Misinformation. Guida alla società dell'informazione e della credulità
Contributi
Marco Cattaneo
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 150,   1a ristampa 2017,    1a edizione  2016   (Codice editore 666.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il World Economic Forum ha inserito la disinformazione digitale nella lista dei “rischi globali”: capace di avere risvolti politici, geopolitici e, perfino, terroristici. I social network sono il terreno di coltura e di diffusione perfetta del virus della disinformazione, con conseguenze che vanno ben al di là del recinto del mondo digitale. Perché? Questo libro offre una panoramica sui meccanismi sociali e cognitivi di un fenomeno che ormai è sotto gli occhi di tutti, anche di quelli meno attenti.
Utili Link
Grazia Difenderci dalla post verità (di Walter Quattrociocchi)… Vedi...
Schermo.it Il guru mondiale della post verità vive a Lucca (di Lodovico Poschi)… Vedi...
D.repubblica.it Che complotto! (di Daniele Castellani Perelli)… Vedi...
Panorama Dacci oggi la nostra bufala…(di Chiara Palmerini)… Vedi...
Moked.it Il cavallo senatore (di Claudio Vercelli)… Vedi...
La Stampa Architetture di propaganda sul web…(di Jacopo Iacoboni)… Vedi...
Businesscommunity.it Serve una guida razionale nella lettura della rete… Vedi...
Il Sole 24 Ore Perché dilaga il falso in rete (di Luca De Biase)… Vedi...
Corriere della Sera Quelle bugie comode…(di Martina Pennisi)… Vedi...
Carlogambesciametapolitics.it Recensione… Vedi...
Emequimamme.it Recensione (di Fulvio Bertramini)… Vedi...
le Scienze L'assordante rumore del falso (di Vittorio Zambardino)… Vedi...
la Gazzetta del Mezzogiorno Ma come siamo tutti (dis)informati (di Gino Dato)… Vedi...
la Repubblica Le bufale sul web in molti casi sono solo marketing… Vedi...
Città nuova La mia bolla personale (di Giulio Meazzini)… Vedi...
Presentazione del volume

Quattrociocchi è il ghostbuster delle bugie online e questo libro un antidoto prezioso contro il web avvelenato.
Gianni Riotta
Le ricerche dell'autore hanno per la prima volta portato alla luce le oscure e pericolose dinamiche della misinformation. Dato che le informazioni false e le teorie del complotto sono sempre più curate e radicate, molti giornalisti, educatori e attivisti useranno il suo lavoro per capire come liberarsene.
Caitlin Dewey, Washington Post

Quella contemporanea è l'epoca dell'informazione h24, della velocità delle notizie che attraverso il web e i social network fanno il giro del mondo in pochi minuti, della possibilità di accedere a contenuti e documenti prima raggiungibili soltanto da pochi: eppure questa è paradossalmente anche l'epoca che ha visto il proliferare incontrollato di informazioni false che, una volta entrate nel circuito della rete e dei media tradizionali, è praticamente impossibile bloccare.
Non è un caso che nel 2013 il World Economic Forum ha inserito la disinformazione digitale (casuale o costruita ad arte) nella lista dei 'rischi globali', capace di avere risvolti politici, geopolitici e, perfino, terroristici.
Partendo da una ricerca di Walter Quattrociocchi che ha avuto molto eco negli USA, il libro offre una panoramica sui meccanismi della formazione delle opinioni e della fruizione dei contenuti sui social network come Facebook, YouTube, Twitter, e sulle dinamiche di contagio sociale, il tutto con puntuali riferimenti all'attualità. Un libro importante per riflettere sul nostro rapporto con l'informazione.

Walter Quattrociocchi coordina il Laboratorio di Computational Social Science a Istituto IMT Alti Studi di Lucca. I suoi interessi di ricerca si focalizzano sullo studio quantitativo delle dinamiche sociali sui social media con particolare riferimento ai fenomeni di costruzione delle opinioni. Ha al suo attivo più di 50 pubblicazioni scientifiche in conferenze e riviste internazionali.
Antonella Vicini, laurea in lettere e giornalista professionista dal 2005, coltiva un'insana passione per le dinamiche della comunicazione contemporanea.

Indice
Marco Cattaneo, Prefazione. Uscire dalla echo chamber
L'era della credulità
(Noi e i nuovi media; Credulità Collettiva; Minacce globali; L'intelligenza collettiva tra disintermediazione e disinformazione)
Dalla (dis)informazione alla viralità
(Espertismi e opinioni 2.0; Narcisismo e social media; Voci false e leggende metropolitane; Quando la rete si infiamma; Analfabetismo funzionale e argomentazioni; L'Oroboro delle dinamiche sociali; La complessità del reale e la ricerca di simboli semplificatori; Il primo studio; Risposte immunitarie: troll, debunker e umanità varia)
Tribù virtuali
(Il pregiudizio di conferma; Dal pregiudizio di conferma alle echo chamber; Echo chamber e diffusione dei contenuti; Anatomia della viralità)
Radicalizzazione, segregazione e rinforzo
(Rete e persuasione; Contagio sociale e conformismo; La legge della polarizzazione dei gruppi; Contagio sociale ed emotivo nelle echo chamber)
Narrazioni del presente e pensiero alternativo
(Società liquida e i suoi nemici; Pensiero religioso; Autonomia Narrativa; Narrazioni e narrative su Facebook)
Smentite e pregiudizi
(Arginare le informazioni false; Evidenze empiriche dell'effetto del debunking; Smontare le bufale in un mondo di tribù)
Conclusioni
(Uscire dalle echo chambers)
Bibliografia
Ringraziamenti.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi