CHIUSURA ESTIVA! Gli ordini inseriti fino al 30 luglio verranno regolarmente spediti. Quelli fatti successivamente verranno evasi a partire dal 26 agosto.

Avanti un altro

Maurizio Fea

Avanti un altro

Alla ricerca di un paradigma nuovo per le dipendenze

Con un taglio multidisciplinare, che abbraccia filosofia, biologia, etica, antropologia e psichiatria, il volume pone numerosi interrogativi sull’ontologia della dipendenza, cercando di andare oltre lo sguardo finora adottato, spesso incentrato solo sulla scienza medica.

Printed Edition

17.00

Pages: 116

ISBN: 9788835110309

Edition: 1a edizione 2021

Publisher code: 231.3.3

Availability: Discreta

Pages: 116

ISBN: 9788835114932

Edizione:1a edizione 2021

Publisher code: 231.3.3

Can print: No

Can Copy: No

Can annotate:

Format: PDF con DRM for Digital Editions

Info about e-books

Porre domande se le risposte che abbiamo non ci soddisfano è l'anima della curiosità del vivente. E così funziona anche la scienza.
Gli interrogativi contenuti nel libro provengono da molte discipline (filosofia, biologia, etica, antropologia, psichiatria) e riguardano l'ontologia della dipendenza, che ancora ci sfugge. Sfugge perché si è cercato soprattutto nell'ambito della scienza medica. Il suggerimento è di cercare anche altrove, illuminando il sapere medico con altre luci senza sminuirlo.
I quattro capitoli in cui si articola il volume individuano quattro aree problematiche: quella etica, che interroga sulle condizioni di esercizio della responsabilità e sulla autonomia dei soggetti; quella neurobiologica, che offre risposte non sempre convincenti ed esaustive sul rapporto tra droghe e capacità decisionale; quella culturale e politica, che a volte irrompe alterando i contesti di lavoro e di ricerca; quella dei linguaggi della malattia e del nostro modo di definirla, che mostra l'usura del tempo e riflette i limiti della ricerca attuale. Sullo sfondo aleggiano le dipendenze comportamentali, nodo critico recente che contribuisce in modo decisivo a mettere in crisi la nostra idea di dipendenza, così come intesa fino ad ora, imponendoci di ripensarla.

Maurizio Fea, psichiatra e clinico delle dipendenze, ha diretto il Dipartimento Dipendenze di Pavia fino al 2004. Ha insegnato all'Università degli Studi di Pavia e all'Università Cattolica di Milano dal 1994 al 2002. È autore di pubblicazioni scientifiche e di saggi, tra cui: Riparatori di destini (Angeli, 2008) sul senso della clinica; Le abitudini da cui piace dipendere (Angeli, 2017) e Spegni quel cellulare (Carocci, 2019) per un approccio critico alle dipendenze comportamentali.

Alfio Lucchini, Prefazione
Introduzione
Domande inevase... per ora
Non è così semplice
Eterno ritorno con qualche variazione
Le parole per dirlo
Riferimenti bibliografici.

You could also be interested in