La "Lady di Ferro"

Lucio Valent

La "Lady di Ferro"

Margaret Thatcher tra politica interna e politica estera 1979-1990

Ancora oggi l’immagine di Margaret Thatcher è basata su stereotipi che definiscono gli undici anni del suo governo come un momento particolare rispetto alla storia britannica tra Otto e Novecento. Questo volume pone in discussione alcuni consolidati pregiudizi riguardanti l’attività internazionale del Primo Ministro e offre una lettura originale, equilibrata e innovativa di diversi aspetti della politica estera della Thatcher, del suo rapporto con Ronald Reagan e del suo europeismo.

Edizione a stampa

26,00

Pagine: 194

ISBN: 9788835138471

Edizione: 1a edizione 2022

Codice editore: 1581.42

Disponibilità: Discreta

Pagine: 194

ISBN: 9788835144472

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 1581.42

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Ancora oggi l'immagine di Margaret Thatcher è basata su stereotipi che definiscono gli undici anni di governo thatcheriano come un momento particolare rispetto alla storia britannica tra Otto e Novecento. Il presente volume, utilizzando fonti d'archivio, documenti parlamentari, discorsi e memorie, inserisce la politica della "Lady di ferro" in una dimensione di lungo periodo e consente di apprezzare una stagione di governo che ridiede vita, pur con nuove forme, ad alcuni capisaldi politici, culturali, economici ed etico-morali da sempre presenti nella tradizione britannica. Il testo, ponendo in discussione alcuni consolidati pregiudizi riguardanti l'attività internazionale del Primo Ministro, offre una lettura originale, equilibrata e innovativa di diversi aspetti della politica estera di Thatcher, del suo rapporto con Ronald Reagan e del suo europeismo.
In merito a quest'ultimo aspetto emerge con chiarezza che la "Lady di ferro" considerò sempre le istituzioni comunitarie un elemento irrinunciabile nella politica britannica, da preservare e rafforzare a beneficio sia di Londra che dell'Europa.

Lucio Valent è studioso di storia del Regno Unito, dell'Europa e delle sue istituzioni, di storia diplomatica e militare dell'Italia, e della Chiesa cattolica. È socio del Research Network on the History of the Idea of Europe; della Società Italiana Studi Internazionali (Sisi); e dell'Associazione Universitaria Studi Europei (Ause). Tra le sue ultime pubblicazioni vi segnalano La lunga guerra. I Balcani e il Caucaso tra conflitto mondiale e conflitti locali (1912-1923), FrancoAngeli, Milano, 2020, nonché svariati articoli pubblicati su riviste scientifiche quali "Società e Storia" e "Nuova Rivista Storica".

Ringraziamenti
Introduzione
"We believe in the freedom of the democratic way of life"
(Le origini politico-culturali del thatcherismo; Un colpo di scena... prevedibile; Proseguendo il cammino; Alla fine del giorno)
"The Community needs to strengthen itself"
(Alcune note preliminari; La preparazione al premierato; Primo tempo: tra politica interna e politica estera; Secondo tempo: un'Europa a somiglianza del Regno Unito; Terzo tempo: tra azione e reazione)
"Hope is no basis for a policy"
(Il programma thatcheriano in politica estera; Il (necessario) deterrente nazionale; Le relazioni con l'Urss; Il "problema-Germania")
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei nomi.

Potrebbero interessarti anche