L’Italia unitaria tra questione meridionale ed Europa

Nicola Mattoscio

L’Italia unitaria tra questione meridionale ed Europa

Squilibri italiani, Recovery Plan europeo e nuovi paradigmi economici

Attraverso contributi pubblicati in momenti e per scopi differenti, ma riconducibili a una stessa narrazione, il volume affronta le problematiche degli squilibri interni ed esterni dell’Italia, della sua insufficiente capacità innovativa e realizzativa di sistemi infrastrutturali di rilevanza strategica, sia materiali che immateriali. Gravi inadeguatezze che potrebbero, finalmente, trovare nel Recovery Plan l’occasione storica più favorevole, come mai si era determinata prima, per realizzare i necessari processi di cambiamento.

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 108

ISBN: 9788835135289

Edizione: 1a edizione 2022

Codice editore: 363.119

Disponibilità: Discreta

Pagine: 108

ISBN: 9788835134190

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 363.119

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 108

ISBN: 9788835134206

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 363.119

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Attraverso contributi pubblicati in momenti e per scopi differenti, ma riconducibili ad una stessa narrazione, il volume affronta le problematiche degli squilibri interni ed esterni dell'Italia, della sua insufficiente capacità innovativa e realizzativa di sistemi infrastrutturali di rilevanza strategica, sia materiali che immateriali.
Queste gravi inadeguatezze, a tutt'oggi in larga parte da superare, la relegano ancora e soprattutto ad una mera dorsale allungata nel Mediterraneo, piuttosto che qualificarsi come un'evoluta piattaforma di funzioni al servizio di due continenti, l'Europa e l'Africa, come sarebbe nella vocazione del suo "sogno unitario" inevitabilmente connesso al "sogno europeo".
Le risposte, sempre da dare in un unicum alle "tre questioni", quella meridionale, quella italiana tout court e quella europea, costituiscono le precondizioni per l'effettiva convergenza alle dinamiche di progresso di un'Europa che, peraltro, necessita anch'essa ormai di riallineamenti con i veloci cambiamenti planetari.
Il Recovery Plan potrebbe essere, finalmente, l'occasione storica più favorevole, come mai si era determinata prima, per realizzare i necessari processi di cambiamento.

Nicola Mattoscio
, esperto e studioso dei mercati finanziari e monetari, ha di recente incentrato i suoi studi sull'economia sperimentale, della conoscenza, della globalizzazione e dell'etica, anche dedicando numerosi lavori al tema delle dinamiche di crescita e di sviluppo nell'Unione Europea. Già professore ordinario di Economia politica all'Università di Chieti-Pescara, attualmente è professore straordinario all'Università G. Marconi di Roma. Per FrancoAngeli ha pubblicato nel 2005 (con Costantino Felice) il testo New Economy. Dall'homo faber all'homo sapiens.

Presentazione
Un secolo e mezzo di Unità d'Italia tra suggestioni e sviluppo economico: una stilizzazione dell'evoluzione storica
(Introduzione; Un inquadramento generale; La rincorsa positiva della convergenza europea; I rischi di regresso all'esordio del nuovo millennio; Dai patriottismi alla Seconda Repubblica; Il patriottismo federalista e una nuova visione cosmopolita per il futuro; Brevi considerazioni conclusive; Appendice statistica)
Il sistema bancario dalla caduta del fascismo alla nascita della Repubblica
(Introduzione; Continuità/discontinuità, fattori produttivi e paradigmi scientifici di riferimento; La transizione dal crollo del Regime alla nuova Costituzione; Dalla nascita della Repubblica alla caduta del muro di Berlino: continua la "foresta pietrificata"; Conclusioni)
La "questione europea"
(Introduzione; Europa: coraggio della verità; La pandeconomia e il futuro dell'Europa; Conclusioni)
Squilibri storici italiani, Recovery Plan europeo e nuovi paradigmi economici
(Introduzione; Arretratezze e ferrovie alla nascita del Regno d'Italia; Scoperta della "questione meridionale"; Reti e interventismo pubblico tra economia mista e economia sociale di mercato; Recovery Plan e nuovi paradigmi economici; Conclusioni; Appendice).

Potrebbero interessarti anche