Per rima, per prosa

Dante: Vita nuova e Rime

Autori e curatori
Contributi
Andrea Battistini, Stefano Carrai, Alberto Casadei, Loredana Chines, Paolo Falzone, Enrico Fenzi, Claudio Giunta, Marco Grimaldi, Giuseppe Ledda, Nicolò Maldina, Nicolò Mineo, Carmelo Tramontana
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,   1a ristampa 2021,    1a edizione  2021   (Codice editore 1051.43)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Per rima, per prosa Dante: Vita nuova e Rime
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835118756

In breve

Grazie a un variegato team di studiosi, in grado di eseguire accertamenti differenziati, il volume indaga sulla galassia-Dante, soffermandosi sulla prima fase della sua produzione, nella quale l’autore della Vita nuova e delle Rime risulta già una personalità artistica complessa, poliedrica, sfaccettata, perfettamente in grado di assecondare rigorosamente un binario stilistico, una procedura espressiva, ma col bisogno invincibile di integrare ogni volta la ricetta e arricchirne gli ingredienti.

Presentazione del volume

Il primo Dante, l'autore della Vita nuova e delle Rime - che peraltro, dopo il cospicuo segmento iniziale, si estendono, e con esemplari imprescindibili, fino a date abbastanza basse -, è già una personalità artistica complessa, poliedrica, sfaccettata. Perfettamente in grado di assecondare rigorosamente un binario stilistico, una procedura espressiva, ma col bisogno invincibile di integrare ogni volta la ricetta, arricchirne gli ingredienti. Se si tratta del dolce stile e del libello in onore di Beatrice, ecco la cooptazione di versi e prosa, lirica e narrativa, arte e riflessione teorica sull'arte, a non toccare che alcune delle polarità messe in campo e fatte interagire. Un paesaggio ancor più composito presentano le Rime, dove la sperimentazione attraversa un'ampia raggiera stilistica, generando quella pluralità di linguaggi e codici che da tempo apprezziamo, anche se convivere con essa significa accettare continui colpi di scena, i passaggi dall'aulico al comico, dalla lettera all'allegoria (e viceversa), dalle dolci rime a quelle aspre e sottili, senza che ci sia mai un assestamento definitivo e non reversibile, magari in una chiave a vocazione onnicomprensiva (per questo occorrerà l'avvento della Commedia).
Una situazione del genere si giova non poco dell'intervento di un team, di una pattuglia di studiosi in grado di eseguire accertamenti differenziati. In questo volume intervengono Andrea Battistini, Stefano Carrai, Alberto Casadei, Loredana Chines, Paolo Falzone, Enrico Fenzi, Claudio Giunta, Marco Grimaldi, Giuseppe Ledda, Nicolò Maldina, Nicolò Mineo, Carmelo Tramontana. Ciascuno con la propria, peculiare esperienza di settori, pieghe, anfratti, metamorfosi, stratificazioni della galassia-Dante.

Sergio Cristaldi insegna Letteratura italiana e Filologia e critica dantesca presso l'Università di Catania. Si è occupato di Duecento e di Dante, nonché di narrativa dell'Otto e del Novecento. Suoi libri recenti: La profezia imperfetta. Il Veltro e l'escatologia medievale (2008); Verso l'Empireo. Stazioni lungo la verticale dantesca (2013); Soluzioni del conflitto. Saggio su "Piccolo mondo antico" (2013). Per la rivista "Le forme e la storia", ha curato due volumi monografici di letture dantesche, dedicati rispettivamente all'Inferno (2016) e al Purgatorio (2021). È tra i curatori del volume Rappresentazioni narrative. Realismo, verismo, modernismo tra secondo Ottocento e primo Novecento (2020).

Indice

Sergio Cristaldi, Premessa
Parte I. Vita nuova
Andrea Battistini, Ritratto dell'artista da giovane. La Vita nova tra autobiografi a e letteratura
Stefano Carrai, La Vita nova, Virgilio e lo stile che fa onore. Ipotesi su un enigma dantesco
Sergio Cristaldi, Risorse della narrazione. Vita nuova 13
Enrico Fenzi, Vita nuova 1-10: la morte e l'amore
Giuseppe Ledda, Modelli biblici nella Vita nova: Dante e san Paolo
Nicolò Maldina, Vita nova e dimensione biblica
Carmelo Tramontana, "Parlare fabuloso" e "fabulosi parlari": la costruzione del personaggio-autore tra Vita nova e Filocolo
Parte II. Rime
Alberto Casadei, Dante nel 1307: l'addio al Convivio e alle rime (con qualche considerazione sulle quindici canzoni distese)
Loredana Chines, Dante e Petrarca, fra luci e ombre, fra Canzoniere e dintorni
Paolo Falzone, La posizione di Amor che movi nella riflessione dantesca sull'amore
Claudio Giunta, Avere le visioni, sentire le voci. Sul sonetto Io mi senti' svegliar
Marco Grimaldi, Sulle canzoni del Convivio
Nicolò Mineo, Postfazione
Indice dei nomi.