Spazi segni parole

Percorsi di viaggiatrici italiane

Contributi
Françoise Ardillier-Carras, Luca Bani, Isabella Bonati, Luca Clerici, Antonio D'Alessandri, Valentina De Santi, Carlo Alberto Gemignani, Loretta Marchi, Ambra Meda, Luisa Reina, Marco Sirtori, Anna Vanzan, Alberto Zava
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,   2a ristampa 2019,    1a edizione  2012   (Codice editore 291.91)

Spazi segni parole. Percorsi di viaggiatrici italiane
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820407667

In breve

Se ben noti sono i nomi delle grandi viaggiatrici inglesi e francesi, diventate simbolo di un’emancipazione precoce ed eccentrica, meno nota è la storia delle viaggiatrici italiane. Dalla ricerca dell’ispirazione artistica all’esplorazione scientifica, dal più lontano Oriente agli inospitali paesaggi dell’Africa delle nostre colonie fino all’America della modernità, anche le nostre viaggiatrici coprono, non meno delle colleghe straniere, tutte le varianti dell’odeporica.

Utili Link

Bollettino della Società Geografica Italiana Recensione (di Flavia Cristaldi)… Vedi...
Luomoconlavaligia.it Recensione… Vedi...
Gazzetta di Parma Donne in viaggio (di Margherita Portelli)… Vedi...
Elle Percorsi di viaggiatrici… Vedi...

Presentazione del volume

Tutti conoscono le grandi viaggiatrici inglesi e francesi diventate simbolo di un'emancipazione precoce ed eccentrica, di uno sguardo a volte inedito, a volte prevedibile, ma sempre interessante su realtà prima confinate in un racconto del mondo tutto maschile. Meno nota, ma ugualmente interessante, fitta e complessa è la storia delle viaggiatrici italiane, donne che hanno deliberatamente intrapreso un'avventura spaziale e mentale tradizionalmente negata al loro sesso.
Gli autori, soffermandosi sulle continuità e discontinuità tra Ottocento e Novecento, illuminano figure poco conosciute senza tralasciare di offrire nuove interpretazioni di viaggiatrici più note e studiate. Emergono così dall'ombra o riverberano di nuova luce profili e itinerari sorprendenti. Dalla ricerca dell'ispirazione artistica all'esplorazione scientifica, dal più lontano Oriente agli inospitali paesaggi dell'Africa delle nostre colonie fino all'America della modernità, le nostre viaggiatrici coprono non meno delle colleghe straniere tutte le varianti dell'odeporica.
Il volume, dal forte impianto interdisciplinare, traccia un nuovo quadrante dell'altra mappa che le donne italiane hanno visto, scritto e descritto, uscendo a prendere la parola nei due secoli che hanno cominciato a ridargliela.

Federica Frediani , ricercatrice post-doc e professore incaricato presso il Laboratorio di studi mediterranei dell'Università della Svizzera italiana, ha pubblicato nel 2007 Uscire. La scrittura di viaggio al femminile: dai paradigmi mitici alle immagini orientaliste .
Ricciarda Ricorda , professore ordinario di Letteratura moderna e contemporanea presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, si è occupata di scritture femminili e di scritture femminili di viaggio a cui ha dedicato numerose pubblicazioni. Ha curato Rimembranze di un viaggetto in Italia scritte da una signora siciliana di Cecilia Stazzone De Gregorio, pubblicato nel 2009.
Luisa Rossi , geografa, professore associato dell'Università di Parma, è da sempre attenta al tema del viaggio delle donne, alle loro geografie e cartografie. Ha pubblicato nel 2005 L'altra mappa. Esploratrici viaggiatrici geografe (ristampa 2011).

Indice



Federica Frediani, Ricciarda Ricorda, Luisa Rossi, Introduzione a tre voci
Luca Clerici, Prefazione. Letteratura di viaggio e quote rosa
L'Ottocento
Federica Frediani, Viaggi patriottici ed esili. Cristina di Belgiojoso
Valentina De Santi, Trasgressione e nostalgia. Il doppio viaggio di Virginia Oldoini
Françoise Ardillier-Carras,
Carla Serena. La prima donna in viaggio solitario nel Caucaso
Anna Vanzan,
Viaggiatrici italiane e Orientalismi diversi: le donne dell'Islam attraverso gli occhi di Amalia Nizzoli e Carla Serena
Antonio D'Alessandri,
Le tante Europe di Dora d'Istria
Alberto Zava, Luigia Codemo, il viaggio come codice interiore
Ricciarda Ricorda,
La scrittura di viaggio delle donne nel giornalismo degli anni Settanta e Ottanta dell'Ottocento
Il Novecento
Carlo A. Gemignani, Con Gina Lombroso nell'America Meridionale
Luisa Reina,
Villaurea e le altre. Racconti di italiane in Oriente
Luca Bani,
"L'assenza è un male necessario!". I libri di viaggio di Matilde Serao
Isabella Bonati,
La Sfinge Nera. L'Africa coloniale delle donne
Marco Sirtori,
"Viaggiando imparerem geografia". Annie Vivanti tra narrativa e odeporica
Ambra Meda,
"Le donne devono viaggiare dunque come bauli?" Un confronto fra le esperienze americane di Mantea e di Adriana Dottorelli
Loretta Marchi,
I giardini di Eva. Esplorazioni botaniche ed esperienze scientifiche di Eva Mameli Calvino in America
Luisa Rossi,
Nello specchio di lui. Francesca Bonardi fotografa nelle spedizioni di Giuseppe Tucci
Gli Autori
Indice dei nomi.