Virtù ascosta e negletta. La Calabria nella modernità

Contributi
Foca Accetta, Mario Alcaro, Eugenio Canone, Raffaele Cirino, Benedetto Clausi, Maria Conforti, Jean-Paul De Lucca, Antonella De Vinci, Carlo Fanelli, Guido Giglioni, Luigi Guerrini, Fulvio Librandi, Sandra Plastina, Emilio Sergio, Andrea Suggi, Antonio Tripodi
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,      1a edizione  2011   (Codice editore 495.221)

Virtù ascosta e negletta. La Calabria nella modernità
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856838206
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856867510
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Partendo da taluni aspetti del pensiero del filosofo Campanella, il volume si sofferma su alcuni momenti della vicenda storica e culturale della Calabria: dalla stagione umanistica e della prima modernità (dall’Accademia Cosentina alla filosofia nuova di Telesio, alla partecipazione al dibattito sulla nuova scienza) fino alle immagini stereotipate dei secoli successivi.

Presentazione del volume

Il titolo del volume riprende un verso della canzone Agli Italiani di Campanella.
La considerazione su una virtù nascosta e trascurata dagli altri, ma anche da se stessa, è rivolta all'Italia, ma essa riguarda tanto più da vicino la patria del filosofo, quella Calabria in cui era nato e alla quale si sentì avvinto da un legame talora critico e doloroso, ma sempre profondissimo. Alla luce di tale ambivalenza, il volume prende le mosse da taluni aspetti del pensiero campanelliano - sul piano filosofico, politico, scientifico, letterario - per poi soffermarsi su momenti della vicenda storica e culturale della Calabria: dalla stagione umanistica e della prima modernità, che vide fiorire l'Accademia Cosentina e la filosofia nuova di Telesio, l'opera storiografica di Gabriele Barrio e la partecipazione al dibattito sulla nuova scienza, fino a momenti dei secoli successivi, in cui immagini stereotipate dei luoghi e dei loro abitanti convivono con nuovi interessi e feconde ricerche.

Germana Ernst insegna Storia della filosofia del Rinascimento all'Università di Roma Tre. Da molti anni studia il pensiero di Tommaso Campanella, al quale ha dedicato numerosi studi. Ha inoltre curato l'edizione di molti testi campanelliani, fra i quali l'originaria redazione italiana inedita dell' Ateismo trionfato (Pisa, 2004), il Del senso delle cose e della magia (Roma-Bari, 2007) e la recente nuova edizione del corpus integrale delle Lettere (Firenze, 2010). Dal 1995 con Eugenio Canone dirige la rivista Bruniana & Campanelliana .
Rosa M. Calcaterra insegna Filosofia della Conoscenza all'Università Roma Tre. Ha svolto ricerche sulla filosofia pratica moderna e contemporanea, sul rapporto tra scienza ed etica e sulle trasformazioni del concetto di razionalità, con particolare interesse per la filosofia analitica e il pensiero dei pragmatisti classici e contemporanei. Ha curato numerose raccolte di studi internazionali ed è autrice di volumi e saggi tra cui Introduzione al pragmatismo americano (Roma-Bari, 1997); Pragmatismo. I valori dell'esperienza (Roma, 2003); Identità post-cartesiane: tra dissolvimenti, decentramenti e recuperi dell'io (Palermo, 2009). Dirige la rivista European Journal of Pragmatism and American Philosophy .

Indice



Premessa
Parte I. Immagini di Campanella
Germana Ernst, "Io vivo come scrivo". Il diverso modo di parlare di filosofia in Tommaso Campanella
Mario Alcaro, Il naturalismo del Rinascimento meridionale e l'utopia "biopolitica" della Città del Sole
Jean-Paul De Lucca, Campanella e il rinnovamento sociale della sua Calabria: un auspicio europeo
Andrea Suggi, Il lessico etico-politico e religioso di Tommaso Campanella
Carlo Fanelli, Tommaso Campanella fra estetica del comico e commedia universale
Luigi Guerrini, Tommaso Campanella e il procedsso di Galileo
Parte II. Storia, cultura, società in Calabria fra Umanesimo e primo Ottocento
Benedetto Clausi, Per la Calabria oltre la Calabria. Prospettive d'indagine sul De antiquitate di Gabriele Barrio
Foca Accetta, Ordini religiosi e congregazioni d'osservanza in Calabria (secc. XV-XVIII)
Sandra Plastina, Il mito di Danae e l'Accademia Cosentina
Emilio Sergio, Bernardino Telesio. Note per una biografia intellettuale
Guido Giglioni, Spirito e coscienza nella medicina di Bernardino Telesio
Raffaele Cirino, Paolo Antonio Foscarini tra enciclopedismo e nuova scienza
Fulvio Librandi, Ultimo Sud. Gli occhi dei viaggiatori e le dinamiche identitarie
Maria Conforti, Immagini della Calabria scientifica nei periodici napoletani tra Settecento e Ottocento
Appendice documentaria
Eugenio Canone, Nota iconografica
Antonella De Vinci, Geografia campanerlliana calabrese
Antonio Tripodi, La Calabria nei secoli XVI-XVII. Spigolature d'archivio su aspetti socio-economici
Bibliografia.







newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi