Ecolandia: gioco e complessità

Autori e curatori
Contributi
Maurizio Imperio, Tonino Perna, Piero Polimeni
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,   figg. 80,     1a edizione  2003   (Codice editore 1118.2)

Ecolandia: gioco e complessità
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846450876

Presentazione del volume

Il parco ludico tecnologico di Ecolandia è un progetto complesso: nato come progetto culturale nella sua attuazione in progetto territoriale relaziona i valori del programma con l'estetica della forma. In questa relazione tra valori strutturali e formali l'attenzione è concentrata sulla complessità propria delle formulazioni culturali e sui valori dei linguaggi sociali e letterari. È nella coincidenza tra obiettivo e struttura che un parco, ispirato al rapporto tra tecnologia e storia dei fisici-filosofi, attuerà il percorso ludico cognitivo: giocare per conoscere, conoscere per sapere, sapere per giocare attraverso il sistema territoriale e i manufatti realizzati.

È l'istituto culturale del parco che può riscoprire i rapporti tra uomo e spazio sociale, valori culturali, risorse naturali; sono questi che assumeranno il ruolo di elementi formatori delle dinamiche territoriali.

Progettare un parco urbano delle dimensioni di Ecolandia con aree destinate alla cultura, allo spettacolo e alle attività ludico-conoscitive, può essere il presupposto per realizzare un progetto generale per la salvaguardia e l'integrità dei valori naturalistici, paesaggistici e storici del luogo.

Questo è l'impegno che definisce il Parco come elemento di organizzazione sociale e culturale.

Ecolandia si configura come la riorganizzazione di un luogo, ispirato al rapporto tra valori architettonici, ecologici e ludici, misurati sui grandi denominatori del paesaggio urbano e di quello naturale.

Maurizio Imperio (1960) architetto, professore a contratto presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria; responsabile del laboratorio di trasformazioni ambientali 1 (Architettura dei giardini e paesaggistica); coordina la redazione del Piano del Parco dell'Aspromonte .

Tonino Perna (1947), professore di Sociologia economica presso l'Università di Messina, è presidente del Parco Nazionale dell'Aspromonte e autore di diversi volumi, tra cui Lo sviluppo insostenibile; Fair trade; Aspromonte: i parchi nazionali nello sviluppo locale.

Piero Polimeni (1954) ingegnere, professore a contratto presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Studioso dello sviluppo locale è responsabile del Master interuniversitario Analisi e gestione dei progetti di sviluppo .

Manlio Vendittelli (1943) architetto, professore presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. È autore di diversi saggi e volumi tra cui: Parchi e sviluppo; La sostenibilità da chimera a paradigma; Sostenibilità e complessità .

Indice


Parte I. La teoria
Tonino Perna, Ecolandia: nascita e realizzazione di un sogno
(Premessa; La banalizzazione del territorio; Ridisegnare il territorio: il ruolo (ambiguo) dei parchi tematici; Ecolandia: la nascita dell'idea progettuale; La progettazione in un'area periferica; La gestione di Ecolandia e la nuova configurazione dell'area dello Stretto; Riferimenti bibliografici)
Manlio Vendittelli, L'ipotesi di Ecolandia diventa progetto
(Come il progetto culturale Ecolandia diventa progetto urbano; Il Parco come strumento culturale; Il piano del Parco misurato sui valori del paesaggio; Giocare per conoscere e apprendere giocando; I temi progettuali: il paesaggio della città; Il Parco come strumento di pianificazione; Giocare per conoscere, conoscere per sapere, sapere per giocare; Metodologia di progetto; Riferimenti bibliografici)
Maurizio Imperio, Il progetto territoriale
(L'approccio sistemico e la valorizzazione delle identità locali; Le nuove discipline legate alla sostenibilità ambientale: la bioarchitettura e l'ingegneria naturalistica; L'organizzazione territoriale di Ecolandia; Riferimenti bibliografici)
Piero Polimeni, L'energia di Ecolandia: dai miti alle tecnologie
(Premessa; Le scelte progettuali di Ecolandia: metodologia e criteri; La caratterizzazione meteoclimatica del sito; L'analisi dei fabbisogni e dei consumi; Gli impianti ed il loro funzionamento; Il ciclo delle acque; L'infrastruttura telematica multimediale e il sistema informativo; Il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti in Ecolandia; Appendice; Riferimenti bibliografici)
Parte II. Il progetto
La planimetria generale
I laboratori del circuito aria
I laboratori del circuito acqua
I laboratori del circuito fuoco
I laboratori del circuito terra
Il Fortino
Il teatro
Gli edifici bioclimatici: la direzione e il ristorante bazar.





Pubblicità