Enrico Cernuschi (1821-1896)

Milanese e cosmopolita. Politica, economia e collezionismo in un protagonista del Risorgimento

Contributi
Ettore A. Albertoni, Roberto Baranzini, Luigino Bruni, Silvia A. Conca Messina, Francesca Dal Degan, Robertino Ghiringhelli, Carlo G. Lacaita, Michel Maucuer, Pier Luigi Porta, Mariacristina Scalcinati
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,   figg. 15,     1a edizione  2004   (Codice editore 1572.17)

Enrico Cernuschi (1821-1896). Milanese e cosmopolita. Politica, economia e collezionismo in un protagonista del Risorgimento
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846458377

Presentazione del volume

Esponente di spicco del federalismo risorgimentale lombardo, legato a Cattaneo e a Ferrari, protagonista delle Cinque Giornate e della Repubblica romana, anche nella seconda metà dell'Ottocento Enrico Cernuschi (1821-1896) prese parte attivamente ad altri momenti e dibattiti fondamentali nella storia europea. Dopo il trasferimento a Parigi fu operatore del Crédit mobilier dal 1852 al 1859, poi noto finanziere, apprezzato economista, tra i leader dell'opposizione al bonapartismo nel 1870, uno dei maggiori fautori del bimetallismo per un quarto di secolo. Ma se si sono evidenziati, in passato, il suo carattere eclettico e originale e una vicenda biografica per molti versi romantica e avventurosa, mancava un'analisi più approfondita in grado di scavare a fondo in questa poliedricità per ritrovarvi i tratti più autentici della sua personalità. Ed è proprio per rispondere all'esigenza di recuperare la complessità biografica del personaggio, dando il giusto risalto anche all'uomo di finanza e all'economista, i lati finora meno esplorati, e per avviare una nuova riflessione problematica sui suoi tempi e sulla sua opera, che si è organizzata la giornata di studi del giugno 2003, dedicata a Enrico Cernuschi (1821-1896). Milanese e cosmopolita. Politica, economia e collezionismo in un protagonista del Risorgimento . Un impegno che attraverso le ricerche e gli interventi qui riprodotti in forma più compiuta ha proposto un nuovo esame del democratico e del federalista (Robertino Ghiringhelli) e delle sue radici culturali (Carlo G. Lacaita), consentendo inoltre di ritrovare l'economista "civile" e lo sperimentatore delle prime idee cooperative (Luigino Bruni), il fervente sostenitore del bimetallismo (Pier Luigi Porta, Francesca Dal Degan e Roberto Baranzini), l'imprenditore e il finanziere (Silvia Conca Messina), nonché il cultore d'arte (Michel Maucuer), restituendo spessore alla sua complessa personalità in cui tutti questi aspetti si legano lungo un singolare percorso (documentato anche dalla rilevazione delle fonti curata da Mariacristina Scalcinati) che lo porterà dalla Milano risorgimentale alla Parigi dell'alta finanza e dell'economia della seconda metà del secolo.

Giuseppe Bognetti , professore ordinario di Scienza delle Finanze, è direttore del Dipartimento di Economia Politica e Aziendale dell'Università degli Studi di Milano.

Angelo Moioli , professore ordinario di Storia Economica, è direttore del Dipartimento di Storia della Società e delle Istituzioni dell'Università degli Studi di Milano.

Indice


Ettore A. Albertoni, Presentazione
Giuseppe Bognetti, Angelo Moioli, Introduzione. Enrico Cernuschi: federalista, banchiere, economista
Carlo G. Lacaita, Sulla cultura economica italiana nel periodo di formazione di Enrico Cernuschi
Robertino Ghiringhelli, Profilo del pensiero di Enrico Cernuschi
Silvia A. Conca Messina, Enrico Cernuschi imprenditore e finanziere
Luigino Bruni, Enrico Cernuschi: economia, cooperazione e impegno civile
Francesca Dal Degan, Pier Luigi Porta, Moneta e banca negli scritti di Enrico Cernuschi
Roberto Baranzini, Enrico Cernuschi: un ispiratore di Léon Walras?
Michel Maucuer, Henri Cernuschi collectionner
Mariacristina Scalcinati, Fonti documentarie sulla vita e sulle opere di Enrico Cernuschi
Silvia A. Conca Messina, Appendice
Bibliografia
Documenti