Osservatorio civico sul federalismo in sanità

Rapporto 2015

Autori e curatori
Contributi
Tonino Aceti, Maria Teresa Bressi, Valentina Ceccarelli, Valentina Condò, Maria Paola Costantini, Valeria Fava, Nicola Favati, Michela Liberti, Giulia Mannella, Carla Mariotti, Rosapaola Metastasio, Francesca Moccia, Daniela Mondatore, Cristina Montani Natalucci, Sabrina Nardi, Tiziana Nicoletti, Paola Pelliciari, Alessia Squillace, Alessio Terzi
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 412,      1a edizione  2016   (Codice editore 224.4)

Osservatorio civico sul federalismo in sanità. Rapporto 2015
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 28,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 28,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il Rapporto vuole mostrare come si traduce oggi il federalismo in sanità nella vita quotidiana dei cittadini. Cittadinanzattiva, attraverso il suo Osservatorio civico sul federalismo in sanità, ha proseguito per il quarto anno consecutivo l’osservazione dei Servizi Sanitari Regionali per coglierne la complessità, l’articolazione organizzativa, la capacità di amministrare e fornire risposte in termini di servizi e assistenza sanitaria e restituirla al Paese.

Presentazione del volume

L’Osservatorio civico sul federalismo in sanità è stato istituito dal Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva nel 2010 per “tenere sotto osservazione” e restituire in maniera sistematica un ritratto del contesto sanitario nella sua complessità dell’articolazione regionale.
L'Osservatorio è un luogo di raccolta ed analisi sistematica di informazioni prodotte da cittadini, da soggetti del mondo istituzionale e accademico, per aiutare a comprendere, in tutte le sue sfaccettature, come si traduca oggi il federalismo in sanità nella vita quotidiana dei cittadini.
La caratteristica principale dell’Osservatorio è quella di guardare in modo “originale” all’organizzazione dell’assistenza sanitaria, in particolare nell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza e nella capacità organizzativa delle Regioni, vale a dire con gli occhi dei cittadini. L'osservazione dei Servizi Sanitari Regionali contenuta nel Rapporto consente di coglierne la complessità, l’articolazione organizzativa, la capacità di amministrare e fornire risposte efficaci in termini di servizi e assistenza sanitaria e di restituirla al Paese. L’Osservatorio civico sul federalismo in sanità è uno strumento realizzato da Cittadinanzattiva e usato dalle sue due reti che si occupano di salute, Tribunale per i diritti del malato e Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici, per promuovere politiche in ambito sanitario finalizzate a garantire equità di accesso e di diritti per i cittadini.

Cittadinanzattiva è un’organizzazione fondata nel 1978, che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti, la cura dei beni comuni, il sostegno alle persone in situazione di debolezza in ambito socio-sanitario, dei servizi di pubblica utilità, della giustizia, della scuola, delle politiche europee e della cittadinanza d’impresa. Cittadinanzattiva opera in Italia e in Europa.

Il Tribunale per i diritti del malato, nato nel 1980, attiva i cittadini per la difesa dei loro diritti nell’ambito della salute e offre informazioni e aiuto per tutelarsi, ad esempio, da liste d’attesa, ticket eccessivi, sospetti errori medici. Realizza monitoraggi sulla qualità dei servizi e indagini sulle esperienze di cura dei pazienti. Grazie alla capillare presenza territoriale, i volontari del Tribunale per i diritti del malato tutelano ogni anno il diritto alla salute di oltre 25.000 persone. Nel 2006 il Presidente della Repubblica ha assegnato al Tribunale per i diritti del malato la “Medaglia d’oro al merito della sanità pubblica”.

Indice

Introduzione
(Struttura del Rapporto)
Parte I. Elementi di contesto
Tonino Aceti, Alessia Squillace, Il Servizio Sanitario Nazionale nella dimensione internazionale e regionale
(La spesa sanitaria italiana nel contesto internazionale; Il Servizio Sanitario Nazionale: finanziamento e spesa sanitaria; La spesa sanitaria nelle Regioni)
Tiziana Nicoletti, La programmazione sanitaria in Italia: il Piano Sanitario Nazionale e i Piani regionali
(Piano Sanitario Nazionale; Piani Sanitari Regionali: ruoli e funzioni; Principali contenuti dei Piani Sanitari Regionali; L’integrazione sociosanitaria)
Parte II. Le Regioni alla prova dei fatti: differenti capacità di risposta alla domanda di salute
Valeria Fava, Liste d’attesa e ticket
(Premessa; I tempi d’attesa per accedere ai servizi: le segnalazioni dei cittadini; Il governo dei tempi di attesa al livello nazionale e regionale; L’impatto delle politiche di contenimento della spesa sanitaria; La rinuncia alle cure; I tempi d’attesa e i costi: il ricorso alla sanità privata; I costi sostenuti dai cittadini per curarsi: i ticket in sanità; Riduzione delle liste d’attesa: in Emilia Romagna è un obiettivo raggiungibile e una buona pratica per una politica nazionale; Considerazioni conclusive)
Giulia Mannella, Implementazione degli standard ospedalieri, punti nascita e potenziamento del territorio
(La riorganizzazione della rete ospedaliera e il Regolamento sugli standard ospedalieri; Percorso nascita; Assistenza territoriale; Conclusioni)
Alessio Terzi, Esperienze di partecipazione dei cittadini nelle politiche regionali
(Quadro di riferimento; L’Audit civico, dall’ospedale al territorio; Dalla valutazione civica all’implementazione del miglioramento continuo in Trentino; La riforma delle Carte dei servizi in Umbria; Ristrutturazione e partecipazione in Sicilia; Per un empowerment delle comunità locali: lavori in corso in Piemonte; Conclusioni)
Sabrina Nardi, Programmi di “prevenzione attiva”: vaccinazioni e screening oncologici
(Premessa; Investimento in prevenzione; Prevenzione: anello debole del Servizio Sanitario Nazionale; Prevenzione vaccinale e obbligatorietà; La spesa e i consumi di vaccini; L’adesione alle vaccinazioni obbligatorie, facoltative e anti-influenzali oggetto di monitoraggio LEA; L’offerta vaccinale: differenze per HPV, pneumococco e herpes zoster; Gli screening organizzati: cancro mammella, colon retto, cervice uterina; Considerazioni conclusive)
Carla Mariotti, Cristina Montani Natalucci, Il punto sulle politiche di accesso all’assistenza farmaceutica
(Premessa; Spesa farmaceutica 2014 e verifica dei tetti; Le difficoltà dei cittadini nell’accesso alle cure; Dal processo di approvazione ai livelli regionali; Innovazione: dalla definizione alle aspettative; L’aderenza terapeutica; Le sfide del futuro: partecipazione civica e HTA; Conclusioni)
Rosapaola Metastasio, Dolore e sofferenze inutili
(35 anni di impegno per affermare il diritto a non soffrire inutilmente; Un’analisi di scenario: i nostri dati; Il programma In-dolore: l’indagine-pilota 2014)
Alessia Squillace, Nicola Favati, Gestione del rischio clinico e assicurazioni
(Premessa; La malpractice nelle segnalazioni dei cittadini; Prevenzione e gestione del rischio clinico; Modelli di gestione sinistri e polizze: lo stato dell’arte; L’esperienza della gestione del rischio clinico nella Regione Toscana; Accesso al risarcimento; Considerazioni conclusive)
Maria Paola Costantini, La procreazione medicalmente assistita
(Premessa; L’accesso alla Procreazione Medicalmente Assistita per le coppie; Il panorama normativo di riferimento: troppa incertezza; La migrazione sanitaria e l’offerta dei servizi di PMA; Equità di accesso: limiti e costi delle prestazioni; Situazioni regionali critiche; L’accesso alla fecondazione eterologa; L’informazione ai cittadini e alle coppie; Il ruolo delle associazioni e il rapporto con le istituzioni; Considerazioni conclusive e raccomandazioni)
Francesca Moccia, La tutela dei diritti e i servizi per la salute mentale
(Premessa; La salute mentale nel nostro Paese; I dati disponibili; Un modello umanistico per l’organizzazione dei servizi per la salute mentale; L’abolizione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari)
Parte III. Partecipazione, valutazione e umanizzazione: il valore dei cittadini attivi nel cambiamento della sanità
Rosapaola Metastasio, Il valore dei cittadini attivi nella valutazione del grado di umanizzazione degli ospedali
(Premessa; Le segnalazioni dei cittadini in tema di umanizzazione; La valutazione del grado di umanizzazione degli ospedali dal punto di vista del cittadino)
Michela Liberti, Audit civico in sanità: la valutazione civica dell’Assistenza Domiciliare Integrata
(L’Audit civico in sanità di Cittadinanzattiva; I numeri dell’assistenza domiciliare in Italia; I risultati dell’Audit civico dell’Assistenza Domiciliare Integrata; Conclusioni)
Maria Teresa Bressi, Carla Mariotti, Cristina Montani Natalucci, Daniela Mondatore, Tiziana Nicoletti, Giulia Mannella, Paola Pelliciari, Valentina Condò, Alessia Squillace, Rosapaola Metastasio, Partecipare, valutare, umanizzare: i progetti di Cittadinanzattiva
(Raccomandazioni e indagini civiche; Informazione, sensibilizzazione, formazione, partecipazione ed empowerment dei cittadini e delle organizzazioni civiche; PDTA nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino, malattia di Crohn, colite ulcerosa e nelle malattie reumatiche infiammatorie e auto-immuni)
Valentina Ceccarelli, 35 anni di Cittadinanzattiva. Il tour dei diritti con la campagna “Sono malato anch’io”. Key issues dal territorio
(Risultati e numeri ottenuti; Le tappe e le criticità regionali)
Tonino Aceti, Sabrina Nardi, Considerazioni conclusive e proposte
(Priorità dei cittadini e proposte di intervento)
Ringraziamenti.