique Recensione (di C.Amirante e D.Catena))… Vedi...
Presentazione del volume

Il volume, che raccoglie gli atti di un importante Convegno internazionale organizzato dall'Università telematica "Pegaso" e svoltosi a Palermo il 6 e 7 luglio 2017, vuole lanciare l'idea della costituzione della Macroregione del Mediterraneo occidentale. Si colloca, dunque, nel quadro di quella "Strategia macro-regionale" che, nell'ambito del più generale obiettivo della cooperazione territoriale, rappresenta di per sé un laboratorio sperimentale dell'integrazione europea.
Come si legge nel Documento finale del Convegno, per costruire questa Macroregione è indispensabile, però, puntare sulle Comunità locali. Del resto, è noto che nella storia millenaria di questa area - pluriverso di civiltà, culture e religioni - il ruolo propulsivo è stato sempre svolto dalle grandi città. Oggi poi, il loro contributo, come quello delle Comunità regionali, sarebbe addirittura determinante non fosse altro perché renderebbe partecipi della costruzione di questa strategia macroregionale i cittadini dei vari Paesi interessati, contribuendo così a colmare il deficit democratico di cui soffrono tutte le istituzioni europee. La nascita della Macroregione del Mediterraneo occidentale, inoltre, servirebbe all'UE per essere più vicina alle Comunità della sponda sud, il cui sviluppo è una priorità ineludibile per la stessa Europa, per la sua sicurezza e per quella delle nazioni europee del Mediterraneo che sanno bene che da quest'ultimo dipendono le condizioni di pace e benessere delle proprie popolazioni.

Renato D'Amico è professore ordinario di Scienza politica all'Università degli Studi di Catania, dove insegna Scienza dell'amministrazione e Analisi delle politiche pubbliche. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Il rapporto tra Governo e Assemblea nella Regione Siciliana (2015); Politiche europee e prove di sviluppo locale in Sicilia (2015); L'Università dalla prima alla terza missione: il contributo della didattica di "terzo livello" (2017).

Andrea Piraino è professore ordinario di Diritto costituzionale all'Università degli Studi di Palermo. È stato assessore del Governo della Regione siciliana e segretario generale dell'AnciSicilia. Tra le sue più recenti pubblicazioni: L'autonomia federale nell'azione e nel pensiero sturziano (2015); La controriforma della riforma costituzionale (2016); La politica ed il bene comune. Fine di un rapporto? (2016); Un nuovo comune policentrico per la nuova Italia (2017).

Indice
Introduzione
Parte I. Dalla crisi dell'Europa degli Stati e delle Regioni alla strategia delle Macroregioni
Relazioni
Andrea Piraino, La Macroregione del Mediterraneo occidentale per rifondare l'Europa e riformare l'Italia
(La strategia europea delle Macroregioni quale strumento di cooperazione per attuare la coesione di territori diversi; La strategia macroregionale unica possibilità per salvare la prospettiva di un'Europa federale delle Comunità; La riorganizzazione, all'interno dei vari Paesi, dei territori regionali in macro-aree di funzioni; La costituzione della Macroregione del Mediterraneo occidentale dettata da esigenze storiche, culturali, sociali ed economiche; L'iniziativa di Regioni, città e autonomie locali per costituire la Macroregione del Mediterraneo occidentale)
Francisco Balaguer Callejón, Le Macroregioni nel contesto del nuovo paradigma globale
(La crisi dell'Unione Europea; La crisi dei sistemi costituzionali nazionali; Il contributo delle Macroregioni nell'ambito europeo e interno)
Renato D'Amico, Le Macroregioni e il processo di unificazione politica europea
(Fare chiarezza: un compito necessario; Un potenziale ancora inespresso; Prove di soggetto istituzionale (con personalità giuridica) di livello macro-regionale: il GECT; Quale funzione per le Macroregioni; Quale lezione per l'assetto regionale e degli enti locali in Italia)
Silvio Gambino, La gracilità del regionalismo italiano, una questione (storica e politica) risalente
(Alcune premesse a mo' di introduzione; Dall'unificazione politica del Paese alla crisi della forma regionale dello Stato; Unità d'Italia e questione meridionale; Unificazione politica e modelli di governo locale; Unità d'Italia e federalismo; Verso uno Stato federale del Mezzogiorno?)
Giovanni Guzzetta, Le Macroregioni Baltica, Danubiana, Adriatico-Ionica, Alpina e la prospettiva di una Macroregione del Mediterraneo occidentale
(Premessa; Fondamento normativo della strategia macroregionale; Le Macroregioni esistenti; Elementi di definizione; I caratteri tipici del fenomeno; Le criticità; La Macroregione del Mediterraneo; Conclusioni)
Pierangelo Grimaudo, La dimensione macroregionale europea come nuova via delle Autonomie
(Il federalismo regionale italiano in ritardo all'appuntamento della storia; Potestà, materie e territori regionali di fronte alla nuova dimensione extraterritoriale dell'attività di indirizzo politico; Macroregioni europee ed effettività degli indirizzi politici delle istituzioni delle Autonomie)
Anna Maria Citrigno, Le Macroregioni europee e l'autonomia politica delle regioni nazionali
(L'ipotesi; Le Macroregioni e le strategie macroregionali; Il modello macroregionale; Le patologie del sistema di governo nazionale; Una strategia per la Macroregione del Mediterraneo)
Gaetano Armao, Insularità, autogoverno e fiscalità di sviluppo nella prospettiva della Macroregione del Mediterraneo occidentale
(Introduzione; L'insularità nel diritto europeo: cenni; L'evoluzione della disciplina dell'insularità nei Trattati europei; Autogoverno e fiscalità di sviluppo: il caso dei Paesi Baschi; Autogoverno, insularità e fiscalità di sviluppo nella giurisprudenza europea; La risoluzione del Parlamento europeo 4 febbraio 2016 sulla condizione di insularità (2015/3014 Rsp); Considerazioni conclusive)
Interventi
Rosario Sapienza, Idee per una Macroregione del Mediterraneo
Alexandre Viala,
La décentralisation en France: le maintien d'une solide tradition jacobine
Un'Europa delle regioni o il sorpasso dello stato nazionale
Parte I. La Macroregione del Mediterraneo occidentale e le sue fondamenta storiche, culturali e politiche
Relazioni
Salvo Andò, La Macroregione del Mediterraneo occidentale come ponte tra l'Europa e l'Africa
(Premessa; La Macroregione mediterranea non rappresenta la rivincita del nazionalismo rispetto ai processi di globalizzazione; Un nuovo regionalismo europeo; La Macroregione mediterranea, un'occasione per riformare il regionalismo italiano; Attraverso il dialogo si formano le abitudini democratiche e si possono gestire e monitorare le crisi; Non occorre un modello organizzativo obbligato; Attraverso la Macroregione mediterranea l'Europa può meglio operare per lo sviluppo dell'Africa; Conclusione)
Giuseppe Barone, Sicilia frontiera, Sicilia cerniera nella storia del Mediterraneo
(Una centralità insulare; Una prospettiva geostorica; Verso la Macroregione)
José Antonio Montilla Martos, El Andalucía en la perspectiva de una Macroregión del Mediterráneo occidental
(Introducción; ¿Qué es una macroregión?; ¿Cómo se constituye una macroregión?; ¿Está justificada la existencia de una macroregión del Mediterráneo occidental?; El Andalucía en la macroregión del Mediterráneo occidental; Conclusión)
Vasco Pereira Da Silva, Le Portugal et la Macrorégion de la Méditerranée occidentale
(Introduction: Les macro-régions européennes; La décentralisation au Portugal; Décentralisation politique: les régions autonomes; Décentralisation administrative: les trois niveaux du pouvoir local; Le problème des régions administratives; Les problèmes portugais avec la régionalisation et les macro-régions)
Giuseppe S. Martorana, Macroregioni fra pratiche e politiche: una proposta per la Macroregione del Mediterraneo occidentale
(Qualche necessario cenno alla Politica di Cooperazione Territoriale Europea (CTE); Sviluppo dello spazio europeo fra macro e micro sistemi territoriali: la questione dell'intermedietà; Spazi e istituzioni; Pratiche e politiche per lo sviluppo: una pratica di cooperazione e un possibile approccio alla cooperazione territoriale; Una proposta: la Macroregione del Mediterraneo occidentale come "pratica di pratiche"; Le Macroregioni: oltre la politica di coesione?)
Roberto Louvin, Prime considerazioni sulla Strategia UE per la regione alpina (EUSALP)
(Connotati originali e apporti utili dall'esperienza alpina; Il fattore "tempo"; Il fattore "interesse"; Il fattore "esperienza"; Pro e contro; Riflessioni conclusive: come riannodare i fili; Riannodare i fili)
Olga Nassis, La Macroregione Adriatico-Ionica, confine e ponte d'Europa tra identità e diseguaglianze
(Premessa; L'Italia giocò un ruolo cruciale nella definizione dei confini albanesi; Frontiere e identità; Quella Adriatico-Ionica è una Macroregione di confine; La strategia macroregionale dell'UE per la Regione Adriatica e Ionica varata nell'ottobre 2014; La Sicilia è aperta a oriente e occidente)
Marco La Bella, Il "modello" europeo tra strategie macroregionali e crisi dei sistemi rappresentativi
(Sul consolidamento del "modello" europeo; Il contributo degli strumenti partecipativi e deliberativi alla governance multivello; Alcune questioni di fondo nel dibattito sulle Macroregioni; Quali prospettive per la Macroregione del Mediterraneo occidentale)
Interventi
Elina Gugliuzzo, Al di là dei regionalismi: la Macroregione del Mediterraneo occidentale e la sfida della World History
Antonio Matasso,
La Macroregione come nuova sfida per l'autonomia siciliana: verso il ritorno a una cittadinanza euromediterranea
Francesco Attaguile, Guardare al Sud e al Mediterraneo per riconvertire l'Europa
Notizie sugli autori.