Virtual team

Nuove sfide manageriali fra libertà e regole

Contributi
Giovanni Brugnoli, Federico Visconti
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 156,      1a edizione  2021   (Codice editore 33.14)

Virtual team Nuove sfide manageriali fra libertà e regole
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Uno degli strumenti cruciali dello smart working sono i virtual team, un modello di interazione tra persone distanti che interagiscono per realizzare un obiettivo comune. Il libro si propone di sondare le condizioni di efficacia e di efficienza nella gestione dei gruppi di lavoro virtuali. Come si crea un team virtuale efficiente? Quale modello di leadership deve avere? Come si definiscono gli obiettivi e come si misurano i risultati?

Presentazione del volume

Un team si definisce virtuale quando è costituito da persone distanti fisicamente, temporalmente o strutturalmente che interagiscono tra loro al fine di realizzare un obiettivo comune e che sono collegate grazie all'uso di un'interfaccia tecnologica.
Un modello organizzativo non convenzionale sperimentato in questo periodo dal grande pubblico dello smart working emergenziale, ma che in realtà è presente già da qualche tempo in diverse realtà lavorative internazionali.
La virtualità, pur non intaccando l'efficacia e l'efficienza, genera distanza tra le persone e induce difficoltà di coordinamento, richiedendo nuovi stili di leadership e processi operativi specifici. Ne nasce un paradosso manageriale che necessita di contemperare elementi apparentemente contrapposti (libertà e regole, umanizzazione e processi, comportamenti e strumenti). Per vincere la sfida delle contraddizioni occorre una forte condivisione degli obiettivi istituzionali, una responsabilizzazione di capi e collaboratori e nuovi modelli di apprendimento.
Questo libro si propone di analizzare le condizioni di efficacia e di efficienza nella gestione dei gruppi di lavoro virtuali rispondendo in maniera operativa a queste domande cruciali: Come si crea un team virtuale efficiente? Quale modello di leadership deve avere? Come si definiscono gli obiettivi e come si misurano i risultati? Come si genere fiducia e come si struttura la comunicazione?
Il libro, supportato da solide basi scientifiche e con una tensione all'operatività, si rivolge a coloro che gestiscono virtual team e sono alla ricerca di nuovi modelli da sperimentare.

Andrea Martone
, Professore associato di Organizzazione aziendale presso l'Università Carlo Cattaneo-LIUC, direttore del centro di competenze Strategic management & Family Business e Director Research and Studies presso la von Rundstedt Svizzera. È appassionato di workforce transformation e cerca di aiutare le aziende nella transizione verso il lavoro futuro.

Massimo Ramponi
, Professore a contratto presso l'Università Carlo Cattaneo-LIUC, Consulente e fondatore di KIP Consulting. Svolge attività di formazione, consulenza e temporary management in ambito HR e Project Management per supportare le aziende a diventare "a prova di futuro" mettendo al centro il valore del capitale umano.

Indice

Federico Visconti, Prefazione
A proposito di team virtuali
(I team virtuali; Virtual team in action (caratteri e condizioni efficienza); Alcune evidenze empiriche)
Il teamworking e la leadership
(Introduzione; Team creation e legami di team; Il team building; La leadership virtuale)
La fiducia e la coesione
(Introduzione; Gli antecedenti della fiducia; I processi; Impatto della tecnologia sulla fiducia; Fattori abilitanti; Risultati della fiducia)
Lo human touch
(Introduzione; Tecniche di human touch; Il job crafting; Zoom stress e Zoom fatigue; Conclusioni)
Lavorare per obiettivi nella virtual age: l'agile goal setting
(Il paradosso del controllo: sempre più necessario, sempre più difficile; Lavorare per obiettivi: fra opportunità e complessità; La nascita del lavoro per obiettivi e la necessità di far evolvere il sistema; Un approccio agile alla gestione per obiettivi; Alcune indicazioni per lo start-up del sistema)
L'accountability nei virtual team
(Le matrici di responsabilità; Le responsabilità: punti di riferimento nell'incertezza; Un esempio virtuoso per favorire responsabilizzazione e definizione punti di riferimento solidi in un ambiente virtuale: i Virtual Buddy)
La comunicazione nei virtual team
(Una comunicazione essenziale per i virtual team; Le riunioni nella virtual age; La fatica nel comunicare virtualmente)
Regole, processi e strumenti: alla ricerca dell'efficienza
(Le regole per i virtual team; I processi; Gli strumenti)
Sostenibilità e virtualizzazione del lavoro: una nuova twin transformation?
(Virtualizzazione e sostenibilità economica; Virtualizzazione e sostenibilità ambientale; Virtualizzazione e sostenibilità sociale; Virtualizzazione e business continuity)
Giovanni Brugnoli,
Postfazione
Bibliografia.




Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access