PA Brand Expert

Gianluigi Bonanomi, Annalisa D'Errico

PA Brand Expert

Competenze e strumenti per i comunicatori della pubblica amministrazione

Il mondo della comunicazione pubblica e quello del marketing non sono agli antipodi, ma sono compatibili e possono generare una sintesi nella figura del PA brand expert: un nuovo ruolo multidisciplinare che unisce economia digitale e psicologia, copywriting e pubbliche relazioni, tecniche giornalistiche e analytics. Questo testo, dal taglio accessibile e arricchito da casi e interviste, ne vuole delineare i contorni, proponendosi come utile strumento per social media manager, giornalisti e specialisti della comunicazione nell’ambito istituzionale.

Edizione a stampa

22,50

Pagine: 208

ISBN: 9788835117179

Edizione: 1a edizione 2021

Codice editore: 28.29

Disponibilità: Buona

Pagine: 208

ISBN: 9788835122852

Edizione:1a edizione 2021

Codice editore: 28.29

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 208

ISBN: 9788835122869

Edizione:1a edizione 2021

Codice editore: 28.29

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Breviario per comunicatori contemporanei alle tecnologie digitali, il testo delinea una professionalità nuova nel solco della Legge 151. Un contributo importante al movimento culturale per innovare l'interazione PA/cittadini. Mario Morcellini, Direttore Alta Scuola di Comunicazione e Media digitali UnitelmaSapienza

Tutti devono comunicare bene, ma dalla pubblica amministrazione ci si aspetta anche di più. Ecco un libro che spiega come coltivare in rete relazioni di qualità tra PA e cittadini. Bruno Mastroianni, Filosofo e social media manager

Il mondo della comunicazione pubblica e quello del marketing sono agli antipodi? Non solo sono compatibili, ma possono generare una sintesi nella figura del PA brand expert: un nuovo ruolo multidisciplinare che unisce economia digitale e psicologia, copywriting e pubbliche relazioni, tecniche giornalistiche e analytics; una funzione in continua evoluzione, che sta cercando un proprio riconoscimento sia normativo sia materiale.
Il PA brand expert deve saper coniugare le competenze tecniche e quelle umane, il valore delle parole e l'approccio scelto dalla pubblica amministrazione per dialogare con il cittadino, nell'ambito di una comunicazione corretta e trasparente, attenta alla privacy e alla democrazia digitale. Questo testo, dal taglio accessibile e arricchito da casi e interviste, ne vuole delineare i contorni, proponendosi come utile strumento per social media manager, giornalisti e specialisti della comunicazione nell'ambito istituzionale.

Annalisa D'Errico è giornalista e comunicatrice istituzionale. Responsabile dell'Ufficio Comunicazione, stampa e redazione web di Unioncamere Piemonte.

Gianluigi Bonanomi è un giornalista hi-tech, autore e formatore per la Business School del Sole24Ore e la Fastweb Digital Academy.

Il dialogo continua su #pabrandexpert

Fabiana Dadone, Prefazione
Introduzione. Due parole su questo testo
Parte I. Scenario e figura
Lo scenario: in che mondo si muove il PA brand expert
(Il brand positioning per la pubblica amministrazione; Il Business model canvas e la Buyer persona declinati per la PA; Il Personal branding di impiegati e dirigenti; La responsabilità sociale della pubblica amministrazione)
Chi sono e chi saranno i brand expert della pubblica amministrazione?
(Ruolo e competenze; Credibilità e reputazione del singolo e dell'istituzione; A chi devono parlare i PA brand expert?; I servizi via social: quali e come?; Il caso dell'ASL Roma 1 con Roberta Mochi; L'intervista a Livio Gigliuto)
Parte II. Strategia, linguaggio e strumenti
La strategia di comunicazione dei PA brand expert
(Il modello Hub & Spoke; Il piano editoriale: anche la PA deve ragionare come un editore; Le rubriche: di che cosa parlo?; Ma come creo i contenuti?; Il modello O.P.E.R.A. per la creazione di contenuti social; Il caso del Comune di Trieste con Christian Tosolin)
Quale linguaggio deve adottare il PA brand expert?
(Le parole per agevolare le connessioni umane; Sopravvivere agli haters e ai leoni da tastiera; Quando le parole non devono essere ostili; La social media policy (SMP) interna ed esterna; Il caso del Comune di Ancona con Marco Porcu; L'intervista a Marisandra Lizzi)
La pubblica amministrazione e i social network
(Facebook: la PA e il social blu; Instagram: non solo influencer; YouTube: dove i video possono durare ore; LinkedIn, il social per il business; Pubblicità: una PA dovrebbe spendere soldi per farsi conoscere sui social?; Il caso del Comune di Bagheria (PA) con Marina Mancini; L'intervista ad Alessandra Migliozzi)
PA e strumenti digitali innovativi
(Bot, i robot intelligenti che semplificano la vita; Realtà virtuale e aumentata: le nuove frontiere della comunicazione; Innovazione tecnologica: tutto ruota attorno all'intelligenza artificiale; Intelligenza artificiale: una riflessione sull'etica; Il caso della Camera di commercio di Taranto con Francesca Sanesi; L'intervista a Saverio Cuoghi)
Sergio Talamo, Appendice 1. La legge n. 151, verso la Riforma digitale della comunicazione
Claudia Cichetti, Appendice 2. La comunicazione ai tempi dello smart working
Domenico Bonaventura, Extra 1 / Comunicazione politica e comunicazione istituzionale
Carola Quaglia, Extra 2 / Il caso nazionale PA Social
(L'intervista a Francesco Di Costanzo)
Fabio Malagnino, Extra 3 / Open data, big data e data visualization: che cosa sono e perché servono al PA brand expert
Ringraziamenti
Gli Autori
Bibliografia.

Contributi: Fabiana Dadone

Collana: Professioni digitali

Argomenti: Comunicazione pubblica - Nuove professioni - Comunicazione esterna. Relazioni pubbliche

Livello: Testi per professional

Potrebbero interessarti anche