Accessibilità e valorizzazione dei beni culturali.

Temi per la progettazione di luoghi e spazi per tutti

Contributi
Antonio Abramo, Alberto Arenghi, Giovanna Astolfo, Caterina Bigatton, Michela Cafazzo, Elisabetta Carattin, Luigi Franciosini, Michele Franz, Pierluigi Grandinetti, Antonio Laurìa, Gisella Paoletti, Paola Pascoli, Massimo Rossetti, Markus Scherer, Roberto Siagri, Valeria Tatano, Massimiliano Valle, Stefano Zanut
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      1a edizione  2012   (Codice editore 382.4)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Accessibilità e valorizzazione dei beni culturali. Temi per la progettazione di luoghi e spazi per tutti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820414115
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856862614
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume illustra come la riqualificazione di luoghi, beni e servizi di interesse naturale e paesaggistico o architettonico possa elevare i gradi di accessibilità dell’habitat, ponendo l’attenzione ai paradigmi della progettazione inclusiva.

Presentazione del volume

La valorizzazione del patrimonio culturale non può prescindere dalla fruizione pubblica dei beni, che per essere compresi appieno hanno bisogno dell'esperienza diretta della persona. Negare la possibilità di avere una percezione completa ed esaustiva di uno spazio o di un oggetto di interesse storico culturale equivale a negare, di fatto, la possibilità goderlo.
Il volume vuole essere un contributo alla discussione sul ruolo dell'accessibilità, nella molteplicità delle sue sfumature, come tema 'forte' di sviluppo e come risorsa per la crescita civile ed economica dei territori. Partendo dall'osservazione che la valorizzazione del patrimonio culturale può rappresentare un fattore di traino per dare concreta attuazione alle istanze proprie dell'accessibilità, gli interventi illustrano come la riqualificazione di luoghi, beni e servizi di interesse culturale possa elevare i gradi di accessibilità dell'habitat, ponendo l'attenzione ai paradigmi della progettazione inclusiva indirizzata a concepire soluzioni che migliorano la fruizione della cultura da parte di tutti, attraverso espedienti formali e tecnologici per l'eliminazione degli ostacoli fisici e percettivi. Un modo contemporaneo di intendere il progetto degli spazi fruibili da un'utenza ampliata, un contributo necessario allo sviluppo etico della nostra società e una potenziale risorsa per incentivare l'interesse alla conoscenza del nostro passato.

Ilaria Garofolo è professore ordinario di architettura tecnica presso l'Università di Trieste. Tra i temi di ricerca affrontati assumono rilevanza quelli relativi alla sostenibilità ambientale e alla progettazione inclusiva, alla costruzione di strumenti di controllo delle prestazioni del progetto di edilizia, alle diverse scale. Membro del Comitato Scientifico del CRIBA FVG, si occupa attualmente di inclusive and universal design, coordinando gruppi di ricerca e didattica operativi a scala regionale e nazionale.
Christina Conti, ricercatore di tecnologia dell'architettura presso l'Università degli Studi di Udine, svolge attività di didattica e di ricerca nell'ambito dell'innovazione delle tecniche e dei materiali per l'architettura. Dal 2009 si occupa di progettazione inclusiva e di design for all collaborando con istituti regionali che operano alle diverse scale del territorio, partecipando a programmi di ricerca ed organizzando attività formativa dedicata.

Indice



Ilaria Garofolo, Prefazione
Christina Conti, L'accessibilità, requisito del progetto di architettura per la valorizzazione dei beni culturali
Ilaria Garofolo, Per una Cultura dell'accessibilità: percorsi formativi
Accessibilità e valorizzazione dei beni culturali. Alcune esperienze recenti
Alberto Arenghi, Accessibilità ai beni architettonici: il caso della rampa "a gradino agevolato" per i ponti di Venezia
Caterina Bigatton,
Rapporto architettura-archeologia. Progettare nei siti archeologici
Luigi Franciosini, Interventi di valorizzazione nel complesso dei Mercati di Traiano: la via Biberatica, via della Torre e il Giardino delle Milizie
Pierluigi Grandinetti, Massimiliano Valle, Michela Cafazzo, Un progetto "accessibile, riconoscibile e accogliente" per il Fondo Cossar ad Aquileia
Markus Scherer, La riqualificazione del patrimonio culturale per la fruibilità delle testimonianze storiche: progetto e memoria
Temi e strumenti per il progetto accessibile e sicuro
Antonio Abramo, Roberto Siagri, Le Tecnologie dell'Informazione e i Servizi per l'Accessibilità
Elisabetta Carattin, Orientamento spaziale e wayfinding. Il caso specifico delle aree di interesse archeologico e culturale
Michele Franz,
Paola Pascoli, Il ruolo della partecipazione nella condivisione del progetto dell'accessibilità
Antonio Laurìa, I Piani per l'Accessibilità: metodologia e strumenti di un programma d'intervento per la riqualificazione dell'habitat
Gisella Paoletti, L'Accessibilità delle informazioni multimediali nei e sui musei
Massimo Rossetti, Il progetto di comunicazione per la fruibilità degli spazi di interesse turistico
Valeria Tatano, Una riflessione sul progetto della sicurezza in uso
Stefano Zanut, Accessibilità, sicurezza in caso d'incendio e beni ambientali: quali soluzioni
Appendice. I protagonisti di un'esperienza didattica e di ricerca
Giovanna Astolfo, Piccola guida ai temi del workshop
Christina Conti, Ilaria Garofolo, Orizzonti Aquileiesi: proposte per l'accessibilità di un'area urbana di interesse naturale, culturale e archeologico
Profilo degli Autori.