La sindrome dei falsi ricordi.

Antonio D'Ambrosio, Pasquale Supino

La sindrome dei falsi ricordi.

Cosa sono i falsi ricordi, come individuarli e ridurne il rischio

Questo libro si propone di passare in rassegna i vari modi in cui la memoria s’inscrive in modo alterato e cerca di delinearne alcune caratteristiche tipiche, nei suoi vari aspetti e nelle sue conseguenze neuro-cognitive, psicologiche-psichiatriche e forensi.

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 128

ISBN: 9788820462703

Edizione: 2a ristampa 2019, 1a edizione 2014

Codice editore: 1305.191

Disponibilità: Discreta

Pagine: 128

ISBN: 9788891702777

Edizione:1a edizione 2014

Codice editore: 1305.191

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 128

ISBN: 9788891702883

Edizione:1a edizione 2014

Codice editore: 1305.191

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Il falso ricordo (false memory) è un fenomeno per cui si ricordano cose che non sono accadute o si rammentano diversamente da come sono accadute.
Molti falsi ricordi confondono frammenti di eventi magari verificatisi in tempi diversi, ma ricordati come se fossero accaduti insieme, mescolano sogni che vengono interpretati come eventi realmente vissuti o sono il prodotto di trattamenti indotti dai terapeuti.
I falsi ricordi possono suddividersi in
- falsi ricordi testimoniali, quando un evento a cui si è assistito viene ricordato in modo distorto, parziale o impreciso;
- falsi ricordi autobiografici, quando si crede, in buona fede, di aver vissuto in prima persona un evento.
La sindrome della falsa memoria è una condizione in cui l'identità di una persona e le sue relazioni interpersonali sono centrate attorno al ricordo di un'esperienza traumatica che è oggettivamente falsa, ma in cui la persona crede fortemente. In questo caso la memoria è così profondamente radicata che orienta tutta la personalità e lo stile di vita del singolo, al punto da sconvolgere ogni sorta di altro comportamento adattivo. La persona evita assiduamente il confronto con alcuna prova che possa sfidare la memoria, che così assume una vita propria, incapsulata e resistente alla correzione e può provocare conseguenze catastrofiche (soprattutto di tipo giudiziario) per la propria vita e per quella degli altri.
Questo libro si propone di passare in rassegna i vari modi in cui la memoria s'inscrive in modo alterato e cerca di delinearne alcune caratteristiche tipiche, nei suoi vari aspetti e nelle sue conseguenze neuro-cognitive, psicologiche-psichiatriche e forensi.

Antonio D'Ambrosio è psichiatra, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale (docente AIAMC), giudice onorario presso la Corte d'Appello del Tribunale per i Minori di Napoli. Insegna Terapia Comportamentale presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria della II Università degli Studi di Napoli e Psicopatologia Forense presso il Master di Criminologia dell'Università S. Orsola Benincasa di Napoli. È autore del libro La memoria del testimone (FrancoAngeli, 2010).

Pasquale Supino, laureato in Giurisprudenza, ha conseguito il master in Criminologia presso l'Università S. Orsola Benincasa di Napoli.



Maria Antonietta Brandimonte, Prefazione
Introduzione: memoria e falsi ricordi
Testimonianza e memoria
(Il metodo dell'intervista; ll ruolo della dinamica sociale. Le domande suggestive; La riedizione del ricordo)
I falsi ricordi
(Elizabeth Loftus e l'effetto disinformazione; La Fondazione sulla Sindrome dei Falsi Ricordi (FMSM, False Memory Syndrome Foundation); Qella dei falsi ricordi è realmente una sindrome?)
Il disturbo dissociativo dell'identità
Le tecniche suggestive
(Tecniche di immaginazione guidata; Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR); La tecnica dell'interpretazione dei sogni e l'amnesia infantile; Falsi ricordi durante l'ipnosi)
Tipologie di falsi ricordi
(Falsi ricordi insoliti e stravaganti: i rapimenti alieni; Falsi ricordi di abusi sessuali; Ricordi recuperati di abusi e falsi ricordi autobiografici; Falsi ricordi, isterie, suggestioni collettive e indagini sbagliate; Condizionamenti e pregiudizi possono falsare i ricordi?)
Teorie a confronto
(Jennifer Freyd e la teoria del "betrayal trauma"; Una terza posizione nel dibattito sui falsi ricordi)
Individuare i falsi ricordi e ridurre il rischio che nascano
(Avvertenze per le psicoterapie: il suggerimento delle linee guida; Falsi ricordi: tra valutazione clinica e forense)
Gli aspetti neurocognitivi
Svelare una menzogna, rilevare una testimonianza accurata, evitare di sollecitare un falso ricordo
(Svelare la menzogna; Tecniche di recupero non suggestive della memoria testimoniale: l'Intervista Cognitiva, il protocollo NICDH, le lineup)
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche