Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
L'Ospedale  "Luigi Sacco" nella Milano del Novecento

Maurizio De Filippis

L'Ospedale "Luigi Sacco" nella Milano del Novecento

Edizione a stampa

21,00

Pagine: 128

ISBN: 9788846451521

Edizione: 1a edizione 2003

Codice editore: 1370.21

Disponibilità: Discreta

Sono trascorsi più di settant'anni eppure l'Ospedale di Vialba gode ancora di ottima "salute". In questo lungo arco di tempo lo sviluppo della ricerca scientifica e i progressi delle scienze mediche hanno generato una "rivoluzione terapeutica" che ha prodotto profondi cambiamenti nella struttura e nelle funzioni della sanità pubblica.

I propositi di tutela della salute dei cittadini emersi nel secondo dopoguerra, l'istituzione del "servizio sanitario nazionale" negli anni settanta e l'avvio del processo di aziendalizzazione hanno permesso una trasformazione radicale del tradizionale assetto delle istituzioni ospedaliere. Alla prassi diagnostico-terapeutica si è aggiunta un'intensa attività di prevenzione e riabilitazione, in stretto collegamento con le necessità e i bisogni del territorio. L'interesse nei confronti della "sanità" fisica e psichica della popolazione ha riportato al centro dell'attenzione generale la condizione individuale del malato e il suo rapporto con l'istituto di cura che lo ospita.

La realtà ospedaliera dunque, oltre a rappresentare un momento di cura e di speranza per tutti coloro che vivono l'esperienza della malattia, costituisce anche un luogo dove le vicende individuali e quelle collettive sedimentano lentamente formando un insieme multiplo di "storie" che, se opportunamente indagate, rivelano la stretta connessione esistente tra medico e paziente, tra malattia e società. L'Ospedale "Luigi Sacco" ha dietro di sé una lunga storia forse non molto conosciuta ma profondamente radicata nella tradizione assistenziale milanese. Il tentativo di tratteggiare il profilo storico di un'importante istituzione cittadina come l'Ospedale di Vialba costituisce l'oggetto del presente lavoro: riappropriarsi del proprio passato ripercorrendo le tappe più significative di un cammino che ha attraversato buona parte del Novecento, costituisce, infatti, una questione di grande importanza anche per chi oggi si occupa di salute e sanità.

Maurizio De Filippis (Milano, 1964), dottore in Storia, svolge la sua attività presso l'Azienda Ospedaliera-Polo Universitario "Luigi Sacco" di Milano. Fra i suoi lavori: Breve storia degli antichi contagi in Bioterrorismo , Milano, Edizioni Ulisse, 2002.


Franco Sala, Presentazione
Roberto Formigoni, Prefazione
Edoardo Bressan, Introduzione
L'Ospedale-Sanitario di Vialba
(Progetto e realizzazione del Sanatorio; Il passaggio alla Cassa nazionale per le assicurazioni sociali; Elementi di tecnica e assistenza sanatoriale; La cura del sole)
Gli anni del conflitto e il dopoguerra
(Il 17 giugno 1940 e la cappella dell'Immacolata; I Camilliani a Vialba; Il Dio di Roserio; Ambrogio Cecchini direttore del Sanatorio)
Da Sanatorio Inps a Ospedale Provinciale
Vialba e la chiesa della Madonna della salute; Il nuovo assetto dell'Ospedale negli anni settanta; Vialba chiama Vietnam; La fabbrica di Vialba)
La grande Milano e L'Avvenire di Musocco
L'Istituto di ricerche farmacologiche "Mario Negri"; La grande Milano; L'Avvenire di Musocco e la Croce Verde Sempione)



Contributi: Edoardo Bressan, Roberto Formigoni, Franco Sala

Collana: Scienze e salute

Argomenti: Storia della salute e della sanità - Gestione della sanità - Management sanitario

Livello: Studi, ricerche