Bernardino Baldi (1553-1617) studioso rinascimentale: poesia, storia, linguistica, meccanica, architettura.

Atti del Convegno di studi di Milano (19-21 novembre 2003)

Autori e curatori
Contributi
Sergio Aprosio, Antonio Becchi, Claudio Berra, Marco Biffi, Adriano Carugo, Matteo Cerutti, Ilaria Filograsso, Ferruccio Franco Repellini, Adriano Gamba, Romano Gatto, Luca Guzzardi, Gianni Micheli, Uberto Motta, Giovanni Orlandi, Mario Piotti, Mirko Volpi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 368,   figg. 25,     1a edizione  2005   (Codice editore 496.1.62)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Bernardino Baldi (1553-1617) studioso rinascimentale: poesia, storia, linguistica, meccanica, architettura. Atti del Convegno di studi di Milano (19-21 novembre 2003)
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846470683

Utili Link

La Rassegna della Letteratura Italiana Recensione (di Alessandro Ottaviani)… Vedi...

Presentazione del volume

Questo volume raccoglie gli atti del convegno su B. Baldi che si è tenuto presso l'Università degli studi di Milano dal 19 al 21 novembre 2003 in occasione del 450° anno della nascita, su iniziativa del Dipartimento di Filosofia e di Filologia moderna dell'Università di Milano, del Dipartimento di Scienze per l'Architettura dell'Università di Genova, del Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte di Berlino, dell'Istituto per la Storia del pensiero filosofico e scientifico moderno C.N.R. sezione di Milano.
Il convegno ha rappresentato un'occasione per promuovere la conoscenza di una figura di studioso, quella di Baldi, non ancora sufficientemente studiata. Baldi, infatti, è uno degli esponenti più significativi della 'polimazia' rinascimentale. Fu poeta estremamente versatile sia nelle forme, sia nei contenuti, storico di corte, e della matematica, matematico, studioso di meccanica, di apparati meccanici, di tecniche costruttive, filologo ed esperto conoscitore di problemi linguistici e lessicali. Si aggiunga inoltre la conoscenza delle lingue che aveva, eccezionale anche per un rinascimentale. Si vantava di conoscere sedici lingue. Si è cercato pertanto di valorizzare ogni aspetto della personalità di Baldi che trova nella dimensione linguistica il suo punto di riferimento unitario, chiamando a collaborare insieme storici della scienza, della lingua e della letteratura.

Elio Nenci attualmente assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca, si occupa da tempo di molteplici aspetti connessi con lo sviluppo delle scienze e delle tecniche nel periodo rinascimentale. In precedenza ha curato un'edizione annotata e commentata della parte medievale e rinascimentale delle Vite de' matematici di Bernardino Baldi e ultimamente l'edizione critica del De subtilitate (libri I-VII) di Girolamo Cardano.

Indice


Gianni Micheli, Premessa
Claudia Berra, La musa didascalica di Bernardino Baldi
Mirko Volpi, Bernardino Baldi lirico
Ilaria Filogrosso, I Sonetti romani di Bernardino Baldi
Matteo Cerutti, Bernardino Baldi volgarizzatore di Museo
Giovanni Orlandi, La metrica barbara nel '500 e il tentativo di Bernardino Baldi
Mario Piotti, I giudizi linguistici di Bernardino Baldi
Sergio Aprosio, L'officina del Baldi
Marco Biffi, Dal latino all'italiano e ritorno: il De verborum vitruvianorum significatione e la formazione del lessico architettonico italiano
Uberto Motta, Bernardino Baldi e le biografie dei duchi feltreschi
Ferruccio Franco Repellini, La 'vita di Tolomeo' di Bernardino Baldi
Elio Nenci, L'inventione del bossolo da navigare, e le scoperte geografiche
Gianni Micheli, La traduzione degli Automata di Erone
Romano Gatto, Bilance e leve nel trattato In mechanica Aristotelis problemata exercitationes di Bernardino Baldi
Antonio Becchi, Fortuna (e sfortuna) critica del De re aedificatoria di Bernardino Baldi
Adriano Carugo, Il paradosso della ruota di Aristotele discusso da Baldi, Mersenne e Galileo
Enrico Gamba, Bernardino Baldi e l'ambiente tecnico-scientifico del Ducato di Urbino
Luca Guzzardi, Indice dei nomi.