Triggers. Innescare il cambiamento interiore. Diventate la persona che volete essere
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 216,      1a edizione  2016   (Codice editore 1796.318)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Da uno dei più importanti pensatori di management a livello globale, una guida in grado di mostrare come ottenere un cambiamento positivo nella nostra vita, evitando le trappole che ci impediscono di diventare le persone che desideriamo essere.
Utili Link
Vanityfair.it Perché decidiamo di divanarci? (di Roberto D'Incau)… Vedi...
Presentazione del volume

Vi è mai capitato di rendervi conto di non essere in grado di risolvere i problemi con la pazienza e l'empatia che pensavate di avere? O di scoprire con una certa sorpresa che in ufficio, in presenza di uno specifico collega, il vostro stato d'animo, di norma imperturbabile, diventa teso e facilmente irritabile? Avete mai sentito salire la rabbia quando, nel traffico, un altro automobilista vi taglia la strada?
Come spiega il celebre coach Marshall Goldsmith, le nostre reazioni non nascono dal nulla, ma sono il risultato di specifici meccanismi di attivazione presenti nel nostro ambiente e di cui non ci rendiamo conto. Tali meccanismi svolgono un'azione costante e inarrestabile. Dalla cucina si diffonde il profumo di arrosto e improvvisamente le raccomandazioni del medico sul livello di colesterolo passano in secondo piano. Il telefono si mette a cinguettare e subito tutta l'attenzione è per ciò che compare sullo schermo anziché per la persona di fronte a noi. In queste e in tante altre situazioni l'ambiente sembra davvero essere al di fuori del nostro controllo. In realtà, non è affatto così, poiché, sostiene Goldsmith, abbiamo sempre la possibilità di scegliere come rispondere.
Triggers ci spiega come gestire i meccanismi di attivazione presenti nella nostra vita per realizzare un cambiamento profondo e duraturo. Cambiare abitudini, si sa, è molto difficile. Sapere che cosa fare non significa infatti essere automaticamente in grado di farlo. A causa dell'influenza che l'ambiente esercita su di noi, siamo infatti bravissimi a pianificare, ma molto meno bravi ad agire. Ci dimentichiamo così dei nostri buoni propositi, ci stanchiamo con estrema facilità e ben presto finiamo per sentirci esausti; il nostro livello di autodisciplina diminuisce a quel punto inesorabilmente. Goldsmith ci offre una soluzione semplice per non cadere vittime di questa spirale: un processo di auto-monitoraggio quotidiano centrato su quelle che l'autore definisce "domande attive", cioè domande che misurano il nostro impegno, non i risultati ottenuti.
Ricco di storie e aneddoti illuminanti tratti dalla sua esperienza lavorativa con alcuni dei manager e dei dirigenti delle più importanti realtà aziendali mondiali, il libro di Goldsmith può essere letto come un manuale in grado di mostrare come ottenere un cambiamento positivo nella nostra vita e diventare le persone che desideriamo essere.

Marshall Goldsmith è un coach di fama mondiale. È stato inserito per ben tre volte (2011, 2013 e 2015) nella lista Thinkers50 dei più importanti pensatori di management a livello globale. Sempre da Thinkers50, nel 2015 Goldsmith è stato nominato il più importante esperto di leadership al mondo. I suoi libri hanno venduto oltre 2 milioni di copie, sono stati tradotti in 30 lingue e sono diventati bestseller in 20 Paesi.

Indice
Introduzione
Parte I. Perché non diventiamo le persone che desideriamo essere?
Le grandi verità del cambiamento comportamentale
Gli attivatori psicologici che stroncano il cambiamento comportamentale sul nascere
(Capire = fare; Ho la forza di volontà necessaria, non cederò alle tentazioni; Oggi è un giorno speciale; "Almeno sono meglio di..."; Non ho bisogno di aiuto, né di schemi; Non esaurirò mai forze ed entusiasmo; Ho tutto il tempo del mondo; Non avrò distrazioni né imprevisti; Un'epifania improvvisa mi trasformerà la vita; Il cambiamento sarà permanente e non dovrò mai più preoccuparmi; L'eliminazione dei vecchi problemi non ne creerà di nuovi; I miei sforzi saranno ampiamente ripagati; Nessuno bada a me; Se cambio, non sono più me stesso; Ho la capacità di giudicare il mio comportamento)
È tutta colpa dell'ambiente
Identificare i meccanismi di attivazione
(Un attivatore comportamentale può essere diretto o indiretto; Un attivatore può essere interno o esterno; Un attivatore può essere conscio o inconscio; Un attivatore può essere prevedibile o inatteso; Un attivatore può essere incoraggiante o scoraggiante; Un attivatore può essere produttivo o controproducente)
Come funzionano i meccanismi di attivazione
Siamo bravi a pianificare, meno bravi a fare
(Valutate le vostre esigenze, scegliete il vostro stile)
Prevedere l'ambiente
(Previsione; Elusione; Adattamento)
La ruota del cambiamento
(Creare; Preservare; Eliminare; Accettare)
Parte II. Proviamo
Il potere delle domande attive
(Le mie esperienze con l'impegno aziendale, in breve; Verifichiamo il potere delle domande attive)
Le Domande dell'impegno
(Esperimenti personali; Se non è zuppa non è pan bagnato)
Le Domande Quotidiane in azione
(Rafforzano il nostro impegno; Ci danno motivazione nelle aree in cui ne abbiamo bisogno; Evidenziano la differenza tra autodisciplina e autocontrollo; Trasformano i nostri traguardi in incrementi gestibili)
Planner, esecutori e coach
(Più le usiamo, più diventiamo bravi; Diventiamo più bravi con maggior rapidità; Alla fine diventiamo i coach di noi stessi)
SDIQO?
(Quando confondiamo l'onestà con l'eccessiva schiettezza; Quando abbiamo un'opinione; Quando la nostra versione dei fatti non collima con i giudizi degli altri; Quando le decisioni prese non vanno nella nostra direzione; Quando ci pentiamo delle nostre scelte)
Parte III. Un po' più di struttura, grazie
Senza struttura non si migliora
La struttura deve essere quella giusta
Agire sotto l'influsso dell'esaurimento mentale
Ci serve aiuto quando abbiamo meno probabilità di ottenerlo
(Il meeting inutile)
Le Domande Orarie
Il problema di chi si accontenta
(Quando la nostra motivazione è marginale; Quando lavoriamo gratis; Quando ci comportiamo da dilettanti; Quando abbiamo problemi a conformarci)
Diventare attivatori
Parte IV. Nessun rimorso
Il cerchio dell'impegno
I rischi di una vita senza cambiamenti
Ringraziamenti.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo


Segnalazioni

Pubblicità